Gli ultimi studi sul microneedling contro la calvizie

La tecnica del microneedling contro la calvizie si è andata diffondendo negli ultimi due decenni. Attualmente viene considerata un'arma molto utile, benché non ufficialmente approvata, per contrastare l'alopecia androgenetica maschile e femminile. Vediamo cosa ci dicono gli studi più recenti su questa tecnica.

0
Data di revisione
1421

tutti i diritti riservati riproduzione consentita purchè sia citata la fonte "www.calvizie.net"

[Numero Voti: 3 Media: 3]

tutti i diritti riservati
riproduzione consentita purchè sia citata la fonte "www.calvizie.net"
microneedling

Microlesioni

Microneedling è il termine inglese per descrivere la produzione di minuscole lesioni cutanee di profondità variabile tramite appositi strumenti come il rullo ad aghi (dermaroller), la penna ad aghi (dermapen) o dispositivi analoghi come il timbro ad aghi. Le microlesioni innescano processi di riparazione della cute che attivano fattori di crescita e altri percorsi biochimici che sono attivi anche sulla crescita dei capelli e la rigenerazione dei follicoli.

Sinergie

La maggior parte degli studi scientifici riguardanti l’utilizzo della tecnica del microneedling per contrastare la calvizie ha preso in considerazione l’utilizzo congiunto del microneedling e di trattamenti ad uso topico contro la calvizie.

In primo luogo, è abbinato con minoxidil, l’unico farmaco topico approvato contro l’alopecia androgenetica. Queste sperimentazioni hanno portato a risultati più soddisfacenti rispetto a quelli ottenuti con il solo topico.

Fig.1: Il classico PRP fatto con iniezioni intradermiche punto per punto.

Follica

Follica, la società biotech sorta come ente operativo dell’Università di Pennsylvania per la ricerca sulla neogenesi dei follicoli dei capelli, al momento ha adottato questo abbinamento tra la tecnica del microneedling e l’utilizzo quotidiano di minoxidil 5%. Questo abbinamento si è dimostrato un approccio abbastanza proficuo contro la calvizie sia maschile che femminile.

Microneedling con PRP

Il microneedling viene anche utilizzato con il PRP, il plasma ricco in piastrine, oppure con la sua evoluzione il PRF, il plasma ricco di fibrina. Uno studio pubblicato di recente ha evidenziato l’efficacia di questo abbinamento per contrastare l’alopecia androgenetica. In questo studio, sono stati sottoposti al trattamento sessanta pazienti affetti da calvizie. Per la maggior parte di questi volontari, sono bastate 4 sedute a distanza di 4 settimane per raggiungere dei buoni risultati.

Con dermapen è meglio

Un altro studio pubblicato di recente ha confrontato l’applicazione di PRP in seguito a trattamento con dermapen, un dispositivo automatico per creare delle microlesioni verticali. L’efficacia di questo trattamento è risultata superiore alla classica applicazione di PRP somministrato con le iniezioni manuali intradermiche eseguite punto per punto con la siringa.

In particolare, l’applicazione di PRP in seguito al trattamento con microneedling ha dato risultati superiori per quanto riguarda i capelli in anagen (di più), quelli in telogen (di meno) e i parametri della lunghezza media dei capelli.

Lo studio con minoxidil

La pubblicazione più recente su microneedling come terapia contro la calvizie riguarda uno studio effettuato in Canada testando il microneedling da solo e con minoxidil al 5%. Il microneedling come monoterapia è stato confrontato con lo stesso minoxidil 5% e ha mostrato risultati superiori nel conteggio dei capelli, che è la valutazione più indicativa dell’effetto terapeutico di una tecnica o di una sostanza attiva.

L’utilizzo congiunto di microneedling e minoxidil 5% ha dato risultati ancora superiori a quelli del solo microneedling. Quest’ultima è un ulteriore conferma per l’attuale protocollo di Follica, il quale prevede proprio l’abbinamento di questa tecnica con il noto farmaco anti-calvizie.

Fig.2: Un dispositivo tipo dermapen con in evidenza gli aghi e il sistema di regolazione della loro lunghezza e della profondità di azione.

Durata e frequenza

Nello studio canadese si è anche constatato che, aumentando la durata complessiva del trattamento del microneedling e riducendo la frequenza delle sessioni di microneedling, si può ottenere un maggiore incremento del numero totale di capelli. Anche questa acquisizione conferma la correttezza dell’approccio attuale di Follica che prevede sessioni di microneedling con frequenza solo bisettimanale.

