Integratori per caduta capelli e calvizie: test e risultati

I nutraceutici sono emersi recentemente come prodotti commercializzati per aumentare la crescita e lo spessore dei capelli. Di solito, questi integratori non hanno dei test rigorosi e dei dati statisticamente significativi che, invece, si applicano ai prodotti farmaceutici. Tuttavia, per due integratori sono stati effettuati una serie di test clinici rigorosi. Vediamo come è andata.

0
Data di revisione
1870

tutti i diritti riservati riproduzione consentita purchè sia citata la fonte "www.calvizie.net"

[Numero Voti: 6 Media: 3.3]

tutti i diritti riservati
riproduzione consentita purchè sia citata la fonte "www.calvizie.net"

Test rigorosi

In una recente pubblicazione, sono stati commentati i risultati di alcuni test su due integratori per caduta capelli in caso di calvizie androgenetica. I test sono stati tenuti su campioni significativi per un tempo di sei mesi con controlli intermedi e, soprattutto, raffrontati con il placebo. Inoltre, è bene ricordare che test rigorosi sui prodotti a base di sostanze naturali non sono frequenti.

Il primo prodotto

Il primo dei due integratori per caduta capelli è costituito da 21 ingredienti, tra cui un complesso proprietario che include fitoattivi standardizzati con proprietà antinfiammatorie, antistress/adattogene, antiossidanti e inibitorie del DHT clinicamente testate. I fitocomposti di questo complesso includono curcumina, piperina, ashwagandha, saw palmetto (serenoa) e tocotrienoli.

Curcumina e piperina

La curcumina è un potente agente antinfiammatorio e immunomodulante che ha dimostrato di inibire NF-K beta e diminuire il fattore di necrosi tumorale TNF-alfa e l’interleuchina IL-1, citochine infiammatorie coinvolte nella regressione follicolare. La curcumina inibisce anche l’espressione del recettore degli androgeni, che notoriamente è sopra espresso nei follicoli nell’alopecia androgenetica. La somministrazione con la piperina, che si trova nel pepe nero e nel pepe lungo, aumenta la biodisponibilità della curcumina e ha dimostrato di aumentarne i livelli plasmatici fino al 154% dopo l’ingestione.

Fig. 1: L’integratore Anti-Age di Vitaminity contiene, tra le altre cose, ashwagandha (Withania somnifera), curcumina e piperina.

Ashwagandha

L’ashwagandha è una pianta che contiene lattoni steroidei che modulano e riducono i livelli di cortisolo. In uno studio randomizzato, in doppio cieco e controllato con placebo su 98 pazienti, l’integrazione giornaliera con il 10% di withanolide di un estratto di ashwagandha ha mostrato riduzioni statisticamente significative del cortisolo, della proteina C-reattiva del siero, della pressione sanguigna e delle sensazioni soggettive di stress rispetto al placebo.

Serenoa

L’estratto di Serenoa repens (o saw palmetto) è un inibitore naturale di entrambi i tipi I e II di 5-alfa reduttasi che impedisce la conversione del testosterone in DHT. Uno studio su 100 uomini con AGA da lieve a moderata che sono stati trattati con 320 mg di serenoa o 1 mg di finasteride al giorno per due anni ha rivelato un miglioramento significativo nel 38% dei pazienti che assumevano serenoa e nel 68% dei pazienti che assumevano finasteride. Nonostante la maggiore efficacia della finasteride, serenoa costituisce un’alternativa per evitare gli effetti collaterali sulla sfera sessuale e la falsa riduzione dei livelli di antigene prostatico specifico (PSA).

Vitamina E

Le isoforme della vitamina E consistono in quattro tocoferoli e quattro tocotrienoli che sono potenti scavengers di radicali liberi. Uno studio randomizzato e controllato con placebo su 38 pazienti con calvizie ha mostrato un aumento statisticamente significativo del numero di capelli pari al 38% sul dato iniziale rispetto al placebo. Gli autori hanno concluso che l’effetto era molto probabilmente dovuto all’attività antiossidante, all’inibizione della perossidazione lipidica e dello stress ossidativo nel cuoio capelluto.

Altre sostanze

Oltre agli attivi elencati sopra, il prodotto testato contiene aminoacidi, collagene marino, acido ialuronico, kelp organico, vitamine e minerali. Queste sono sostanze che si ritiene possano risultate utili nella risposta allo stress e per la salute dell’intestino, della tiroide e anche dei capelli.

Fig.2: I tocotrienoli sono estratti dai frutti della palma. 

Il test sulle donne

Uno studio randomizzato, in doppio cieco e controllato con placebo di sei mesi, ha analizzato l’efficacia del prodotto nel promuovere la crescita capelli. 40 donne sane di età compresa tra i 21 e i 65 anni con un diradamento dei capelli sono state separate a caso in due gruppi. 26 soggetti hanno ricevuto la dose giornaliera dell’integratore e 14 soggetti che ricevevano il placebo.

