La mesoterapia con i farmaci anticalvizie

Tra le tendenze terapeutiche recenti nella lotta alla calvizie spicca il miglioramento dell'efficacia dei noti farmaci minoxdil, finasteride e dutasteride ricorrendo a tecniche di somministrazione differenti da quelle abituali, una di queste tecniche è la mesoterapia. Vediamo di cosa si tratta.

0
Data di revisione
1171

tutti i diritti riservati riproduzione consentita purchè sia citata la fonte "www.calvizie.net"

[Numero Voti: 1 Media: 5]

tutti i diritti riservati
riproduzione consentita purchè sia citata la fonte "www.calvizie.net"

Cos’è la mesoterapia

La mesoterapia consiste nell’uso di iniezioni multiple intradermiche o sottocutanee di una miscela di composti in dosi minime, per mezzo di aghi molto fini, direttamente sopra o vicino alle sedi interessate.

La mesoterapia non è un novità nella lotta alla calvizie ma è recente il suo utilizzo con i farmaci anticalvizie. In precedenza era stata praticata con sostanze di derivazione naturale. Probabilmente la mesoterapia è stata rilanciata dal diffondersi in questi anni della tecnica PRP che però prevede l’iniezione sottocutanea nel cuoio capelluto del plasma ricco in piastrine ricavato dalla centrifugazione del sangue dello stesso paziente.

mesoterapia
La mesoterapia prevede di solito solo alcune applicazioni all’anno

Mesoterapia con dutasteride

Il primo farmaco  di cui si è avuto notizia di una sperimentazione con mesoterapia è stata la dutasteride , che è una molecola simile alla finasteride, ma capace di ridurre il  diidrotestosterone (DHT) in modo più completo perché inibisce entrambi i principali enzimi (e non solo uno, come finasteride) che trasformano il testosterone in questo suo metabolita che attiva il processo della calvizie androgenetica nei soggetti predisposti.

Questo farmaco anche se molto usato off label, non è ancora stato approvato dalla FDA  contro la calvizie. Lo si ritiene infatti più potente di finasteride e per questo se ne temono gli effetti avversi maggiori. La prudenza, quando si tratta di rimediare a un problema fondamentalmente estetico come la calvizie, ha fatto in modo che si cercassero approcci meno rischiosi con l’utilizzo topico e successivamente con la mesoterapia.

Anche il minoxidil

L’altro farmaco riconosciuto ufficialmente come efficace contro la calvizie è il minoxidil. L’uso approvato per la calvizie, a differenza di finasteride, è quello topico con l’applicazione in soluzione al 2 o 5%  sulla cute del cuoio capelluto.
Di recente il minoxidil è stato sperimentato contro la calvizie ad uso orale in basse dosi e quindi non poteva non essere utilizzato anche dagli specialisti che praticano la mesoterapia, una tecnica che può essere vista come una via di mezzo tra l’uso topico esterno e quello sistemico per via orale.

mesoterapia
I 4 gruppi del test. A parte il gruppo di controllo, agli altri tre è stato somministrato testosterone ogni giorno, ma i due gruppi trattati con finasteride (FNS) hanno avuto una ricrescita migliore.

L’ultimo studio con finasteride in microsfere

Lo studio più recente riguardante la mesoterapia è coreano ed è stato effettuato confrontando i risultati della somministrazione orale e tramite mesoterapia di finasteride racchiusa in microsfere di PLGA, ossia di acido poli(lattico-co-glicolico).

Il test è stato effettuato su 60 topi da laboratorio divisi in 4 gruppi ciascuno di 15 esemplari . Al gruppo di controllo, si sono aggiunti il gruppo cui è stato somministrato solo PLGA, il gruppo che ha ricevuto finasteride orale tutti i giorni per otto settimane e il gruppo a cui è stata iniettata con mesoterapia finasteride in microsfere di PLGA solo all’inizio del test.

Mesoterapia e assunzione orale risultati simili

A tutti gli animali, tranne a quelli del gruppo di controllo, sono stati somministrati giornalmente 0,5 mg di testosterone propionato per aumentare la formazione di DHT che impedisce la ricrescita normale dei peli asportati. Il gruppo trattato con finasteride orale ha assunto 0,01 mg per 6 settimane (in totale 0,56 mg), mentre al gruppo sottoposto alla mesoterapia è stata iniettata la soluzione di microsfere con finasteride solo al primo giorno del test per un quantitativo di 1,5 mg, dei quali la finasteride rappresentava il 20% ossia 0,3 mg.

In entrambi i gruppi trattati con finasteride la ricrescita è avvenuta alla sesta settimana e alla fine i risultati  dei due gruppi sono stati analoghi per la ricrescita totale (60% dei topi) e migliori per la ricrescita parziale nel gruppo trattato con mesoterapia (33,3% contro 26,7%).

L’utilità del test

Avendo ottenuto risultati simili con l’utilizzo di finasteride orale e con mesoterapia ci si può chiedere quale sia l’utilità di un test di questo tipo. Ebbene, i ricercatori fanno notare che con una sola “carica” iniziale di finasteride si possono ottenere gli stessi risultati di un’assunzione giornaliera per due mesi e oltre, inoltre la dose complessiva somministrata con la mesoterapia è quasi la metà di quella assunta per via orale e questo potrebbe ridurre anche i possibili effetti collaterali del farmaco.

Risultati incoraggianti quindi in vista di un prossimo test sui soggetti più significativi, ossia uomini con problemi di calvizie comune maschile.

 

ARTICOLI CORRELATI

Mesoterapia al cuoio capelluto

Vitaminity DHT Blocker Complex


€ 36,90


1 flacone da 120 compresse

Integratore alimentare multicomponente contro la caduta dei capelli a base dei migliori estratti vegetali e componenti anti-DHT: serenoa repens, pygeum africanum, ortica, thè verde, isoflavoni di soia, betasitosterolo, licopene, proantocianidine semi d’uva OPC, astaxantina e L-cisteina

omaggio


AnnurMets hair lozione


€ 19,90


1 flacone da 100ml

Lozione topica anticaduta e stimolante la ricrescita a base di estratto di mela annurca campana IGP (AnnurtriComplex) ricco in procianidina B2