Biotina, quando è meglio assumerla?

Come molte sostanze nutraceutiche anche la biotina può essere più efficace se assunta in un determinato momento della giornata. Vediamo quale.

0
1373

tutti i diritti riservati riproduzione consentita purchè sia citata la fonte "www.calvizie.net"

[Numero Voti: 1 Media: 5]

tutti i diritti riservati
riproduzione consentita purchè sia citata la fonte "www.calvizie.net"
Biotina, quando è meglio assumerla?

Biotina, quando è meglio assumerla? Quando si assume qualcosa per la salute o per i capelli, si cerca sempre di ottenere il massimo. Per ottenere il massimo da qualsiasi cosa si assuma è necessario sapere quando è il momento migliore per assumerla. Questo vale anche per la biotina.

Per capire perché è meglio assumere la biotina in un determinato momento, è utile sapere cos’è la biotina e quali sono le sue funzioni. Entrambi questi elementi influiscono sul momento in cui è opportuno assumere la biotina per ottenere i migliori risultati.

Cos’è la biotina?

La biotina viene chiamata a volte con il nome di vitamina H. Un po’ più comunemente, la biotina viene chiamata vitamina B7. Essendo una delle vitamine del gruppo B, la biotina lavora insieme alle altre vitamine B e contribuisce a dare energia.

L’energia fornita al corpo è solo una delle attività che offre la biotina. Come molti sanno, la biotina è utile anche per i capelli, le unghie e la pelle. La biotina da anche benefici per la digestione e una buona digestione è benefica su molte altre funzioni del corpo.

Utilità

La biotina è utile anche ai nervi, porta infatti alla guarigione dei danni ai nervi, un’ottima cosa per chi soffre di una malattia nervosa. Anche la salute del fegato è presumibilmente favorita dalla biotina, anche se questo aspetto è meno noto e non del tutto verificato.

Questa vitamina potrebbe essere di grande aiuto anche per altri aspetti, ma non sono stati condotti studi sufficienti per dimostrarlo. Tuttavia quasi ogni giorno si fanno nuove scoperte sul corpo umano, sulle sue esigenze e sul suo funzionamento.

biotina dove si trova

La carenza di biotina è rara perché molti alimenti la contengono.

Negli alimenti

La biotina si trova in molti alimenti diversi, spesso di uso comune come uova, pomodori e soia. Ma si trova anche nel fegato e nei funghi. Tutti questi alimenti contengono biotina, così come molti altri. Considerando quanti alimenti comuni contengono biotina, è molto raro che si verifichi una carenza di biotina. Tuttavia, una carenza in questo caso è possibile in alcune circostanze ed è per questo che può essere necessario assumere integratori di  biotina.

Nel complesso, la biotina non è una delle vitamine più comuni o più necessarie. Tuttavia, la biotina è un elemento di cui si nota l’assenza se non se ne assume una quantità sufficiente.

Perché si può avere bisogno di biotina

Dalla descrizione della biotina stessa, è probabile che si possa già intuire il motivo per cui si potrebbe avere bisogno di biotina. La domanda migliore sulla biotina è forse perché sia necessario assumerne un integratore. Per cominciare, non dovrebbe sorprendere sapere che, tra tutte le diverse condizioni mediche esistenti, alcune influiscono sull’assorbimento della biotina.

In realtà, non sono molte le condizioni mediche che hanno questo effetto. Sono soprattutto i problemi digestivi, quelli che rendono difficile l’assorbimento di qualsiasi nutriente, a interferire con l’assorbimento della biotina. Tuttavia, ve ne sono alcuni che impediscono specificamente l’assorbimento della biotina.

Per i capelli

Quindi potrebbe essere necessario un integratore di biotina per alcuni problemi specifici. Il livello di biotina può influenzare la crescita delle unghie, la salute della pelle e dei capelli. I capelli diradati possono essere aiutati con una quantità extra di biotina, perché la biotina contribuisce alla produzione di cheratina.

Poiché la cheratina è essenziale per la crescita dei capelli, essendo uno degli elementi principali di cui i capelli sono composti, il fatto che la biotina possa incrementare la sintesi di cheratina significa che dare una mano concreta alla salute dei capelli. Questo è anche il motivo per cui la biotina viene utilizzata da chi cerca di combattere la calvizie.

La biotina spesso è inserita negli integratori che contengono anche tutte le altre vitamine del Gruppo B. Questo rende più facile capire quando è meglio assumerla.

integrazione melatonina per disturbi jet-lag dove comprarla

La biotina si può assumere in qualsiasi momento, ma in generale è meglio assumerla al mattino.

Perché è meglio assumere la biotina al mattino

Essendo una vitamina del gruppo B, dovrebbe essere abbastanza ovvio il motivo per cui è meglio assumere biotina al mattino. La biotina, come le altre vitamine del gruppo B, può dare un po’ di energia. Questa energia è ottima per sostenere le attività del mattino. Al contrario, sarebbe meglio non disporre di questa energia la sera prima di andare a letto, se si vuole riposare bene.

L’altro motivo per cui è meglio assumere la biotina al mattino e per cui in generale si consiglia di assumere gli integratori alimentari anche in quel momento, è in realtà la digestione. La digestione tende a rallentare durante il sonno.