Il numero di capelli terminali e miniaturizzati (vellus) è stato analizzato sulla base di fototricogrammi di un’area di 1cm2 lungo l’osso frontale al giorno 0, al 90° giorno e al 180° giorno.

Integratori per caduta capelli: i risultati principali

I soggetti che hanno assunto l’integratore hanno mostrato un aumento del numero di capelli terminali del 6,8% e del 10,4% a 90 e 180 giorni rispettivamente, in confronto allo 0,07% e al 3,5% del gruppo del placebo. Il numero di vellus è aumentato del 10,1% e del 15,7% a 90 e 180 giorni nel gruppo che ha assunto il prodotto, nel gruppo del placebo si è invece avuta una diminuzione dei vellus del 2,9% e del 2,2% a 90 e 180 giorni.

Non c’è stata differenza statisticamente significativa nel diametro medio del fusto dei capelli tra il gruppo di trattamento e del placebo in nessun periodo del test.

Risultati secondari

I punteggi dati dai ricercatori per la crescita, la qualità e la qualità dei capelli sono aumentati significativamente dal giorno 0 al 180° giorno. L’80% dei soggetti del gruppo trattato ha riportato un miglioramento significativo nella crescita dei capelli rispetto al 46,2% dei soggetti che hanno assunto il placebo. I soggetti che hanno assunto l’integratore hanno riportato anche un miglioramento del volume generale dei capelli, nuovi capelli visibili, maggior tasso di crescita dei capelli e miglioramenti dei livelli di stress e ansia, della qualità del sonno, nonché della morbidezza e della salute della pelle.

Alcuni casi

Una recente serie di casi ha dimostrato un miglioramento clinico in quattro soggetti che assumevano questo integratore come unica terapia. Una donna di 52 anni che aveva precedentemente fallito un ciclo di diversi mesi di minoxidil topico ha mostrato un aumento della densità dei capelli dopo 7 mesi. Una donna di 45 anni con segni precoci di perdita diffusa di capelli ha mostrato un miglioramento della densità dei capelli dopo 4 mesi. Un uomo di 37 anni con calvizie precoce e una forte storia familiare di alopecia androgenetica che aveva precedentemente fallito con il minoxidil ha mostrato una migliore crescita dei capelli e una diminuzione della caduta. Infine, una donna di 38 anni con un diradamento diffuso precoce sulle tempie ha sperimentato una maggiore densità dopo tre mesi di uso quotidiano. Nessuno di questi pazienti ha riportato effetti collaterali e si sono detti tutti soddisfatti di questi miglioramenti.

Il secondo degli integratori per caduta capelli

Il secondo prodotto è un integratore orale basato su un complesso di derivazione marina studiato per promuovere la crescita dei capelli sia negli uomini che nelle donne. Gli ingredienti chiave includono una miscela brevettata di polvere di squalo e mollusco derivata da fonti marine sostenibili, Equisteum arvense (forma naturale di silice), Malpighia glabra (l’acerola che fornisce vitamina C), biotina e zinco. Altri ingredienti includono calcio, ferro, estratto di semi di miglio, estratto di semi di lino, procianidina B2 (cioè, estratto di mela), L-cistina e L-metionina a seconda della formulazione.

Fig.3: Nell’integratore Vitaminity a base di estratti di mela annurca titolati in procianidina B2 è presente anche l’equiseto.

Un primo test

Nel primo studio randomizzato con gruppo di controllo, 15 donne sane con diradamento dei capelli hanno assunto l’integratore orale o il placebo due volte al giorno per 180 giorni. Un’area di 2 cm2 del cuoio capelluto è stata selezionata per la conta dei capelli, che è stata eseguita inizialmente e dopo 90 e 180 giorni di trattamento. Il numero medio di capelli terminali nel gruppo del trattamento è aumentato da 271,0 a 571 e 609,6 a 90 e 180 giorni, rispettivamente. Al contrario, il numero medio di capelli terminali nel gruppo placebo è diminuito a 90 e 180 giorni. Il numero medio di capelli vellus non è cambiato significativamente in entrambi i gruppi.

Dopo 90 giorni molti soggetti nel gruppo trattato hanno riportato miglioramenti nel volume generale dei capelli, nella copertura del cuoio capelluto e nello spessore dei capelli. Ulteriori miglioramenti notati a 180 giorni nel gruppo di trattamento sono stati una maggiore lucentezza dei capelli e una pelle più idratata e liscia. Non sono stati riportati eventi avversi.

Altre versioni e altri test

Altre versioni del prodotto con alcune differenze nei dosaggi degli attivi, sono state oggetto di altri test anche su campioni più numerosi che hanno prodotto pressappoco gli stessi risultati. Con un test in cui il prodotto veniva assunto due volte al giorno si è visto anche un miglioramento nello spessore dei capelli terminali. Da una media di 60 micron, si è passati a 90 giorni a una media di 70 micron e a quella di 67 micron a 180 giorni. Un minimo ispessimento del fusto medio dei capelli vellus, si è avuto con il test che prevedeva l’assunzione tre volte al giorno dell’integratore.

