lunedì, Luglio 22, 2024
HomeAree tematicheAltre calvizieCome prevenire la calvizie

Come prevenire la calvizie

spot_imgspot_img

Come prevenire la calvizie. E’ sorprendente il  numero di persone che soffrono di calvizie. Il fatto è che la calvizie ha così tante cause che quasi tutti finiscono per soffrirne in varia misura nel corso della vita. A volte le persone soffrono di calvizie senza nemmeno rendersene conto.

Questo perché il più delle volte la calvizie inizia in modo leggero e per molto tempo rimane tale. Altre volte, invece, la calvizie inizia in modo moderato, ma poi continua a peggiorare.

Se si hanno diversi familiari che soffrono di calvizie e si desidera fortemente mantenere i capelli, è ragionevole essere preoccupati. In questo caso è importante imparare a riconoscere i primi segni della calvizie. Altrettanto importante è fare il possibile per prevenirla in anticipo.

Anche se si individua e previene la calvizie il più precocemente possibile si potrebbe non essere in grado di bloccarla completamente. Tuttavia si ridurrà la calvizie destinata altrimenti a estendersi  e si possono rendere superflui trattamenti più drastici a cui altrimenti ci si dovrebbe sottoporre.

E’ normale perdere 50-100 capelli al giorno in media.

Segni precoci di calvizie

Si potrebbe pensare che se non si perdono le normali 50-100 capelli al giorno quando ci si spazzola significhi essere a posto, ma potrebbe non essere così. Solo in caso di caduta improvvisa di capelli si noterà una differenza quasi immediata, ma di solito può agire così un effluvio che può essere reversibile in poco tempo.

D’altra parte, la calvizie graduale è proprio tale, ossia fa leggeri progressi spesso inavvertibili. Dove e come iniziano a manifestarsi i primi segni dipende dal tipo di calvizie che sta iniziando a colpirvi. I primi segni della calvizie maschile, ad esempio, saranno diversi dai primi segni dell’effluvio.

Ereditaria

La calvizie maschile è la prima cosa che probabilmente viene in mente quando si pensa alla calvizie ereditaria. Per questo tipo di calvizie, i primi segni sono solitamente visibili all’attaccatura dei capelli. All’inizio, il più delle volte si tratta dell’attaccatura dei capelli delle tempie e del frontale. Si noterà anche un diradamento sul vertex , la piazzetta, della testa.

Scattare una foto occasionale dell’attaccatura dei capelli prima di iniziare a perderli può aiutare a vedere il cambiamento in anticipo. In ogni caso, avere un punto specifico da osservare può aiutare a individuare il problema il prima possibile.

Assicuratevi di controllare ogni volta l’attaccatura dei capelli con lo stesso tipo di illuminazione, poiché un cambiamento di luce può e spesso influisce sull’aspetto dell’attaccatura.

 

Prevenire la calvizie

La calvizie può derivare anche da altre patologie come la psoriasi.

Altre patologie dei capelli

La calvizie è tecnicamente una patologia,  ma non è l’unica che colpisce i capelli. Tuttavia, le altre patologie non sono generalmente ereditarie. La tigna, ad esempio, può causare arrossamento e prurito al cuoio capelluto e può anche rendere i capelli fragili. E un’infezione fungina del cuoio capelluto che provoca macchie e pustole squamose. Con il passare del tempo, questa infezione cicatrizza il cuoio capelluto, causando alla fine la perdita irreversibile dei capelli.

Esiste una serie di funghi che si manifestano in modo diverso. Tuttavia, sono più evidenti della semplice calvizie, e ognuno ha un aspetto diverso. La psoriasi è un esempio di patologia che può colpire il cuoio capelluto e ha un aspetto unico e squamoso.

L’alopecia areata è una patologia in cui il sistema immunitario attacca i follicoli piliferi.

Cause indirette

Oltre a specifiche patologie che influiscono direttamente sul cuoio capelluto, ve ne sono altre che lo influenzano indirettamente. Ad esempio, i problemi alla tiroide non sono una patologia del cuoio capelluto, ma possono comunque causare la perdita dei capelli.

Anche le malattie di lunga durata, indipendentemente dal tipo, possono logorare il corpo di una persona. In questo caso, il segno precoce sarà molto probabilmente un generale diradamento dei capelli. Lo stesso vale per gli squilibri ormonali che si verificano nelle donne con l’avanzare dell’età che possono simulare gli effetti della calvizie.

Altre cause sono il diabete, il lupus e lo stress cronico, in particolare. Anche la perdita o l’aumento improvviso di peso, insieme a carenze e a un’alimentazione scorretta, possono causare un generale diradamento dei capelli.

Il prurito eccessivo del cuoio capelluto può essere causato semplicemente dalla forfora, che tecnicamente è una patologia. Tuttavia, questo prurito può essere anche un segno di qualcos’altro. Se associato a bruciore e tensione, indica un tipo di infezione, che spesso porta alla perdita dei capelli in quell’area.

