Tricopigmentazione: Caratteristiche Generali

Scopriamo in 6 semplici passaggi quello che c'è da sapere riguardo questa innovativa soluzione estetica al diradamento di capelli che può risultare vincente soprattutto con taglio di capelli "a zero".

0
Data di revisione
953

tutti i diritti riservati riproduzione consentita purchè sia citata la fonte "www.calvizie.net"

[Numero Voti: 0 Media: 0]

tutti i diritti riservati
riproduzione consentita purchè sia citata la fonte "www.calvizie.net"

La tricopigmentazione in 6 semplici passaggi

1. Non è dolorosa

Il trattamento di tricopigmentazione risulta nella maggiorparte dei casi indolore, non necessita dell’ausilio di creme anestetiche locali se non in casi particolari e successivamente ad interventi chirurgici.

2. Tre sedute programmate

Per un effetto folto ed omogeneo vengono programmate tre sedute di tricopigmentazione, due in due giorni consecutivi e la terza dopo un mese per eseguire un controllo.

3. Massimo due ore per seduta

Ogni seduta di tricopigmentazione delle tre preventivate ha una durata massima di due ore in caso d’alopecia androgenetica, per l’areata o totale il il tempo è variabile.

4. Reversibilità post trattamento

Il trattamento di tricopigmentazione è reversibile, una scomparsa quasi totale può essere preventivata in due anni dopo il trattamento.

5. Scelta dell’operatore

La scelta dell’operatore di tricopigmentazione è a totale discrezione dell’utenza, rivolgetevi a personale qualificato

6. Utilizzo d’apparecchiatura specifica

L’operatore deve utilizzare soltanto apparecchiatura per tricopigmentazione specificatamente progettata, studiata e collaudata perfettamente per la tricopigmentazione.

Rispondi

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome qui