Per curare la calvizie possono bastare gli integratori?

Il test ha riguardato 400 persone in tutto, 200 maschi e 200 femmine, con 100 persone per ogni sesso inserite in un gruppo di controllo che per un anno ha applicato minoxidil 2% (1 ml 2 volte al giorno) e, solo i maschi, hanno assunto finasteride nella classica dose di 1 mg al giorno, mentre il gruppo sotto trattamento ha assunto il mix di integratori e ha utilizzato minoxidil 2% con le stesse modalità, ma non ha utilizzato finasteride.

6
Data di revisione
1291

tutti i diritti riservati riproduzione consentita purchè sia citata la fonte "www.calvizie.net"

[Numero Voti: 2 Media: 5]

tutti i diritti riservati
riproduzione consentita purchè sia citata la fonte "www.calvizie.net"
integratori

Il chirurgo indiano specialista in trapianti di capelli Rajendrasingh Rajput, ha condotto dei test presso la clinica in cui opera su gruppi di volontari maschi femmine con vari gradi di calvizie per verificare l’efficacia di alcuni  integratori riportando risultati incoraggianti. 

Il test ha riguardato 400 persone in tutto, 200 maschi e 200 femmine, con 100 persone per ogni sesso inserite in un gruppo di controllo che per un anno ha applicato minoxidil 2% (1 ml 2 volte al giorno) e, solo i maschi, hanno assunto finasteride nella classica dose di 1 mg al giorno, mentre il gruppo sotto trattamento ha assunto il mix di integratori e ha utilizzato minoxidil 2% con le stesse modalità, ma non ha utilizzato finasteride. 

L’obiettivo del chirurgo dello studio era appunto quello di poter vedere ricrescita evitando finasteride o altri anti-dht anche naturali, dal momento che il gruppo trattato ha assunto a rotazione due volte alla settimana per ciascuno dei sei integratori utilizzati, le seguenti sostanze: antiossidanti, calcio, vitamina D3, magnesio, il lunedì e il mercoledì; ferro, acido folico, vitamina C con Omega 3, il  martedì e il venerdì; aminoacidi essenziali e vitamine del gruppo B con biotina, il giovedì e il sabato (domenica senza integrazione o con integratore specifico per alcuni soggetti). 

L’alternarsi degli integratori è motivato dal dott. Rajput come il tentativo di evitare o di ridurre al minimo interazioni tra gli stessi e sono stati evitati i sovradosaggi che secondo lo specialista possono essere dannosi per il corpo e quindi anche per i capelli. 

In generale, sostiene il dott. Rajput la “caduta dei capelli” non è dovuta solo a fattori ormonali e genetici e gli integratori con antiossidanti possono combatterla con efficacia tenendo conto che la loro azione dovrebbe comunque contrastare anche quella del ormone DHT nella calvizie comune o androgenetica, inibendo il fattore TGF beta 1 che blocca la crescita dei capelli. 

integratori
Un recupero con integratori senza usare neppure il minoxidil dopo soli 4 mesi.
integratori
Un recupero con integratori e minoxidil 2% dopo 2(B) e dopo 6 mesi (C).

Altra questione che affronta questo studio è quella delle carenze nutrizionali che sarebbero spesso “subcliniche” ossia non rilevate perché il corpo in carenza di alcune sostanze importanti come il ferro e il calcio, attingerebbe alle proprie riserve depauperando le cellule di vari distretti a cominciare da quelle dei follicoli dei capelli, ossia frenando la crescita dei capelli. 

Pertanto gli esami di sangue e urine di soggetti con calvizie mostrerebbero situazioni normali perché nei fluidi verrebbero riversati i prelievi di queste sostanze dal resto del corpo, mentre situazioni di carenza di un solo elemento possono nascondere facilmente carenze di molti altri elementi che lavorano in equilibrio tra loro e che vengono prelevati dal corpo e dai capelli azzerandone la crescita. 

integratori
Un altro buon recupero maschile con integratori e minoxidil 2% a 2(B) e a 6 mesi(6).
integratori
Un recupero femminile a 4 mesi con integratori (e forse senza minoxidil).

Lo stesso studio mette però in guardia dai sovradosaggi che si possono raggiungere con gli integratori e che potrebbero sortire l’effetto opposto, ad esempio il ferro è un ossidante e il calcio in eccesso può portare all’apoptosi (morte) delle cellule e alla eccessiva escrezione dello stesso da parte dei reni con prelievo da ossa e anche dai follicoli di peli e capelli.  

Per questo l’approccio utilizzato punta a  dosaggi moderati e con rotazione degli integratori lungo la settimana per evitare interazioni che ridurrebbero l’assorbimento delle sostanze integrate, ad esempio proprio il ferro e il calcio hanno la tendenza a chelarsi fra loro e a ridurre la loro disponibilità se assunti contemporaneamente. 

Secondo questo studio i risultati di questo approccio con gli integratori in funzione anti-calvizie si potrebbero vedere già dopo soli due mesi con risultati consolidati già al quarto mese. A due mesi la densità media sarebbe aumentata del 18% e al quarto mese del 30% (per proseguire col 51% a metà anno e col 76% alla fine dell’anno di test). Lo spessore del capello medio aumenterebbe del 9% a due mesi e del 21% al quarto mese, mentre già nel primo mese si arresterebbe la caduta.  