Diversi farmaci possono dare come effetto collaterale la caduta dei capelli.

Alcuni altri fattori da tenere in considerazione

Oltre alle patologie anche i farmaci possono causare la calvizie come effetto collaterale. Questa cosa può essere difficile da determinare, soprattutto se si è iniziato a prendere più di un nuovo farmaco alla volta. Una volta individuato che si tratta di un farmaco e quale, si può parlare con il medico per cambiare.

Tuttavia, il farmaco che sta causando la calvizie potrebbe essere la chemioterapia per un qualche tipo di cancro. In questo caso, il cambio non è possibile e la calvizie è inevitabile. Ci possono essere anche altri casi in cui non è possibile cambiare farmaco.

Infine, anche i traumi fisici o mentali possono causare la calvizie, anche se tendono a essere improvvisi. Non si tratta di una patologia vera e propria, ma in un certo senso lo è.

Cosa cercare nei primi segnali

Dopo aver conosciuto i diversi tipi di segni precoci, esaminiamoli nel loro insieme. Trovare capelli sul cuscino più del normale o solo alcuni quando prima non c’erano, è un chiaro segno. Lo stesso vale per la quantità di capelli che si trovano sulla spazzola o dopo la doccia.

Per capire questo problema, si deve prestare attenzione alla quantità di capelli persi di solito in ognuno di questi casi. In questo modo, si noterà quando e se la quantità cambia. Si tenga presente che meno frequentemente si spazzolano  o si  lavano i capelli, più capelli si vedranno cadere ogni volta.

Questo perché i capelli che cadono sono già non ancorati al follicolo e hanno bisogno di un’occasione per staccarsi definitivamente. Quindi è perfettamente normale che cadano un po’ di capelli, e non ci si deve preoccupare. Questo vale soprattutto per i capelli ricci, perché i ricci trattengono i fusti già fuoriusciti dai follicoli che si staccheranno dalla capigliatura spazzolandola.

Sebbene sia giusto cercare di vedere un diradamento dei capelli, questo può essere sorprendentemente difficile da notare e ancor meno da verificare. Tuttavia, ci sono alcuni modi per determinarlo con certezza e alcuni elementi da osservare.

Uomo con codinoL’assottigliamento del “codino” può significare un’inizio di calvizie che altrimenti passerebbe inosservato per lungo tempo.

Test di spessore

Se i capelli sono abbastanza lunghi si possono raccogliere a coda di cavallo. Non è necessario portare una coda di cavallo per molto tempo. La coda di cavallo è semplicemente un modo perfetto per misurare la quantità di volume dei capelli quando sono ammassati strettamente.

Con la coda di cavallo usata solo per controllo, ci si può  accorgerete facilmente se i capelli si stanno assottigliando, perché la coda di cavallo si ridurrà. Si può farlo anche solo con la mano, ma è più facile controllare se si usa un elastico per capelli.

Anche la riga della scriminatura può servire allo stesso scopo. Anche se si tengono  i capelli senza scriminatura, ce li si può pettinare con la scriminatura solo per controllare. Si scelga un punto per fare la riga e si dividano i capelli ogni volta in quel punto. Se la parte del cuoio capelluto visibile sembra allargarsi, significa che i capelli sono più sottili.

È importante ricordare che i capelli bagnati sembrano naturalmente più radi. Quindi, il controllo deve avvenire sempre con i capelli completamente asciutti, altrimenti non si sarà in grado di fare un confronto corretto.

Infine, anche se potrebbe non avere senso, se l‘acconciatura che si usa inizia a sembrare un po’ diversa per qualche motivo non identificabile, è molto probabile che i capelli si stiano assottigliando, anche se non ci sono ancora altri segni.

Per questo è necessario mantenere la stessa acconciatura per alcuni anni e, preferibilmente, anche gli stessi prodotti per lo styling. Questo è forse il modo più strano per accorgersene, ma può funzionare.

Come prevenire la calvizie per tempo

La prevenzione precoce della calvizie può essere avviata anche prima che se ne notino i primi segni. Se si ha un’idea del tipo di calvizie di cui si soffre con maggiore probabilità, si possono adottare misure per prevenirla. Quanto prima si iniziano le misure preventive, tanto più saranno utili.

Buon sonnoLa salute, anche dei capelli, parte dal dormire bene e a sufficienza.

Prendersi cura della propria salute

SI tratta di un consiglio generale, ma che vale parecchio anche per i capelli. È necessario evitare le malattie che possono causare la calvizie. Più si è in salute, minore è la probabilità di incorrere in queste malattie.

Senza contare che le persone sane assumono meno farmaci, che possono anch’essi contribuire alla calvizie. Questo si ottiene assicurandosi di dormire a sufficienza, evitando il più possibile lo stress, seguendo buone pratiche igieniche e facendo una dieta variata.

