Caduta di capelli dopo l’estate: niente panico!

La caduta stagionale autunnale o di fine estate in realtà è un fenomeno naturale che può essere contrastato con cure e trattamenti adatti che non coincidono con le cure contro la calvizie.

2
Data di revisione
13584

tutti i diritti riservati riproduzione consentita purchè sia citata la fonte "www.calvizie.net"

[Numero Voti: 1 Media: 5]

tutti i diritti riservati
riproduzione consentita purchè sia citata la fonte "www.calvizie.net"
caduta capelli estate

Caduta capelli estate: di cosa si tratta

Al ritorno dalle vacanze estive, si manifesta spesso una caduta intensa, più normale del solito, che si prolunga per qualche settimana. In alcuni soggetti, questa caduta si verifica un po’ più tardi, con l’inizio della stagione autunnale.

Molte sono le persone che si allarmano e preoccupano, e l’ansiosa “corsa ai ripari” produce spesso solo inutili spese in prodotti non necessari. Ecco perché è essenziale approfondire questo fenomeno assolutamente normale e fisiologico, che, proprio per questo, non dovrebbe destare eccessive preoccupazioni.

L’effluvio fisiologico

Con l’esposizione ai raggi solari (raggi UV), il nostro cuoio capelluto è sottoposto ad uno stress ossidativo superiore rispetto ad altri periodi dell’anno. A ciò si sovrappone il ricambio fisiologico dei capelli che coincide con l’avvento della stagione autunnale (stessa cosa succede in primavera). Esattamente come accade negli altri mammiferi (anche se in modo più marcato), questo evento rappresenta nell’essere umano una sorta di piccola muta del pelo.

Questo ricambio inteso e marcato di capelli, che si manifesta con una caduta abbondante, prende il nome di “effluvio“. Innanzitutto, è bene rassicurare subito chiunque manifesti questo tipo di caduta. Questo perché i capelli che cadono sono capelli in telogen (cioè alla fase finale del proprio ciclo vitale) e, contemporaneamente, altri capelli sono già in crescita. Pertanto, nel giro di qualche settimana spunteranno dal cuoio capelluto per continuare a crescere regolarmente e in salute.

Caduta_capelli_estate

Un grafico con la caduta stagionale di un soggetto femminile senza problemi di capelli.

Caduta capelli estate

Un grafico con la caduta stagionale di un soggetto maschile senza problemi di capelli.

 

Perché i capelli cadono con una “pallina” bianca all’estremità?

I capelli in telogen caduti presentano una sorta di pallina bianca all’estremità e questo potrebbe preoccupare ulteriormente. Tuttavia, anche in questo caso bisogna specificare che è tutto nella norma e non si tratta di nulla di grave. Anzi, sarebbe molto più grave se vedessimo cadere i nostri capelli con le guaine intatte, le quali sono tipiche dei capelli in anagen: questo sarebbe sintomo di problemi più seri.

Effluvio o calvizie?

Essendo una caduta fisiologica e naturale, tutto tende a tornare nella normalità in poche settimane. Tuttavia, alcuni principi attivi farmacologici o cosmetici possono accelerare questa fase di ricambio dei capelli, stimolando la crescita dei capelli in anagen già nati all’interno dei follicoli piliferi.

Pertanto, la prima cosa da fare è guardare questo fenomeno senza eccessiva preoccupazione. Inoltre, di fronte all’effluvio, è assolutamente inutile e inefficace iniziare terapie a base di finasteride o con altri farmaci specifici per la calvizie androgenetica. Quest’ultima, infatti, è una patologia del tutto differente e la sua causa va ricercata altrove. Per di più, l’effluvio interessa indiscriminatamente tutti i capelli del nostro cuoio capelluto e vediamo cadere capelli un po’dappertutto. Mentre, la calvizie interessa esclusivamente l’area superiore del cuoio capelluto e le tempie.

Tuttavia, nei soggetti giovani, una predisposizione androgenetica può rendere sovrapponibile l’effluvio, soprattutto nelle zone in cui in genere si manifesta la calvizie. Questo porta non di rado a una diagnosi imprecisa o errata del problema.

Caduta capelli estate: cosa fare?

Pertanto, i prodotti che possono essere utilizzati per combattere l’effluvio stagionale sono cosmetici a base di rame-peptidi. Ad esempio, Kmax Stimulating Follicle Spray è una lozione a base di rame-peptidi ideato per stimolare la ricrescita dei capelli e ristabilire il normale equilibrio del cuoio capelluto. Un altro prodotto che sfrutta gli effetti benefici dei rame-peptidi è Spectral DNC-N.

Un’altra opzione è affidarsi a prodotti farmacologici a base di idrocortisone (locoidon sotto supervisione medica), che sono in grado di fermare celermente questo ricambio e stimolare una più rapida crescita dei capelli in anagen.

