domenica, Luglio 21, 2024
HomeAree tematicheCalvizie ComuneQuanti capelli possono cadere al giorno?

Quanti capelli possono cadere al giorno?

spot_imgspot_img

Quanti capelli possono cadere al giorno? Perdere i capelli in una certa misura è perfettamente normale. È praticamente garantito che si perda almeno qualche capello ogni volta che si spazzolano o si lavano i capelli. Questo perché i capelli crescono e cadono in cicli costanti, il che significa che ogni giorno alcuni capelli raggiungono la fase finale del ciclo che prevede la caduta del fusto.

Per capire quanti capelli possono cadere al giorno cerchiamo di capire in generale la caduta dei capelli e i suoi meccanismi.

Quanti capelli possono cadere al giorno: perchè cadono i capelli?

Caduta dei capelli e caduta stagionale

Ci sono periodi dell’anno in cui un numero maggiore di capelli raggiunge questa fase del ciclo naturale.  In questo caso si parla di caduta stagionale. Questa di solito avviene all’inizio dell’autunno e in primavera. Tuttavia, la caduta dei capelli può diventare eccessiva. A questo punto si è in presenza di effluvio o di  calvizie e bisogna sapere che c’è una certa differenza tra le due cose.

La semplice caduta dei capelli è la normale perdita di capelli che si verifica regolarmente. La caduta dei capelli è del tutto normale ed è addirittura positiva per i follicoli, in quanto dà loro la possibilità di fare una pausa.  A volte però un numero maggiore di follicoli entra nella fase di riposo e si può avere l’effluvio in telogen.

quanti capelli possono cadere al giorno

L’allarme per i capelli caduti spesso non tiene conto che con la lunghezza questi sembrano molti di più.

L’effluvio

L’effluvio può essere innescato da vari fattori. Per esempio, lo stress, le malattie prolungate o gravi e altri fattori possono aumentare la caduta dei capelli. A volte anche lesioni gravi o cambiamenti ormonali possono causare questo fenomeno. I follicoli possono anche perdere i capelli come reazione allergica a qualcosa che è stato messo sul cuoio capelluto.

Il punto non è solo quanti capelli possono cadere al giorno, ma anche per quanto tempo. La caduta nel caso dell’effluvio di solito è temporanea ed è il modo in cui il corpo conserva l’energia per altri scopi. Anche se in casi estremi la perdita di capelli può essere molto accentuata, si tratta di un fenomeno passeggero. Quindi, una volta rimosso lo stress o terminata la malattia, i capelli ricominceranno a crescere secondo il loro ciclo normale.

Differenza tra effluvio e calvizie

Questo è ciò che differenzia l’effluvio dalla vera e propria calvizie. Se la caduta è temporanea fa parte del ciclo naturale, i capelli poi ricrescono. Può essere necessario del tempo per esserne certi, ma se i capelli ricrescono dopo la caduta si tratta di un effluvio e non di calvizie. Questa verifica probabilmente richiederà un paio di mesi per essere effettuata.

Cosa fare con l’effluvio

L’effluvio  è molto più facile da trattare rispetto alla calvizie. In effetti, la preoccupazione principale è quella di eliminare la causa dell’effluvio, nell’ipotesi che si stia perdendo più capelli del dovuto. Nel caso di un infortunio o di una malattia, è necessario guarire prima che i capelli ricomincino a crescere. Lo stress deve essere eliminato il più possibile. Se non si riesce a evitare lo stress si possono adottare tecniche di rilassamento per attenuarlo.

Lo stress può portare a un effluvio con caduta di capelli più numerosa del normale.

Qualunque sia la causa dell’effluvio, vitamine e integratori sono sempre utili e possono far ripartire i capelli per aiutarli a tornare più velocemente alla fase di crescita. I capelli che crescono con il giusto apporto di vitamine saranno anche più spessi, con singole ciocche più spesse che faranno sembrare l’intera testa più piena.

Che cos’è la calvizie?

Le cause della calvizie sono innumerevoli. La maggior parte di esse riguarda danni di qualche tipo ai follicoli dei capelli. Una delle principali cause è, in un certo senso, l’atrofia dei follicoli. Questo avviene nella calvizie comune quando il DHT si lega al recettore degli androgeni nei soggetti predisposti alla calvizie ereditaria. Il risultato è che i follicoli si riducono gradualmente di dimensione sino a quando non sono più in grado di ricrescere alle dimensioni originali.

Anche se questo è il caso più comune, anche le cicatrici e alcune patologie del cuoio capelluto possono danneggiare i follicoli. Inoltre, gravi carenze possono impedire la ricrescita dei capelli finché non vengono risolte. Tuttavia è insolito avere una carenza così grave da causare la caduta dei capelli.

