Serenoa Repens: vecchie e nuove scoperte

L'estratto di Serenoa repens costituisce la principale terapia naturale utilizzata contro la calvizie comune. Le componenti più attive di questo estratto sono state identificate in alcuni acidi grassi. Ma alcuni studi hanno mostrato che l'estratto di Serenoa possiede altri attivi interessanti. Vediamo quali.

5
Data di revisione
1310

tutti i diritti riservati riproduzione consentita purchè sia citata la fonte "www.calvizie.net"

[Numero Voti: 1 Media: 5]

tutti i diritti riservati
riproduzione consentita purchè sia citata la fonte "www.calvizie.net"
serenoa_repens_

Prostata e calvizie

L’estratto di Serenoa repens viene utilizzato principalmente per l’ipertrofia prostatica benigna. Questa patologia è dovuta all’azione degli androgeni e in particolare del DHT, il diidrotestosterone. Pertanto, la patogenesi è analoga a quella della calvizie comune. Gli enzimi che trasformano il testosterone in DHT vengono inibiti dai farmaci come finasteride e dutasteride, ma anche dagli attivi di alcune sostanze naturali come la Serenoa.

Acidi grassi

Le sostanze di Serenoa che inibiscono gli enzimi 5 alfa reduttasi che trasformano il testosterone in DHT sono dei lipidi. In particolare, sono stati individuati degli acidi grassi come il laurico e il miristico che hanno la più elevata attività di inibizione di questi enzimi. La Serenoa è una piccola palma e viene, infatti, anche chiamata Sebal serrulata, Saw Palmetto o palmetta della Florida.

Di questo tipo di acidi grassi sono ricchi i frutti della palme e, soprattutto, ne è ricca la noce della palma da cocco. Per questo motivo, vengono utilizzati come sostituti degli estratti di Serenoa l’olio e il latte di cocco.

Serenoa ha qualcosa in più?

Gli studi che hanno individuato in alcuni acidi grassi gli attivi più efficaci di Serenoa hanno altresì indicato che sarebbe la loro forma libera negli estratti titolati ad avere questa attività di riduzione del DHT. Tuttavia, altri studi hanno mostrato che gli estratti di Serenoa possiedono anche altre sostanze dotate di questa attività. Un primo studio individuava degli ulteriori attivi di Serenoa nei derivati dell’acido antranilico.

serenoa_repens_vit

Fig.1: La pianta di Serenoa repens e l’estratto lipidico-sterolico ad alta titolazione di acidi grassi nell’integratore Vitaminity Serenoa Repens Extract 320 mg

I due estratti di Serenoa

L’estratto di Serenoa che vanta più studi sull’attività anti-DHT dei frutti di questa pianta è quello lipidico-sterolico. In pratica, è un estratto oleoso che viene confezionato in perle trasparenti, dette anche capsule molli o softgel. Ha una titolazione in acidi grassi minima dell’85% e massima del 95%. Con questo estratto, al di fuori degli acidi grassi, c’è quindi spazio per poche altre sostanze attive di Serenoa.

Invece, l’altro estratto si presenta come una polvere grassa. Infatti, ha titolazione in acidi grassi inferiore che può andare dal 30 al 45%. Questo estratto viene spesso utilizzato negli integratori che hanno anche altre sostanze che rafforzano l’azione di Serenoa e lascia molto spazio anche agli altri attivi di Serenoa.

Beta-sistosterolo

Uno degli attivi presenti maggiormente negli estratti di Serenoa è il beta-sitosterolo. Uno sterolo vegetale che sarebbe attivo contro il DHT e a cui viene attribuita una debole attività estrogenica di cui dovrebbero beneficiare i capelli. Non si tratta comunque di un attivo esclusivo di Serenoa essendo molto diffuso in moltissime specie vegetali. In alcuni integratori a base di Serenoa viene, infatti, aggiunta questa sostanza per potenziarne l’azione.

Acido miristoleico

Alcuni studi recenti hanno evidenziato l’azione di questo raro acido grasso nel contrasto della calvizie e nel favorire la crescita dei capelli. Una delle piante che in natura hanno più acido miristoleico è proprio la Serenoa. Questo acido grasso si può considerare un derivato dell’acido miristico di cui la Saw Palmetto abbonda e che è riconosciuto attivo nell’inibizione degli enzimi che sintetizzano DHT. Tuttavia, lo studio più recente lo evidenzia come attivatore della crescita dei capelli.

olio_cocco_capelli

Fig.2: L’olio di cocco ha in grande quantità gli acidi grassi anti-dht della Serenoa, ma l’estratto di Serenoa ha anche altri attivi efficaci.

