Vitamina C e capelli

La vitamina C è essenziale per la salute del nostro organismo e per il benessere dei capelli. In quest'articolo, tratto da "Prevenire e contrastare la caduta di capelli", l'autore Fabrizio Fantini ci spiega perché.

0
Data di revisione
1245

tutti i diritti riservati riproduzione consentita purchè sia citata la fonte "www.calvizie.net"

[Numero Voti: 2 Media: 3]

tutti i diritti riservati
riproduzione consentita purchè sia citata la fonte "www.calvizie.net"
vitamina c e capelli

Vitamina C

La vitamina C merita un discorso a parte in quanto è una delle vitamine più importanti per il nostro organismo.

L’uomo, la cavia e anche gli altri primati non sono in grado di sintetizzarla e quindi occorre introdurla con la alimentazione tutti i giorni, in quanto il suo apporto costante contribuisce a mantenerci in salute.

La vitamina C interviene in numerosi processi metabolici e enzimatici del nostro organismo, stimola il sistema immunitario permettendoci di reagire meglio agli agenti batterici e virali.

Libro sulla calvizie: Prevenire e contrastare la caduta dei capelli (2a edizione)

Vitamina C: a che cosa serve?

Contribuisce alla formazione del collagene, costituente fondamentale del tessuto connettivo della pelle, delle ossa e dei denti.

È coinvolta nella produzione degli ormoni surrenalici (adrenalina), della carnitina, degli acidi biliari, nella liberazione delle prostaglandine, sostanze mediatrici dell’infiammazione e nel metabolismo dell’istamina, molecola responsabile di numerose reazioni allergiche.

La vitamina C ha anche una forte azione antiossidante per cui protegge l’organismo e anche i nostri capelli dai danni dei radicali liberi.  È in grado di contrastare la formazione di nitrosammine  sostanze responsabili di alcuni tumori. Infine, permette l’assorbimento del ferro, la cui carenza è una delle cause più frequenti di telogen effluvium.

  • Blocca l’azione dei radicali liberi ossigenati quali il superossido, l’idrossile e il radicale ossigeno;
  • Potenzia il sistema immunitario; si può, infatti, considerare una vitamina “antistress”;
  • Ha una azione di prevenzione di alcuni tumori, in quanto blocca le nitrosammine;
  • Modula la sintesi delle prostaglandine, sostanze mediatrici dell’infiammazione;
  • Favorisce l’assorbimento del ferro. 

La vitamina C va introdotta con l’alimentazione tutti i giorni e abbondantemente, perché si distrugge facilmente con il calore, la luce e l’ossigeno. Le fonti principali sono la frutta e la verdura e in particolare gli agrumi come le arance e i limoni.

Carenze vitamina C e consigli utili

I casi di leggere carenze di vitamina C sono più frequenti di quello che pensiamo, in quanto esistono altri fattori che contrastano la sua azione, primo fra tutti il fumo che è in grado di raddoppiare o triplicare il fabbisogno.

Anche lo stress, gli antibiotici e gli estrogeni sono nemici della vitamina C. L’aspirina invece ne provoca una maggior eliminazione. Il consiglio è quello di mangiare frutta e verdura di stagione appena comprata o di conservarla in frigo al massimo per qualche giorno. Per la cottura sarebbe meglio utilizzare il forno microonde o cuocere a vapore.

Il fabbisogno giornaliero varia tra i 50-60 ai 100 mg e supplementazioni di vitamina C anche superiori possono essere solo utili. Naturalmente, non bisogna esagerare!

Fabbisogno vitamina C
  60-100 mg al giorno

La vitamina C in eccesso (oltre i 3 gr/die) viene eliminata con le urine e se si fanno cicli di cure prolungate (sotto controllo medico) con alti dosaggi è importante calare la dose in maniera graduale se no si potrebbe incorrere a sintomi simili a quelli carenziali.

Dosi troppo elevate potrebbero causare disturbi gastrici e formazione di calcoli renali di acido urico e ossalico (non superare 10 gr/die), non esiste comunque in pratica una ipervitaminosi da vitamina C.

Sostanze favorevoli   Vitamine del gruppo B Sostanze dannose   Fumo, estrogeni, aspirina, calore, luce, aria, antibiotici e aspirina Sintomi da carenza   Astenia, affaticamento, minor resistenza alle infezioni, emorragie nasali e gengivali, dolori ossei e muscolari

 

Tratto da F. FANTINI, Prevenire e contrastare la caduta di capelli, Tecniche Nuove, 2018, Seconda Edizione. 

 

APPROFONDIMENTI

Effluvi associati alle vitamine

Libro sulla calvizie: Prevenire e contrastare la caduta dei capelli (2a edizione)

PRODOTTI CORRELATI 


1 flacone da 120 compresse

Integratore alimentare a base di Vitamina C (acido ascorbico) 1000mg per compressa

 


1 Libro

Questo libro, frutto di una accurata ricerca svolta sulla base degli studi scientifici più recenti nel campo della calvizie comune, spiega con un linguaggio semplice e chiaro come fermare la progressione del diradamento dei capelli nei c...

Rispondi

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome qui