Intensità

Per quanto riguarda la durata del singolo trattamento, si può dire che l’aumento della stessa porta a un maggior numero di microlesioni. Questo può essere ottenuto con l’utilizzo di dispositivi automatici e regolabili come le dermapen che possono effettuare numerosi fori per ogni secondo. Il dispositivo di Follica per ottenere questo risultato è a tutti gli effetti analogo a queste apparecchiature che si trovano in commercio da alcuni anni.

Profondità?

In questi recenti studi sul microneedling per contrastare la calvizie, non emerge un dato importante come la profondità delle microlesioni. Questa ovviamente dipende dalla lunghezza degli aghi utilizzati nei vari dispositivi. I rulli ad aghi non affondano gli aghi per tutta la loro lunghezza e tendono anche a lacerare più che a forare la cute. Invece, con i dispositivi tipo dermapen è più facile che gli aghi affondino per l’intera loro lunghezza o quasi.

Meno è meglio?

Per quanto riguarda la profondità di penetrazione degli aghi, per molto tempo si è pensato che l’efficacia fosse proporzionale alla lunghezza degli aghi utilizzati. È, quindi, invalso l’utilizzo di rulli con aghi lunghi anche a 1,5 mm. Il più recente protocollo di Follica ha però messo in discussione questa acquisizione puntando su una lunghezza/profondità di solo 0,8-1 mm. Infatti, la regolazione della lunghezza con dispositivi tipo dermapen porta a una penetrazione pressoché completa degli aghi.

Strati del derma

Gli aghi più lunghi raggiungono il derma reticolare più profondo, stimolando la produzione di fibre di collagene. Quest’ultime rassodano la cute rendendola più compatta, ma nel cuoio capelluto possono aumentare la fibrosi intorno ai follicoli dei capelli che caratterizza la calvizie comune. Gli aghi che si fermano al derma papillare, che è più in superficie, stimolano i fattori di crescita più utili per la rigenerazione dei follicoli.

Fig.3: Gli strati della cute raggiunti dalle varie lunghezze degli aghi del microneedling. 

Spessore della scalpo

Il cuoio capelluto sano ha uno spessore medio di poco più di 4 mm, ma lo scalpo affetto da calvizie ha uno spessore di poco inferiore ai 3 mm. I capelli terminali affondano con i bulbi dei loro follicoli nel derma più profondo, ma i capelli miniaturizzati si collocano molto più in superficie. Proprio alcune formazioni di collagene, secondo alcuni studiosi, impedirebbero ai follicoli miniaturizzati di tornare in profondità e di riassumere le dimensioni di terminali, ossia di capelli con maggior spessore, lunghezza e durata del ciclo di vita.

L’approccio intensivo

L’utilizzo di aghi di 1,5 mm con sessioni molto frequenti e l’uso di minoxidil al 5% è risultato un approccio proficuo del microneedling in funzione di contrasto alla calvizie. Si ritiene però che l’efficacia di questo approccio intensivo sia più dovuta alla penetrazione, anche a livello sistemico, del minoxidil che al microneedling vero e proprio.

L’approccio moderato

Invece, l’approccio alternativo con sessioni bisettimanali e aghi più corti e lo stesso utilizzo di minoxidil 5% è quello proposto da Follica. Questo trattamento dovrebbe esaltare la rigenerazione dei capelli, con la genesi di nuovi follicoli. Un approccio che sembra, se non più efficace nell’immediato, più promettente per un recupero stabile nel lungo periodo.

Gli studi più recenti sul microneedling sembrano avvalorare questo secondo approccio che prevede un uso non frequente del microneedling come strumento per la rigenerazione dei follicoli dei capelli.

 

APPROFONDIMENTI 

Il “microneedling” rafforza la terapia convenzionale

Ricrescita capelli: le terapie di “punta”

Mesoterapia al cuoio capelluto

PRODOTTI CORRELATI 


1 flacone da 120 capsule cad.

Integratore utile per rafforzare il sistema immunitario e le difese dell''organismo. Le attività principali di questo integratore sono la prevenzione contro l'influenza e i disturbi alle vie respiratorie, svolg...

 


1 FLACONE DA 100ML 

Lozione per capelli anti-caduta e fortificante per uomo. Trattamento topico a base di serenoa repens, sfinganina, luppolo, agnocasto e ribes nigrum. Ideale dopo perdite di capelli abbondan...

Rispondi

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome qui