Serenoa e prolattina

Il ruolo della prolattina nella calvizie comune è stato evidenziato di recente. Uno studio di qualche tempo fa aveva individuato proprio nell’estratto lipidico-sterolico di Serenoa un’attività di interferenza col segnale di trasduzione del recettore della prolattina. Questa azione è molto utile nel ridurre l’ingrossamento della prostata in cui la prolattina riveste un ruolo primario insieme al DHT. Risulta, quindi, utile anche per contrastare la calvizie comune per cui è stato evidenziato di recente il ruolo di questo ormone.

Serenoa Repnes: il miglior trattamento anticalvizie?

Alla luce di tutte queste scoperte su Serenoa, c’è da chiedersi se l’assunzione del suo estratto non sia quindi il più efficace trattamento anticalvizie che abbiamo a disposizione. L’esperienza supportata da degli studi di lungo periodo dicono però che Serenoa è utile a bloccare la calvizie, ma è superata dai farmaci come finasteride e dutasteride. L’azione di Serenoa è meno mirata e specifica di quella dei farmaci, ma si potrebbe dire che agendo in più direzioni ottiene comunque dei risultati medi apprezzabili.

Serenoa senza effetti collaterali?

Questa azione combinata su più fronti di Serenoa potrebbe essere il segreto dei minori effetti collaterali che può provocare rispetto ai farmaci. Per esempio, se inibire gli androgeni e, in primo luogo, il DHT può portare ad aumentare gli estrogeni e ad avere effetti collaterali sulla sessualità maschile, l’azione contro la prolattina può contrastare questa tendenza. Senza contare che l’azione anti-dht è comunque inferiore a quella dei farmaci e, quindi, meno problematica.

butter_kombo

Fig.3: Il burro di Kombo, ricco di acido miristoleico, non pare l’ideale per applicazioni topiche.

Quale Serenoa è meglio?

I più importanti studi su questa palma sono quelli eseguiti utilizzando Permixon®, un prodotto farmaceutico. In alcuni test, svolti per conto dei produttori di questo prodotto, si è voluto evidenziare la specificità di questo estratto. Altri studi hanno mostrato che estratti di Serenoa diversi possiedono diversa efficacia. Infine, uno studio italiano ha addirittura evidenziato come alcuni prodotti commerciali non contenessero estratti di Serenoa, ma acidi grassi di origine animale o sintetica.

Esistono, quindi, degli estratti di Saw Palmetto che possono essere più o meno efficaci o agire più in una direzione che in un’altra.

Come potenziare Serenoa?

Questo significa anche che ci si potrebbe aspettare un estratto o un prodotto a base di Serenoa Repens che possa massimizzare i benefici e minimizzare gli effetti collaterali in base alle concentrazioni dei vari attivi. I prodotti a base di questo estratto ed altre sostanze potrebbero rinunciare al tentativo di avvicinarsi alla potenza dei farmaci che riducono il DHT sommando diversi attivi anti-dht . Si potrebbero, infatti, accostare al Saw Palmetto degli attivi come l’acido miristoleico che sembrano agire più come attivatori della crescita dei capelli, nonché degli attivi anti-prolattina che, oltre a contrastare la calvizie, possono rafforzare le funzioni sessuali.

Possibile accostamento

Per rafforzare l’azione dell’acido miristoleico contenuto nella Serenoa si potrebbe accostare ad essa, il burro di kombo. Si tratta del grasso estratto dai semi di Pycnanthus angolensis, che può contenere fino al 30% di questo acido grasso. Esistono dei prodotti per capelli a base di questo burro che è usato in Africa proprio come cosmetico per rinforzare i capelli. L’uso orale potrebbe essere esteticamente più valido e forse anche più efficace contro la calvizie.

Serenoa Repens e farmaci anti-dht

Normalmente si sconsiglia a chi usa finasteride sistemica di far ricorso anche Serenoa o di alternare questi due trattamenti. Questo perché il farmaco è l’anti-dht più potente e diventa superfluo far ricorso a un analogo meno potente. Tuttavia, il Saw Palmetto ha un’azione simile più a quella di dutasteride, il farmaco che inibisce tutti i coenzimi della 5 alfa reduttasi e non soltanto la tipo II come finasteride. La 5 alfa reduttasi di tipo I è più attiva a livello di ghiandola sebacea, quindi l’aggiunta di Serenoa potrebbe essere utile nel caso di calvizie in cui ci sia anche un’eccessiva produzione di sebo e dermatite seborroica.

Inoltre, il Saw Palmetto potrebbe essere utilizzato a livello sistemico quando i farmaci anti-dht vengono usati topicamente. In questo modo, si concentrerebbe l’azione dei farmaci sullo scalpo, mentre Serenoa Repens agirebbe dall’interno rendendo meno probabile la comparsa di effetti collaterali.

