mercoledì, Luglio 17, 2024
HomeAree tematicheCalvizie ComuneViagra come trattamento anticalvizie?

Viagra come trattamento anticalvizie?

spot_imgspot_img

Viagra come trattamento anticalvizie? La celebre pillola blu contenente il primo principio attivo contro la disfunzione erettile, potrebbe essere utilizzata a breve anche per contrastare la calvizie sotto forma di preparato a uso topico.

Primi risultati sperimentali

I primi risultati ottenuti in laboratorio, benché solo sui topi, fanno ben sperare di poter avere un nuovo rimedio contro la calvizie che affianchi i farmaci approvati ufficialmente ormai in uso da anni, la finasteride e il minoxidil.

L’azienda Topadur Pharma, una farmaceutica svizzera attiva nello sviluppare terapie innovative, sta infatti puntando su questa molecola che inibisce l’enzima fosfodiesterasi 5 (PDE5) per avere un’azione vasodilatatoria molto pronunciata con l’utilizzo topico.

L’ipotesi è che i capelli possano ricrescere contrastando la riduzione dell’afflusso di sangue al cuoio capelluto che porta alla calvizie. E’ in questo modo che il farmaco in fase di sperimentazione dovrebbe agire. Questo approccio non è una novità per i ricercatori che si occupano di trovare le possibili soluzioni ai vari tipi di calvizie.

Tuttavia la novità secondo Topadur è di aver sperimentato che il citrato di sildenafil (il nome tecnico del Viagra) sarebbe 1000 volte più attivo del minoxidil, il farmaco anticalvizie che ha un effetto simile utilizzato per contrastare la caduta dei capelli.

La struttura chimica del Viagra (Sildenafil).

Non solo Viagra

Il Viagra, come del resto il minoxidil, porta al rilascio di NO, l’ossido nitrico (o di azoto), che ha questo effetto vasodilatatore sui capillari. Ma insieme al Viagra nella formulazione sarà presente anche un’altra sostanza molto particolare che ha un effetto analogo, la nitroglicerina. A questa formulazione dei due attivi  è stato dato il nome di TOP-M119.

Molti media generalisti hanno gridato precocemente al miracolo per l’annuncio di questa nuova terapia, come usano fare da sempre per ogni ricerca che riesce a passare la barriera dell’informazione scientifica specializzata. Inutili dire che siamo solo agli inizi di tutto il processo che potrebbe portare alla commercializzazione di questo trattamento anticalvizie.

I test in Cina

Al momento non sono stati condotti studi sull’uomo, ma Topadur Pharma ha sottoscritto un accordo con il fondo di investimento cinese Oshen Holdings SA  per sviluppare la formulazione liquida del farmaco, è per produrre i primi trial clinici e commercializzare il farmaco in Cina una volta ottenuta l’approvazione.

I primi risultati

I risultati degli studi preclinici sui singoli composti di TOP-M119 sono stati molto incoraggianti. I ricercatori hanno constatato che il Viagra prolunga, come il minoxidil, la fase di crescita (angen) del ciclo pilifero dei topi.

sindrome dell'anagen corto

Anche il Viagra, come il minoxidil, sembra poter agire sulla fase di crescita del ciclo di vita dei follicoli dei capelli.

Un’altra ricerca ha evidenziato che i principi attivi di questo farmaco sono in grado di proteggere dalla caduta dei capelli innescata dalla ciclofosfamide, un farmaco usato in chemioterapia.

TOP-M119  agirebbe sul sistema di regolazione enzimatica cGMP (guanosina monofosfato ciclico), i cui livelli superiori favoriscono la circolazione sanguigna e con essa la crescita dei capelli.

Alcuni dubbi

Come riportato dall’articolo su questo farmaco pubblicato sul sito di “Il Fatto Quotidiano”, c’è perplessità da parte di altri esperti tricologi come il prof. Alfredo Rossi dell’Università La Sapienza di Roma che ha dichiarato i propri dubbi riguardanti l’emivita di queste due sostanze che è molto breve. L’emivita è il tempo di dimezzamento nell’organismo della quantità, della concentrazione o dell’attività di una sostanza.