Quest’ultimo aspetto, l’alimentazione, può essere integrato con l’assunzione delle vitamine. Per prevenire la calvizie, le vitamine e gli integratori specifici per la calvizie sono ancora più indicati. I probiotici e i prebiotici possono aiutare ad assorbirli, oltre ad aiutare il sistema immunitario.

In breve, si deve cercare di mangiare sano, di mantenere uno stile di vita sano e di evitare di ammalarsi o di farsi male.  Uno stile di vita sano dovrebbe essere seguito  indipendentemente dal fatto che si vogliano o meno conservare i capelli.

Prendersi cura dei capelli

Prendersi cura dei capelli in modo adeguato è, ovviamente, un buon modo per prevenire la calvizie. E’ necessario lavare regolarmente i capelli per una corretta igiene. E’ consigliabile usare anche un balsamo, o addirittura usare shampoo e balsamo specifici per chi soffre di calvizie.

Come prima cosa , va scelto uno shampoo specifico per le proprie caratteristiche. Ad esempio, uno shampoo per capelli grassi se si hanno capelli grassi o uno shampoo per capelli con forfora se si soffre di forfora secca o grassa.

Non ci si deve dimenticare di lavare anche gli accessori per capelli per garantire l’igiene trattando i capelli con delicatezza. Questo significa evitare il più possibile i prodotti per capelli con molte sostanze chimiche. Tinture, permanenti e anche prodotti per lo styling contengono sostanze chimiche che possono danneggiare i capelli. Andrebbero scelti solo i prodotti che possono garantire una certa qualità e che sono meno aggressivi sui capelli..

Il calore è molto dannoso per i capelli, li rende fragili, e anche certe acconciature sono quasi altrettanto dannose. Si deve poi ricordare che il sole può bruciare i capelli e il cuoio capelluto con la stessa facilità della pelle o che pure il cloro delle piscine può danneggiare i capelli..

Anche i capelli dovrebbero essere coccolati di tanto in tanto. Le maschere per capelli e altri prodotti ristrutturanti sono utili per migliorare i propri capelli.

I dispositivi elettrici ad aghi possono essere un valido rimedio per prevenire la calvizie.

Misure più serie

Non è necessario aspettare che si evidenzi la calvizie per adottare misure più drastiche per prevenirla. Non si tratta nemmeno di misure necessariamente negative. Per esempio, la terapia con luce laser a basso livello è qualcosa che chiunque può provare, perché esistono molti prodotti disponibili con questa tecnologia.

Anche le sostanze che inibiscono il DHT sono disponibili in diverse forme e formati e sono facili da reperire e utilizzare. Sono particolarmente utili se la calvizie è ereditaria e presente in famiglia. Possono essere semplici come l’assunzione di una pillola al giorno o come topici presenti in lozioni anticaduta.

Il microneedling è anche un’ottima soluzione se si vuole seriamente prevenire la calvizie. Anche se il microneedling non è certo qualcosa che si possa definire piacevole, può essere utile se eseguito con moderazione.

Conclusione

La prevenzione della calvizie non è inutile. Anche se le misure preventive non sono in grado di evitare completamente la calvizie, possono comunque risultare molto utili. Quando non riescono a prevenire, aiutano comunque.

Quindi, non si è impotenti davanti alla calvizie come molti pensano. Con un piccolo sforzo, è possibile individuare la calvizie in anticipo e prevenirla. Dipende solo da quanto uno si prende cura dei  capelli e da quanto si impegna per mantenerli.

Non va perso tempo e si deve controllare subito lo stato dei propri capelli in modo da essere sicuri di poterli mantenere il più a lungo possibile.

PRODOTTI CORRELATI


Vitaminity Ajuga Anti-DHT Complex è un integratore a base di ajuga reptans e altri attivi naturali utile contro la calvizie e l’ingrossamento della prostata.

[Numero Voti: 1 Media: 5]


Kmax Stimulating Leave-In Conditioner balsamo senza risciacquo ad azione stimolante e protettiva. Riveste il capello e dona morbidezza, volume, districabilità

[Numero Voti: 1 Media: 5]

APPROFONDIMENTI

Differenza tra Effluvio e Defluvio

Alopecia Areata (Alopecia a chiazze, Area celsi)

 

Quanti capelli possono cadere al giorno?

 

[Numero Voti: 1 Media: 5]
Redazione Calvizie.net
Redazione Calvizie.net
La redazione di Calvizie.net è formata da medici, specialisti e appassionati al tema della tricologia. Dal 1999, ci dedichiamo a diffondere informazioni sempre aggiornate sulla cultura della salute dei capelli.
Da leggere
spot_img
spot_imgspot_img
Notizie correlate

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

The reCAPTCHA verification period has expired. Please reload the page.