Nuove strategie di utilizzo di Serenoa Repens

Se Serenoa, come pare, possiede altre attività oltre a quella di contrasto del DHT, si possono seguire alcune nuove strategie di utilizzo:

– L’estratto di Serenoa potrebbe essere rafforzato aggiungendo gli attivi che già contiene al naturale in modo di raggiungere dosaggi di presumibile maggiore efficacia contro la calvizie.

– All’estratto di Serenoa potrebbero essere aggiunti attivi che non contiene già, ma che comunque portano avanti azioni diverse da quelle di questa pianta. Un esempio in questo senso può essere la sinergia tra gli estratti di mela titolati in procianidine e gli estratti di Serenoa.

– Infine, si potrebbero unire le due precedenti strategie: rafforzando Serenoa con gli attivi che già possiede e accostandole altri attivi che non contiene e che si sono mostrati efficaci contro la calvizie.

Perfezionare le cure disponibili

Tutto quanto esposto sopra va nel senso di una rivalutazione delle cure già disponibili contro la calvizie. Rivalutazione che è già stata fatta a partire dai farmaci come finasteride e minoxidil usati in combinazione. Anche le cure con i derivati naturali potrebbero diventare più efficaci approfittando delle indicazioni che ci vengono fornite da alcune scoperte recenti o del recente passato che andrebbero rivalutate.

 

APPROFONDIMENTI 

Serenoa con astaxantina

Serenoa inibisce la 5 AR tipo II

Dettagli sullo studio “Serenoa vs. finasteride”

PRODOTTI CORRELATI 


1 Flacone da 60 softgels

Integratore alimentare contenente estratto lipofilico standardizzato al 90%-95% di Serenoa Repens (Saw Palmetto) nel dosaggio di 320 mg/softgel


1 Flacone da 60 compresse

Integratore alimentare a base di estratto secco di Mela Annurca campana IGP, Serenoa repens (Saw palmetto), Mela titolata al 4% in procianidina B2, Fillanto, radice di Ortica con Betasitosterolo


1 FLACONE DA 100ML CON EROGATORE SPRAY 

 

Leave-in Conditioner senza risciacquo formula 2-in-1, ad azione districante, stimolante e ristrutturante. Ideale per idratare e ridare luminosità alla...

5 Commenti

  1. Diciamo che l’ho tirato fuori perché incombe appunto l’attenzione sulla prolattina e l’ho trovato in rete, ma lo studio è del 1995, questo non vuol dire che fosse sbagliato, è uno studio su principi naturali, studi di questo tipo sono spesso volonterosi, ma non frequenti perché gli attivi naturali non sono brevettabili.
    Possono tuttavia essere studi validi, del resto si è anche detto che Serenoa fa qualcosa per i capelli e alla prostata come antinfiammatorio o altro più che come anti-dht e siccome qualcosa fa davvero, questi studi possono averci azzeccato.

    Ciao

    MA – r l i n

  2. Diciamo che io il messaggio l’ho lanciato come sempre, non è partito dall’alto:)

    Ma secondo me con i mix che già abbiamo a base di Serenoa siamo già messi bene.

    Ciao

    MA – r l i n

  3. Non c’è tutto questo abisso, purtroppo, tra Serenoa e fina/duta:

    Qui e altrove tantissimi hanno preso fina e serenoa orali, a partire da Proxy ai tempi:)

    Però attenzione, nell’articolo c’è un’altra informazione importante: dicendo "Serenoa", non hai ancora detto niente…(c’è Serenoa e Serenoa…).

    Ciao

    MA – r l i n

  4. Sì ufficialmente è così, ma come scritto nell’articolo Serenoa può essere accostata a fina se si hanno problemi col sebo su cui fina non influisce e non si vuole o non si può passare a duta.

    Gli anti-dht perlopiù mantengono, ricordo che gli studi su fina mostrano incremento dei capelli terminali in un anno intorno al +7-8%, sfido chiunque a vedere un miglioramento estetico su dei diradamenti con queste percentuali di ricrescita. Serenoa farà ancora meno, ma sia fina che serenoa bloccano il processo della calvizie.

    Ciao

    MA – r l i n

  5. I due studi lnkati nell’articolo dicono uno che la potenza di serenoa non è la stessa da prodotto a prodotto, l’altro che c’è contraffazione sull’estratto di serenoa, ossia che alcuni prodotti contengono gli acidi grassi di serenoa senza essere serenoa.

    Quindi il giudizio sull’efficacia di Serenoa a livello di utilizzatori potrebbe essere falsato in partenza.

    Ciao

    MA – r l i n

Rispondi

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome qui