Prevenire la calvizie

Se pensiamo a quanti capelli possono cadere al giorno, possiamo dire che se i capelli cadono non deve spaventare, perché saranno sostituiti da nuovi capelli. Questo accade quando non c’è calvizie. Certamente però non è piacevole dovere attendere la loro ricrescita per sapere se sia in effluvio o affetti da qualche tipo di calvizie.

Tuttavia la vera perdita di capelli è più spesso qualcosa che si nota con il tempo e, a meno che non si abbia qualche malattia o altro, è probabile che all’inizio non la si noti nemmeno. Per questo motivo le persone che rischiano di sviluppare calvizie dovrebbero tenere sempre sotto controllo la propria capigliatura.

serenoa+apple

Un integratore con principi attivi naturali contro la calvizie.

La calvizie non è facile da arrestare quando è in fase avanzata. Esistono comunque diversi prodotti che la possono rallentare o bloccare. La base del trattamento della calvizie comune è quella dell’inibizione del DHT con farmaci come finasteride o prodotti naturali come la Serenoa repens.

“Bloccanti” sistemici e orali

Di solito questi trattamenti prevedono l’assunzione orale degli attivi. Tuttavia più di recente sono uscite le versioni topiche di questi attivi che pure possono essere efficaci. I risultati ottenuti di solito comportano un mantenimento nel lungo periodo della situazione iniziale.

“Attivanti” topici (e orali?)

Bloccare la situazione non basta per recuperare i capelli terminali (spessi) perduti. Per questo abitualmente si usa accostare al trattamento orale quello topico. In questo caso il farmaco di elezione è il ben noto minoxidil che ha la funzione di attivare la fase di crescita dei follicoli dei capelli. Il capello è  tanto più grosso e spesso e tendente ad allungarsi (se non lo si taglia) quanto più e prolungata la fase anagen (di crescita). Servono pertanto attivi che prolunghino questa fase per avere ricrescita dei capelli. E’ accertato che il minoxidil agisce in questo senso.

Un dispositivo tipo dermapen per l’esecuzione del microneedling.

Coadiuvanti

Molto spesso si trascura l’utilità delle sostanze o delle tecniche coadiuvanti per la ricrescita dei capelli. Queste permettono invece di ottimizzare l’azione dei principi attivi che bloccano la calvizie e che attivano la crescita. Qui si potrebbero citare vari prodotti anche a base di sostanze naturali o anche farmaci come l’idrocortisone topico e gli antiandrogeni. Non vanno poi dimenticate alcune tecniche come la fototerapie con i laser o i vari tipi di stimolazione cutanea manuali o con appositi dispositivi.

L’importanza degli specialisti

Per tornare alla nostra domanda su quanti capelli possono cadere al giorno, se notiamo una perdita abbondante e prolungata e per affrontare la calvizie con successo ci si dovrebbe rivolgere a medici specializzati in problemi di capelli. Con la loro esperienza clinica possono prescrivere terapie mirate e personalizzate al singolo paziente.
Infatti non solo la calvizie è di diversi tipi, ma su uno stesso soggetto possono coesistere più problemi di capelli. Tipicamente si può avere calvizie con effluvi ricorrenti e gli stessi effluvi possono cronicizzarsi e perdurare nel tempo.

Soluzioni sempre più popolari della calvizie stanno diventando i trapianti di capelli. Per questi ci si dovrà rivolgere ai chirurghi specializzati. Vi sono poi trattamenti come la mesoterapia e altre terapie che vengono praticate da medici specializzati in capelli.

Quanti capelli possono cadere al giorno?

Quando la caduta è eccessiva?

Come già detto, la perdita di capelli quotidiana è normale. Solo quando la caduta dei capelli è eccessiva può presentarsi un problema. A livello accademico si  afferma chiaramente che perdere da sino a 100 capelli al giorno è una cosa perfettamente normale.

Andamenti della caduta dei capelli in soggetti maschile e femminile senza problemi di capelli.

Pertanto, è logico che una quantità di capelli superiore a quella che cade normalmente ogni giorno è da considerarsi una perdita eccessiva. Tuttavia, se l’aumento della caduta non supera i 100 capelli e dura solo pochi giorni o poche settimane, la perdita è probabilmente qualcosa che non deve preoccupare.

