lunedì, Luglio 22, 2024
HomeAree tematicheMesoterapia, tutte le sostanze attive contro la calvizie

Mesoterapia, tutte le sostanze attive contro la calvizie

spot_imgspot_img

Mesoterapia, tutte le sostanze attive contro la calvizie.
Riportiamo qui una sintesi di un articolo scientifico sulla mesoterapia come trattamento contro la calvizie che ha visto la partecipazione degli specialisti dell’Un. di Bologna, dr.ssa Michela Starace e dr.ssa Bianca Maria Piraccini.

La mesoterapia è la tecnica che prevede la somministrazione di dosi ridotte di agenti terapeutici e sostanze bioattive mediante iniezioni intradermiche sulla cute.

Mesoterapia

La mesoterapia o terapia intradermica locale è un metodo poco invasivo che prevede l’iniezione di agenti terapeutici come farmaci e sostanze bioattive nella cute a una profondità di 2-4 mm. Le iniezioni intradermiche sono state utilizzate per trattare il dolore localizzato e sono anche ampiamente utilizzate in dermatologia estetica per promuovere il ringiovanimento della pelle, trattare i disturbi pigmentari e promuovere la crescita dei capelli.

Uno dei vantaggi principali della mesoterapia è che l’agente terapeutico viene somministrato direttamente nella cute. Si aggirano così le barriere che gli agenti topici dovrebbero affrontare, consentendo un approccio mirato al trattamento. Attraverso le iniezioni intradermiche la mesoterapia può aumentare il tempo di permanenza degli agenti terapeutici nella cute. In questo modo si hanno dosi più basse e intervalli più lunghi tra le sedute. Questi possono a loro volta migliorare i risultati del trattamento e l’aderenza alla terapia del paziente.

La ricerca

Alcuni studi hanno dimostrato che la somministrazione di dosi ridotte di agenti approvati ed emergenti attraverso la mesoterapia, direttamente sul cuoio capelluto, può essere un trattamento efficace per la calvizie.

La ricerca sulla letteratura scientifica ha trovato 416 documenti, di cui solo 27 sono risultati idonei e sono stati inclusi nella pubblicazione. Dei 27 studi inclusi, 19 riportano la ricrescita dei capelli con la mesoterapia e 8 studi discutono l’insorgenza di effetti avversi dovuti alla mesoterapia. Tra i 19 studi sulla ricrescita dei capelli, 10 sono studi controllati randomizzati, 1 è uno studio controllato non randomizzato, 4 erano studi prospettici di coorte o osservazionali, 2 erano studi retrospettivi e 2 erano case report. L‘alopecia androgenetica è risultata la principale condizione trattata con la mesoterapia. Un solo studio ha riguardato il telogen effluvium.

 width=

Le cellule staminali sono utilizzate in mesoterapia

Sostanze terapeutiche

Diversi agenti terapeutici, che vanno dalla dutasteride e dal minoxidil alle cellule staminali, sono stati somministrati tramite iniezioni intradermiche sul cuoio capelluto. In alcuni studi, una combinazione di questi agenti è risultata più efficace grazie ai loro effetti sinergici. Finora sono stati studiati i seguenti agenti per il trattamento della calvizie comune e del telogen effluvium mediante mesoterapia.

Dutasteride

La dutasteride è un inibitore dell’enzima 5-α-reduttasi che inibisce la conversione del testosterone libero in diidrotestosterone. Il DHT è il principale responsabile della patogenesi della calvizie. Il dosaggio più comune e disponibile per via orale è 0,5 mg al giorno. Utilizzando la mesoterapia, il range di concentrazioni di dutasteride valutato è stato di 0,005-0,05%, somministrato a intervalli settimanali, bimestrali o mensili per il trattamento della calvizie maschile e femminile.

Minoxidil

Il minoxidil è un vasodilatatore approvato dalla FDA per il trattamento della calvizie. La sua azione consiste principalmente nel prolungamento della fase anagen dei follicoli piliferi. Questo conduce a una maggiore crescita dei capelli. Una soluzione topica di minoxidil 2% e di minoxidil 5% applicata due volte al giorno sono state approvate dalla FDA, mentre concentrazioni dall’1% al 5% sono state studiate per il trattamento altre alopecie. Per la calvizie comune è stata studiata la mesoterapia con soluzioni di minoxidil allo 0,5% e al 2% somministrate a intervalli settimanali o bimestrali. Si ipotizza che l’iniezione di minoxidil possa aumentare il suo effetto terapeutico e portare a una maggiore adesione alle cure del paziente.

 width=

Risultati ottenuti con mesoterapia con dutasteride.