Test sugli uomini

La versione per la calvizie maschile di questo integratore che contiene comunque gli stessi ingredienti elencati gli estratti di derivazione marina, quelli di equiseto e di semi di lino, lo zinco e la vitamina C, ha pure mostrato dei miglioramenti nei test effettati nell’arco di 6 mesi. 60 uomini sani con calvizie maschile clinicamente diagnosticata sono stati sorteggiati a caso per ricevere l’integratore o il placebo due volte al giorno per 180 giorni. Un’area bersaglio individuata prima del trattamento sulla linea mediana del cuoio capelluto è stata scelta per le immagini digitali bidimensionali e la triconalisi all’inizio, a 90 giorni e 180 giorni.

Risultati sugli uomini

La conta dei capelli totali è aumentata in media da 162,2 a 169,1 e 174,9 rispettivamente a 90 e 180 giorni. Invece, la densità (n°/cm2) totale dei capelli è aumentata da 159,7 a 166,5 e 172,2 rispettivamente a 90 e 180 giorni. Mentre, la densità dei capelli terminali è aumentata da 121,9 a 127,7 e 130,3 rispettivamente a 90 e 180 giorni. I ricercatori non hanno osservato nessun miglioramento in questi parametri nel gruppo placebo.

I soggetti nel gruppo trattato con l’integratore hanno anche riportato miglioramenti significativi in diverse misure di qualità della vita e negli elementi di autovalutazione. Fra questi, vi sono la crescita generale e il volume dei capelli, la forza dei capelli e delle unghie, e la salute della pelle. Non sono stati riportati eventi avversi.

Fig.4: L’estratto ad alta titolazione lipidico-sterolica di Serenoa repens è l’unica sostanza testata contro la calvizie nel lungo periodo risultando efficace.

Un discorso in generale

In questa pubblicazione scientifica, sono stati riepilogati gli studi più recenti e più rigorosi su due prodotti contro la calvizie a base di attivi naturali. Gli attivi naturali e le loro varie combinazioni hanno in genere pochi test clinici alle spalle. Questo accade anche per una questione di costi eccessivi di questi test rispetto ai benefici economici che ne possono derivare. Infatti, non si può avere un’esclusiva con un brevetto sulle sostanze naturali comuni.

L’importanza dei test clinici che abbiamo illustrato qui sopra, a nostro avviso, non è legata agli specifici prodotti che non sono molto diversi da altre buone formulazioni analoghe che esistono in commercio, ma ai risultati ottenuti con principi attivi naturali contro la calvizie di uso abbastanza diffuso. Si tratta, quindi, di un discorso generale sulla validità dei cosiddetti nutraceutici in funzione anticalvizie.

Il parere degli autori

Gli autori della pubblicazione hanno definito i risultati qui esposti “modesti”. Tuttavia, questi risultati ci sono e non sono così distanti da quelli ottenibili con i farmaci contro la calvizie nello stesso lasso di tempo. Per gli autori questo tipo di integrazione risulta utile, ma sarebbe da affiancare ai farmaci approvati per consolidarne l’azione.

Il nostro parere

Di certo, non si può dissentire dal parere degli autori della pubblicazione. Tuttavia, facciamo notare che se si agisse per tempo contro la calvizie – cosa che spesso non accade – con questi risultati dei nutraceutici anticalvizie si potrebbe mantenere una capigliatura sana per un tempo indefinito. Ovviamente questa affermazione dovrebbe essere suffragata da studi a più lungo termine sugli integratori per caduta capelli e calvizie, ma questo tipo di test clinici sono ancora più rari.

L’unico test clinico di lungo periodo è comunque il sopracitato confronto tra serenoa e finasteride che è durato 2 anni e che depone in modo favorevole per un effetto a lungo termine anche dell’attivo naturale che emula finasteride.

 

APPROFONDIMENTI 

Top 5 integratori per capelli e calvizie

Per curare la calvizie possono bastare gli integratori?

Integratori per capelli: guida alla scelta

PRODOTTI CORRELATI 


1 Flacone da 60 compresse

Integratore alimentare a base di estratto secco di Mela Annurca campana IGP, Serenoa repens (Saw palmetto), Mela titolata al 4% in procianidina B2, Fillanto, radice di Ortica con Betasitosterolo


1 Flacone da 100ml

Kmax Hair Growth Therapy Spray. Nuova lozione spray di Kmax per un trattamento topico intensivo volto a stimolare il naturale ciclo di ricrescita dei capelli. Basato su una formula innovativa, combina principi attivi ad alto ...

Rispondi

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome qui