 

ARTICOLI CORRELATI

Vitaminity B-Mineral Complex

Vitaminity Liquid Biotin: integratore in gocce di biotina liquida (vitamina H)

Vitaminity Anti-Ox Complex: un nuovo integratore antiossidante

 

 

marlin

Amministratore
Staff
9 Maggio 2004
27,586
68
2,015
Milano
Lo studio è interessante, ma ovviamente sarebbe stato meglio che non avessero usato anche minox (al 2%, ma 1ml x 2 al dì). Questo perché se prendi un gruppo di 100 persone un tot di ottimi risponditori al minox lo trovi di sicuro. Infatti ho "sottolineato" le foto di uno che non avrebbe usato minox e che ha avuto buoni risultati.

Qui non ci dovremmo meravigliare più di tanto perché abbiamo visto in tanti anni che gli integratori non sono proprio acqua fresca (come qualcuno sostiene), comunque nel titolo ho preferito mettere il punto interrogativo, perché non so se da soli possono bastare, forse appunto in un caso su 100.

Ciao

MA - r l i n
 

marlin

Amministratore
Staff
9 Maggio 2004
27,586
68
2,015
Milano
Sì, ma il tipo è un chirurgo dei capelli che vorrebbe evitare di far assumere ai pazienti finasteride, nello studio questo obiettivo appare chiaro. Ossia, non puntava a rendere indipendenti gli integratori, ma proporli come efficaci sostituti di fina.

Ciao

MA - r l i n
 

fernandito91

Utente
9 Luglio 2012
56
0
65
E se si volesse provare quali sarebbero le quantità? Bisognerebbe sempre farsi seguire da un medico e fare le analisi periodiche per monitorare ed evitare così il sovradosaggio giusto?
 

mibe

Utente
8 Marzo 2006
265
1
265
Bisognerebbe anche capire se tra gli integratori indicati ce ne sono uno o due che sono molto più efficaci degli altri e concentrarsi magari su quello/i.
 

marlin

Amministratore
Staff
9 Maggio 2004
27,586
68
2,015
Milano
Per la calvizie comune pare appunto che siano da consigliare gli anti-ox in primis, più che altro quelli che contrastano il Tgf-beta (come la procianidina B2 degli estratti di mela annurca). Se si volesse provare si può fare, con gli integratori linkati nell'articolo che non hanno sovradosaggio (essendo europei e non USA).

Ciao

MA - r l i n
 

marlin

Amministratore
Staff
9 Maggio 2004
27,586
68
2,015
Milano
Stando allo studio sarebbe da affiancare il B-Mineral complex:

https://www.vitaminity.com/b-mineral-complex.html

Da prendere almeno tre giorni alla settimana, perché contiene un po' tutti gli elementi richiesti, ferro, magnesio, zinco, rame, potassio, selenio, e pure la biotina insieme appunto a tutto il gruppo B.

Ciao

MA - r l i n
 

fernandito91

Utente
9 Luglio 2012
56
0
65
Stando allo studio sarebbe da affiancare il B-Mineral complex:

https://www.vitaminity.com/b-mineral-complex.html

Da prendere almeno tre giorni alla settimana, perché contiene un po' tutti gli elementi richiesti, ferro, magnesio, zinco, rame, potassio, selenio, e pure la biotina insieme appunto a tutto il gruppo B.

Ciao

MA - r l i n
Basterebbe aggiungere aggiungere quest’ultimo? o anche il resto linkato nello studio...comunque ho già deciso che proverò questo percorso... sempre molto gentile Marlin
 

andrea_tucci

Utente
7 Febbraio 2007
4,007
1
915
In sintesi questi integratori come si dovrebbero assumere? Vitaminity anti ox alternato a B-mineral complex .Mela annurca e serenoa da usare sempre.
 

marlin

Amministratore
Staff
9 Maggio 2004
27,586
68
2,015
Milano
In quell'integratore c'è quasi tutto quello che richiede lo studio, magari lo si può prendere 3 volte la settimana e non ogni giorno per rispettare le pause previste dallo studio. Manca il calcio che a suo tempo non fu messo perché già allora molti se la menavano con la "calcificazione" che però non si verifica per un eccesso di calcio. Il calcio si può prendere con l'alimentazione, se non si hanno problemi di seborrea, in primis con latte e latticini, altrimenti ci sono vegetali :

https://www.ok-salute.it/alimentazione/cibi-ricchi-calcio-non-latticini/2/

Ciao

MA - r l i n
 

dirt

Utente
1 Ottobre 2013
49
19
15
In quell'integratore c'è quasi tutto quello che richiede lo studio, magari lo si può prendere 3 volte la settimana e non ogni giorno per rispettare le pause previste dallo studio. Manca il calcio che a suo tempo non fu messo perché già allora molti se la menavano con la "calcificazione" che però non si verifica per un eccesso di calcio. Il calcio si può prendere con l'alimentazione, se non si hanno problemi di seborrea, in primis con latte e latticini, altrimenti ci sono vegetali :

https://www.ok-salute.it/alimentazione/cibi-ricchi-calcio-non-latticini/2/

Ciao

MA - r l i n
Scusa marlin mi sono perso, a quale integratore ti riferisci nella frase "c'è tutto quello che richiede lo studio", al B-mineral complex da solo?