Fattori di crescita e PRP

Si è ipotizzato che il plasma e le sospensioni autologhe ricche di fattori di crescita come il fattore di crescita dei fibroblasti, il fattore di crescita endoteliale vascolare, il fattore di crescita trasformante β1 e il fattore di crescita epidermico, inducano la rigenerazione e la successiva ricrescita dei follicoli piliferi. Due studi hanno utilizzato la mesoterapia per somministrare fattori di crescita liofilizzati o una sospensione autologa di cellule con fattori di crescita per trattare la calvizie. Tuttavia, i componenti e le concentrazioni non sono stati specificati.

Botulino

La tossina botulinica A è ampiamente utilizzata in dermatologia estetica e recentemente è stata studiata per il trattamento della calvizie. Viene tipicamente somministrata tramite iniezioni e, grazie al suo effetto vasodilatatore, si ipotizza che rilassi il cuoio capelluto e quindi aumenti il flusso sanguigno e l’ossigenazione, con conseguente riduzione della caduta e ricrescita dei capelli. Per la calvizie comune, sono state iniettate 50 unità di tossina botulinica A nel cuoio capelluto in una sola seduta, mentre per il telogen eflfuvium sono state utilizzate 100 unità.

Cellule staminali

Le cellule staminali, essendo pluripotenti o multipotenti a seconda della loro origine, sono in grado di rigenerarsi e differenziarsi in una varietà di tipi di cellule. Di conseguenza, le cellule staminali sono state studiate per trattare la calvizie. Questo grazie al loro potenziale di differenziazione in cellule della papilla dermica che portano alla rigenerazione del follicolo pilifero e alla ricrescita dei capelli. In due studi inclusi in questa revisione, le cellule staminali di derivazione adiposa e le cellule staminali mesenchimali di derivazione neonatale sono state somministrate rispettivamente una volta e a intervalli mensili. Non sono stati forniti dettagli relativi alla soluzione somministrata. Per standardizzare questa opzione di trattamento sono necessari ulteriori studi su larga scala e rapporti dettagliati sulle sospensioni utilizzate.

 

 width=

Con la mesoterapia vengono somministrate anche vitamine

Mesosoluzioni, polipeptidi, multivitamine, soluzioni omeopatiche

Oltre agli agenti convenzionali o di futura introduzione, sono in fase di studio soluzioni composte da aminoacidi, peptidi, vitamine, minerali, estratti vegetali/fattori di crescita e componenti omeopatici per il trattamento della calvizie. Sebbene il razionale per la somministrazione di questi agenti tramite mesoterapia sia stato descritto come la capacità di aumentare il flusso sanguigno e stimolare la crescita dei capelli. In tutti gli studi inclusi in questa pubblicazione che hanno utilizzato queste soluzioni, non sono stati forniti rapporti dettagliati sui componenti di questi preparati. Questo sottolinea ancora una volta la necessità di elaborare gli effetti terapeutici e la sicurezza di questi componenti al fine di sviluppare protocolli standardizzati di mesoterapia per la perdita dei capelli.

Mix di attivi

Dei 19 studi sulla ricrescita dei capelli, cinque studi prevedevano l’uso di trattamenti combinati. In quattro studi la dutasteride è stata combinata con biotina, piridossina e D-pantenolo o minoxidil orale. In un altro studio, il minoxidil è stato combinato con finasteride, biotina e D-pantenolo. L’effetto sinergico di questi agenti ha portato a un miglioramento della crescita dei capelli nella maggior parte dei casi, indicando il loro potenziale nel trattamento della calvizie.