Per il prof. Rossi anche  se questi farmaci vengono somministrati con iniezioni topiche o attraverso il microneedling  restano attivi per poche ore. E la ripetizione ogni poche ore della somministrazione del farmaco risulterebbe poco perseguibile. L’unica soluzione potrebbe consistere in una formulazione che contenga anche un veicolante che permetta un lento rilascio degli attivi nel tempo.

Per il prof. Rossi il minoxidil che viene usato da decenni ha un effetto molto più prolungato di queste sostanze vasodilatatrici che possono anche essere molto più potenti, ma il cui effetto si annulla in poco tempo. Per questo bisognerebbe somministrarle con coadiuvanti che ne prolunghino l’azione per più tempo dopo la loro applicazione topica, ma per il momento non si sa se sostanze di questo tipo entreranno nella formulazione di TOP-M119.

Nostro commento

Siamo al corrente da molti anni degli effetti tricologici del Viagra-sildenafil, dal momento che sono usciti vari studi su questo suo effetto. Questi studi hanno tutti considerato la sola somministrazione topica del farmaco che notoriamente viene usato invece a livello sistemico con l’assunzione orale contro la disfunzione erettile.

Diversi utenti del nostro forum Ieson utilizzano Viagra e sostanze analoghe per contrastare i veri o presunti effetti collaterali dei farmaci anti-dht come la finasteride o la dutasteride. Non risultano ricrescite miracolose in base all’assunzione orale di questo tipo di farmaci, anche se potrebbero non essere continue e quotidiane. A differenza del minoxidil il cui uso orale in funzione anticalvizie ora sta andando per la maggiore a livello mondiale. 

Derrmaroller

Ci sono diversi metodi per attivare la circolazione sanguigna locale, ad esempio i rulli con aghi, possono essere affiancati al minoxidil, ma non sostituirlo.

Peraltro la circolazione sanguigna dello scalpo è ritenuta necessaria per la vita dei capelli, che senza di essa perirebbero, ma non sufficiente per annullare la calvizie di tipo androgenetico, ossia la calvizie comune. Un farmaco 1000 volte più attivo sulla circolazione sanguigna del minoxidil potrebbe non avere la stessa sua azione sulla ricrescita dei capelli che pare dipendere da altre attività del minoxidil. Infatti i vari farmaci rubefacenti e vasodilatatori sperimentati come alternativi al minoxidil non hanno mostrato la stessa efficacia nella ricrescita dei capelli.

Infine va ricordato che la calvizie comune ha una base genetica e ormonale che non viene affrontata dai farmaci vasodilatatori che per questo motivo andrebbero sempre affiancati da sostanze anti-dht preferibilmente ad assunzione sistemica.

PRODOTTI CORRELATI


1 flacone da 150 capsule

Integratore nutrizionale specifico per capelli ad azione antiossidante, contiene i principali estratti naturali conosciuti per le loro proprietà di contrasto ai radicali liberi quali MSM, N-acetil cisteina, fitotoc...

[Numero Voti: 0 Media: 0]

1 flacone da 100ml

Lozione topica anticaduta e stimolante la ricrescita a base di estratto di mela annurca campana (AnnurtriComplex) ricco in procianidina B2

[Numero Voti: 0 Media: 0]

APPROFONDIMENTI

Viagra contro la calvizie ?

Finasteride e minoxidil: facciamo il punto

Le novità sul minoxidil orale

 

 

[Numero Voti: 0 Media: 0]
Redazione Calvizie.net
Redazione Calvizie.net
La redazione di Calvizie.net è formata da medici, specialisti e appassionati al tema della tricologia. Dal 1999, ci dedichiamo a diffondere informazioni sempre aggiornate sulla cultura della salute dei capelli.
Da leggere
spot_img
spot_imgspot_img
Notizie correlate

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

The reCAPTCHA verification period has expired. Please reload the page.