Inoltre, un valido aiuto è fornito dai detergenti. Scegliere lo shampoo giusto, infatti, può aiutare a incrementare la velocità di crescita e ridurre la quantità di capelli persi. Tra questi, segnaliamo Kmax Stimulating Shampoo, un detergente pregiato ideato per contrastare la caduta di capelli e favorirne la crescita. A questo, si aggiungono anche shampoo come Revita High-Performance Hair Stimulating Shampoo e Revivogen Bio Cleansing Shampoo: entrambi pensati per incrementare la crescita di capelli.

Il ruolo della vitamina D

La vitamina D viene sintetizzata attraverso la cute con l’esposizione ai raggi solari (in particolare agli UV-B) e pare che abbia un ruolo importante per gli effluvi post-estivi. Infatti, dopo i giorni di esposizione del corpo al sole, va esaurendosi con l’inizio dell’autunno. Per questa ragione, diventa importante a fine estate iniziare ad integrarla mediante degli appositi integratori di Vitamina D3.

Integratori per limitare l’effluvio stagionale

Oltre alla vitamina D3, per controllare l’effluvio stagionale può essere utile integrare con supplementi specifici antiossidanti e acidi grassi come gli omega 3 dell’olio di pesce e il GLA  (acido gamma-linolenico) dell’olio di Borragine. Inoltre, per sostenere la capigliatura è importante integrare la vitamina H, ossia la Biotina, e anche le procianidine degli estratti di Mela Annurca.

Non solo. Vitaminity Hair Booster Effluvium Recovery Complex è l’innovativo integratore della linea Vitaminity ideato appositamente contro l’effluvio stagionale. Infatti, utilizza un mix di principi attivi in grado di ridurre la perdita di capelli e, allo stesso tempo, favorire la crescita dopo cadute abbondanti.

Caduta capelli estate e capelli rovinati

Un capello inaridito, secco e rovinato non è necessariamente sintomo di problemi di calvizie e caduta di capelli. Soprattutto dopo l’estate, quando i capelli sono sottoposti a stress chimico-fisico per i frequenti lavaggi, sole e salsedine. Infatti, bisogna saper distinguere la salute del fusto del capello dalla salute del follicolo pilifero.

Per cui, per donare alla capigliatura un aspetto bello e sano, esistono in commercio dei prodotti specifici ad azione ristrutturante. Oltre ai detergenti precedentemente citati, è importante ricordarsi di scegliere lo shampoo più adatto alle proprie esigenze.

Diradamento temporaneo

Un’altra soluzione efficace ed immediata per far fronte al temporaneo diradamento causato dall’effluvio estivo consiste nell’utilizzo dei cosiddetti hair-concealers. Si tratta della cosiddetta “polvere per capelli“, ovvero un insieme di microfibre di cheratina in grado di mascherare il diradamento in pochi secondi.

L’utilizzo di questi prodotti, soprattutto le pratiche microfibre (Kmax, Toppik, ecc.), può ridare la fiducia e la sicurezza in se stessi che è venuta a mancare in seguito al temporaneo diradamento. In seguito, quando il nuovo ciclo di capelli in anagen sarà ricresciuto, la necessità di utilizzare le microfibre si ridurrà gradualmente.

Per maggiore sicurezza…

Anche se si tratta di una semplice caduta capelli dopo l’estate, è consigliata comunque una visita di controllo da una specialista. Soprattutto se la situazione risulta particolarmente grave e non si risolve nel giro di poche settimane. Questo per assicurarsi che l’effluvio stagionale non sia sovrapposto in modo più o meno latente ad una forma di calvizie che inizia a manifestare i primi sintomi.

Tale consiglio vale principalmente per i soggetti maschi di età giovane compresa tra i 16 e 25 anni, età nelle quali si manifestano generalmente le forme più aggressive e rapide di calvizie androgenetica.

Per cui, una visita di controllo con la conseguente diagnosi sarà in grado di escludere qualsiasi carattere androgenetico alla caduta che tanto ci sta preoccupando. Invece, nel caso in cui si tratti di alopecia androgenetica che comincia a manifestarsi, sapremo fin da subito come intervenire nel modo più corretto.

 

APPROFONDIMENTI 

Caduta stagionale dei capelli: i migliori prodotti per te

Differenza tra Effluvio e Defluvio

PRODOTTI CORRELATI


2 flaconi da 100ml / 3.38 fl oz + nozzler

Lozione specifica per capelli sottili e per il cuoio capelluto che presenta irritazioni e prurito. La sua alta concentrazione di rame peptidi lo rende adatto come complemento alle lozioni farmacologiche...

 


1 Flacone da 100ml

Kmax Hair Growth Therapy Spray. Nuova lozione spray di Kmax per un trattamento topico intensivo volto a stimolare il naturale ciclo di ricrescita dei capelli. Basato su una formula innovativa, combina principi attivi ad alto ...

 


1 flacone da 120 compresse

Integratore alimentare contenente alte quantità di amminoacidi solforati L-Cistina e L-Metionina con Biotina per favorire/accelerare il recupero della capigliatura normale dopo perdite di capelli importanti (Telo...

 

2 Commenti

  1. Ho deciso di provare le fibre di capelli e la verità è che mi coprono perfettamente le zone in cui ho pochi capelli. Le avete mai provate? microfibrepercapelli.it

Rispondi

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome qui