Regimi

I regimi riportati per la mesoterapia nei 27 studi inclusi in questa revisione sistematica sono diversi, a causa dei molteplici agenti utilizzati. Il numero di sedute varia da 1 seduta (per cellule staminali, tossina botulinica A e PRP) a 20 sedute (per una soluzione contenente minoxidil, finasteride, biotina e D-pantenolo). Tuttavia, non c’è coerenza anche quando viene utilizzato lo stesso agente. Così il numero di sedute riportate per la mesoterapia con dutasteride varia da 1 a 12. La frequenza delle iniezioni varia da una volta alla settimana a una volta ogni 3 mesi. La maggior parte delle iniezioni viene eseguita una volta alla settimana o una volta al mese, mentre molte iniziano una volta alla settimana, per poi passare a una volta ogni 2 settimane e/o una volta al mese. Ciò indica che, con il progredire del trattamento, la frequenza delle iniezioni può essere ridotta, il che potrebbe portare a una maggiore adesione alle cure del paziente.

 width=

Un’applicazione di mesoterapia con una mesogun sul cuoio capelluto.

Tecniche

La mesoterapia viene tipicamente eseguita con aghi di calibro 28-30 o con una mesogun in sessioni della durata di 10-30 minuti. Per ridurre la tensione muscolo-scheletrica causata dall’esecuzione di più iniezioni in una sola seduta, in alcuni casi è possibile utilizzare la mesogun per eseguire iniezioni più rapide e costanti. Le tecniche comunemente utilizzate sono cinque e variano in base alla profondità dell’ago e/o all’angolo di iniezione.

La prima tecnica intraepidermica o epidermica (profondità di iniezione: 1 mm) inietta piccole quantità multiple di soluzione mesoterapica, spesso in uno schema a griglia a distanza di 1 cm l’una dall’altra, nell’epidermide che ricopre l’intera area di trattamento. Ogni iniezione viene applicata con una leggera pressione che provoca un dolore minimo e senza sanguinamento, il che rende questa tecnica adatta a pazienti con una bassa soglia di tolleranza al dolore.

La seconda tecnica detta papulare o a formazione di papule (profondità di iniezione: 2-4 mm) inietta la soluzione mesoterapica a livello della giunzione dermoepidermica, provocando la formazione di una piccola papula. E’ consigliata per il trattamento dell’alopecia o delle rughe.

La terza tecnica è il nappage (profondità di iniezione: 2-4 mm) prevede iniezioni multiple superficiali eseguite con un angolo di 30-60°, con una pressione costante applicata a ciascuna iniezione che introduce una goccia di soluzione mesoterapica per sito. Questa tecnica è ampiamente utilizzata per i trattamenti del cuoio capelluto e per il ringiovanimento cutaneo, tuttavia potrebbe causare un maggiore disagio al paziente rispetto ad altre tecniche.

La quarta tecnica è la point-by-point (profondità di iniezione: 4 mm) prevede iniezioni profonde e perpendicolari di 0,02-0,05 ml di soluzioni mesoterapiche, a distanza di 1-2 cm l’una dall’altra, nel derma.

Mentre la quinta tecnica è quella di mesoperfusione che prevede iniezioni della stessa soluzione mesoterapica per un periodo di 10 minuti.

Le tecniche nappage e point-by-point sono le più utilizzate per il trattamento della calvizie mediante mesoterapia.

Ultrasuoni e ionoforesi

Per ridurre al minimo il disagio del paziente, sono state descritte diverse procedure alternative senza ago che possono potenzialmente prevenire le reazioni cutanee mantenendo un livello simile di penetrazione del farmaco. Tra queste, l’applicazione di ultrasuoni a bassa potenza (20-25 KHz), che può migliorare la permeabilità cutanea attraverso la formazione di piccole cavità gassose, e la ionoforesi, che facilita la somministrazione transdermica di farmaci attraverso l’applicazione di una corrente elettrica (≤0,5 mA/cm2).

 width=

Apparecchi per la mesoterapia con ultrasuoni.

Efficacia degli attivi

La diversità degli agenti terapeutici usati in mesoterapia contro la calvizie, porta a diversi gradi di efficacia. Tra i 10 studi controllati e randomizzati 7 hanno riportato miglioramenti statisticamente significativi in più di un criterio di valutazione. Questi  criteri sono i  parametri tricoscopici come densità dei capelli totali o terminali o numero di capelli, diametro dei capelli, rapporto tra capelli terminali e vellus, ecc. Cosi come in criteri quali la valutazione del medico o la valutazione del paziente rispetto all’inizio della cura o al gruppo di controllo.