Test per la caduta

È abbastanza comune il cosiddetto test di trazione”  (pull test) per capire se è il caso di preoccuparsi o meno. Per fare questo test, prima si spazzolano i capelli come di consueto. Poi, si separa delicatamente una piccola area di circa 100 capelli. Infine, questi capelli vengono tirati quanto basta per sentire lo strattone, ma non da provocare dolore. È più che probabile che si stacchino alcuni capelli, ma non più di una decina. Se ne vengono via più di dieci ci può essere motivo di preoccupazione.

Vi è poi il test del lavaggio” (wash test) in cui si contano i capelli caduti al lavaggio. Se questi sono più di 200 si può sospettare che si soffra di una forma più o meno grave di effluvio.

Il tricologo

Se la domanda su quanti capelli possono cadere in un giorno nasce perchè osserviamo una caduta dei capelli eccessiva, crescente o prolungata, o anche se si è semplicemente preoccupati, ci si dovrebbe rivolgere a uno tricologo. Il tricologo è un medico dermatologo specializzato in problemi di capelli Questi  sarà in grado di esaminare il cuoio capelluto e i vari sintomi e potrà anche eseguire test di vario tipo.

Questi test permetteranno di sapere esattamente cosa sta succedendo ai capelli. In questo modo lo specialista sarà in grado di mostrare le opzioni migliori e il da farsi. Potrebbe  consigliare trattamenti che si possono fare da soli a casa, oppure potrebbe suggerire trattamenti da effettuare presso lo studio medico.

Capelli in telogen in luce polarizzataCapello in fase telogen (di caduta) visto con microscopia in luce polarizzata (da documentazione S.I.Tri

Capelli spezzati

Un aspetto complicato che spesso non viene considerato è che i capelli possono rompersi alla radice. La rottura può portare più capelli sulla spazzola o nel lavaggio, ma non si tratta né di calvizie, né di effluvio, perché il fusto benché ridotto rimane nel follicolo.

Un tricologo è in grado di stabilire se si tratta di rottura, di effluvio o di calvizie. Con una lente d’ingrandimento si possono osservare i capelli caduti. Quando la radice si stacca a causa di un effluvio, su un’estremità di ciascun capello sarà presente un piccolo rigonfiamento come una pallina chiara.

Se il rigonfiamento non è presente, i capelli persi si sono spezzati e non sono caduti. Questo può essere  comunque un problema, ma ci sono molti modi semplici per ridurre al minimo la rottura, che è spesso causata da prodotti per capelli e styling aggressivi.

In ogni caso, è bene rivolgersi a un tricologo se si avverte la minima preoccupazione per i propri capelli. Se il tricologo non diagnostica una calvizie, ci si potrà tranquillizzare.

Conclusione

Rispetto a quanti capelli possono cadere al giorno, bisogna dire che a volte la quantità di capelli che si sta perdendo può non sembrare normale, anche se lo è. Si tenga conto che anche la lunghezza dei capelli può influenzare la percezione della quantità di capelli che si ritiene di perdere. Così può anche sembrare che si stiano perdendo sempre più capelli, quando invece i capelli persi si sono solamente allungati.

Lo stress psicofisico oggi è così diffuso che molte persone sperimentano gli effluvi. Molte persone pertanto si rivolgono ogni giorno ai medici specialisti in capelli. Così è molto facile che passi parecchio tempo tra la prenotazione di una visita e la visita stessa. Questo non deve essere ulteriore fonte di stress.

Nell’attesa ci si può attivare per far fronte alla caduta e contenerla. Se questa è causata da farmaci si può parlarne con il proprio medico per vedere se può prescrivere altri farmaci. In altri casi si possono iniziare a integrare sostanze che possono contrastare la caduta dei capelli ricorrendo a degli integratori specifici.

PRODOTTI CORRELATI


Vitaminity Biotina Liquida - Integratore Alimentare in forma liquida concentrata a base di Biotina (Vitamina H) per la pelle e i capelli

[Numero Voti: 1 Media: 5]


Markeuticals Accelerator Plus shampoo è uno shampoo delicato per uso quotidiano ad azione sebonormalizzante

[Numero Voti: 1 Media: 5]

APPROFONDIMENTI

Vitaminity Hair Booster Effluvium Recovery Complex

 

Caduta capelli stagionale: i migliori prodotti per te

Intervista al dott. Gigli: l’effluvio stagionale

[Numero Voti: 1 Media: 5]
Redazione Calvizie.net
Redazione Calvizie.net
La redazione di Calvizie.net è formata da medici, specialisti e appassionati al tema della tricologia. Dal 1999, ci dedichiamo a diffondere informazioni sempre aggiornate sulla cultura della salute dei capelli.
Da leggere
spot_img
spot_imgspot_img
Notizie correlate

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

The reCAPTCHA verification period has expired. Please reload the page.