Durante la notte e il sonno, il corpo si occupa di altre cose e la digestione passa in secondo piano. Pertanto, durante questo periodo, le sostanze nutritive assunte di recente non vengono assorbite bene come durante il giorno.

Pertanto, è necessario che la biotina sia stata completamente assorbita prima di andare a dormire. Anche se non è obbligatorio assumere la biotina come prima cosa al mattino, quanto prima la si assume nel corso della giornata, tanto maggiori sono le possibilità di assorbirne una quantità maggiore.

Altri suggerimenti per ottenere il massimo dalla biotina

Oltre ad assicurarsi di assumere la biotina al momento giusto, ci sono un paio di altri modi per assicurarsi di ottenere il massimo dall’assunzione di biotina. Per cominciare, la biotina può essere assunta a stomaco vuoto o, almeno, trenta minuti prima o un’ora dopo aver fatto colazione.

Inoltre, è necessario assicurarsi che l’intestino sia in salute e che digerisca correttamente gli alimenti. Se la digestione è carente, non sarà possibile assorbire le quantità necessarie di quasi tutto, compresa la biotina.

La biotina in tricologia è usata ad alto dosaggio contro la seborrea

Per questo motivo, l’assunzione di probiotici, enzimi digestivi e altri fattori che migliorano questo aspetto aiuta ad assorbire una maggiore quantità di biotina. Questo può essere fatto con alimenti fermentati, integratori o in altri modi.

Poi c’è anche il semplice prendersi cura di se stessi. Chi è in buona salute trae il massimo dagli alimenti. Come già detto, alcune condizioni mediche possono impedire di assumere la biotina necessaria. Alcuni problemi epatici specifici rientrano in questa categoria.

In questi casi, il trattamento del problema medico può migliorare l’assorbimento della biotina nella maggior parte dei casi. Per questo motivo è importante trattare queste condizioni, anche se non si ritiene che siano “troppo gravi” e si vogliono evitare i farmaci per curarle.

Infine anche l’assunzione della giusta quantità di biotina consente di ottenere il massimo da essa. La dose consigliata giornaliera di 30 microgrammi (mcg) per gli adulti, va bene per il mantenimento di una situazione di buona salute. Ma per problemi specifici di eccesso di sebo e problemi di capelli si possono assume anche sino a 10 milligrammi (mg).

Poiché 10 mg corrispondono a 10.000 mcg, si tratta di una dose molto elevata. Tuttavia, la maggior parte degli integratori di sola biotina è disponibile nel formato da 5000 mcg (5 mg), che va bene per la maggior parte delle persone.

Attenzione

Un’altra cosa da sapere quando si assume biotina è sapere quando non prenderla. La risposta è di non assumerla nelle 24 ore da un esame presso un laboratorio di analisi. Alcuni tipi specifici di esami di laboratorio e di analisi del sangue possono avere risultati falsati da livelli extra di biotina.

L’assunzione di biotina va interrotta prima di sottoporsi a delle analisi di laboratorio per non alterare i valori degli ormoni della tiroide.

Uno di questi esami è quello che misura gli ormoni tiroidei. Il risultato di queste informazioni falsificate sul test può far diagnosticare una patologia tiroidea che in realtà non c’è. Se viene prescritto e quindi assunto un farmaco per una patologia tiroidea inesistente, questo causerà altri problemi. Ovviamente, la tiroide ne risentirà, ma l’assunzione del farmaco potrebbe causare altri effetti collaterali.

In breve, si tratta di una situazione del tutto negativa. Quindi, prima di sottoporsi a qualsiasi esame di laboratorio del sangue o degli ormoni, il consiglio è quello di evitare di assumere la biotina un giorno, se non due, prima.

Considerazioni finali

L’assunzione di biotina come integratore alimentare non è necessaria per tutti. Solo chi ha una carenza di biotina ne ha davvero bisogno, anche se molti altri possono trarne beneficio anche se non ne sono carenti.

Tuttavia, alcune persone hanno davvero bisogno di biotina, più di quella che possono assumere con l’alimentazione e soprattutto se hanno i capelli diradati. Quindi se si inizia ad assumere biotina bisogna assicurarsi di assumerla al momento giusto per massimizzarne gli effetti positivi.

PRODOTTI CORRELATI


1 flacone da 50 ml con contagocce.

Integratore Alimentare in forma liquida concentrata a base di Biotina (Vitamina H) la cui azione è di fondamentale importanza per mantenere in salute gli annessi cutanei quali pelle e capelli.

...


1 flacone da 360 ml

Balsamo condizionante per capelli fini e tendenti alla caduta. Dona ai capelli sostanze ammorbidenti, nutrienti, volumizzanti, districanti, tonificanti e idratanti. Idoneo in caso di capelli lunghi e lavaggi frequenti.

...

APPROFONDIMENTI 

Biotina capelli: i benefici della vitamina H

Biotina per capelli: l’intervista alla dott.ssa Giannatiempo

Vitamine e capelli

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

The reCAPTCHA verification period has expired. Please reload the page.