Studi randomizzati e con controllo

Tra gli attivi testati la tossina botulinica A è risultata efficace come monoterapia. Altri attivi mostrano un’efficacia migliore se utilizzati in combinazione tra loro o con l’aggiunta di vitamine e aminoacidi. Ad esempio, Sobhy et al. hanno dimostrato che una soluzione di dutasteride contenente biotina, piridossina e D-pantenolo ha prodotto miglioramenti maggiori in 30 pazienti in termini di diametro del fusto del capello, rispetto ai pazienti che hanno ricevuto la monoterapia con dutasteride.

Altri studi

Dei 19 studi che hanno mostrato la ricrescita dei capelli, 9 non erano randomizzati e con controllo. Miglioramenti statisticamente significativi in più di un criterio di valutazione sono stati riportati in 3 studi che hanno valutato l’efficacia della dutasteride e dei fattori di crescita liofilizzati. In 5 studi è stato osservato un miglioramento, senza conferma della significatività statistica, mentre in 1 studio non è stato riportato alcun miglioramento . Gli attivi più innovatvi, come le cellule staminali e le combinazioni come minoxidil e finasteride, sono stati valutati in coorti di pazienti di dimensioni ridotte o in singoli pazienti. Vi è quindi la necessità di ulteriori analisi per confermare il loro effetto terapeutico con la mesoterapia.

Per quanto riguarda il telogen effluvium la mesoterapia con minoxidil o tossina botulinica A con multivitamine è risultata efficace e ha portato a una significativa ricrescita dei capelli.

 width=

La mesoterapia si è dimostrata efficace anche contro gli eflfuvi.

Effetti avversi

Gli effetti collaterali più comuni della mesoterapia riportati negli studi sono risultati lievi e si sono risolti in pochi giorni. La cefalea, il dolore nel sito di iniezione e la tensione o il prurito del cuoio capelluto sono stati riportati più frequentemente, mentre alcuni studi hanno menzionato anche arrossamento e gonfiore. Nove dei 19 studi che hanno osservato la ricrescita dei capelli non hanno riportato effetti avversi.

Sono però stati segnalati dei singoli casi in cui la mesoterapia contro la calvizie ha portato a effetti avversi più gravi. Questi includono perdita di capelli nel sito di iniezione, edema, gonfiore, melanoma del cuoio capelluto e alopecia fibrosante frontale. Questi effetti collaterali sono stati segnalati dopo sessioni di iniezioni di mesoterapia con agenti come i fattori di crescita, dutasteride, il mesoglicano, una soluzione omeopatica, il triamcinolone acetonide e il propranololo. Le associazioni tra questi agenti o la mesoterapia con gli effetti avversi non sono chiare. Tuttavia, i pazienti con un’anamnesi nota di reazioni di ipersensibilità agli ingredienti, nevi congeniti o precedenti traumi chirurgici in prossimità del sito di iniezione, possono essere predisposti a un rischio maggiore. Ulteriori fattori di rischio includono interazioni farmaco-farmaco e possibili contaminazioni del prodotto.

PRODOTTI CORRELATI


PEA Pain-Killer Complex: integratore alimentare per contrastare patologie acute e croniche di articolazioni, muscolatura e neuropatie periferiche.

[Numero Voti: 0 Media: 0]

Kmax healing hair transplant post-surgery lenitive oil è un olio lenitivo spray ad azione antinfiammatoria ed emolliente, ideale per il post-trapianto.

[Numero Voti: 0 Media: 0]

APPROFONDIMENTI

https://calvizie.net/mesoterapia-al-cuoio-capelluto/

https://calvizie.net/mesoterapia-con-dutasteride/

https://calvizie.net/la-mesoterapia-con-i-farmaci-anticalvizie/

 

[Numero Voti: 0 Media: 0]
Redazione Calvizie.net
Redazione Calvizie.net
La redazione di Calvizie.net è formata da medici, specialisti e appassionati al tema della tricologia. Dal 1999, ci dedichiamo a diffondere informazioni sempre aggiornate sulla cultura della salute dei capelli.
Da leggere
spot_img
spot_imgspot_img
Notizie correlate

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

The reCAPTCHA verification period has expired. Please reload the page.