martedì, Maggio 28, 2024
HomeAree tematicheBiologia dei capelliAmplifica e la nuova ricerca

Amplifica e la nuova ricerca

spot_imgspot_img

Amplifica e la nuova ricerca. Lo scorso anno ci erano state chieste delucidazioni su SCUBE3. Questa era l’ennesima molecola che, stando  ai lanci di stampa,  avrebbe risolto la calvizie. Si trattava comunque del frutto delle ricerche del dr. Plikus dell’Università di California a Irvine, che ha alle spalle alcuni diversi anni di ricerca e alcuni brevetti per le terapie della calvizie.

Amplifica

Nel 2020 il Dr. Plikus si è associato col Dr. William Rassman, celebre chirurgo dei capelli, per creare Amplifica. Questa è una nuova società per sviluppare prodotti per la crescita dei capelli. Nell’Ottobre 2022 è stato annunciato che Amplifica ha ottenuto un finanziamento di  11,8 milioni di dollari. Questi fondi consentiranno lo sviluppo clinico dei prodotti di punta dell’azienda per il trattamento dell’alopecia androgenetica.

L’azienda adotta un approccio scientifico ispirato alla natura, utilizzando un meccanismo molecolare che fa ricrescere i capelli naturali. L’azienda ha identificato e isolato molecole di segnalazione uniche che stimolano i follicoli piliferi a far ricrescere i capelli.

Osteopontina

Le due principali aree di sviluppo dei prodotti dell’azienda riguardano la proteina osteopontina e appunto la molecola di segnalazione SCUBE3. Il Dr Plikus ha scoperto alcuni anni fa che l’osteopontina è la molecola che fa crescere i peli ipertrofici sui alcuni nei, i cosiddetti nei pelosi.

Le ultime scoperte del team in relazione ai nei pelosi e all’osteopontina sono state pubblicate sulla prestigiosa rivista Nature. Nel nuovo studio il nutrito team di ricercatori del Dr. Plikus ha riscontrato che questa molecola può indurre la crescita dei follicoli piliferi se somministrata in qualsiasi punto della pelle. Il lavoro iniziale è stato svolto sui topi, ma Amplifica prevede di iniziare gli studi clinici sull’uomo nel corso dell’estate,

Secondo quanto dichiarato alla rivista Insider il Dr. Plikus ritiene che questo composto:

“Potrebbe essere iniettato nel cuoio capelluto di uomini e donne affetti da calvizie per risvegliare i follicoli piliferi rimasti inattivi, con una procedura quasi indolore simile al Botox”.

mesoterapia

Gli attivi di Amplifica saranno somministrati con delle iniezioni tipo quelle del botulino.

Mix di sostanze

Il trattamento e la sperimentazione probabilmente coinvolgeranno una combinazione di osteopontina e di altre proteine per la crescita dei capelli recentemente scoperte da Plikus e dal suo team.  Si ritiene che l’altra molecola sviluppata da Amplifica sarà SCUBE3 che è stata già testata tramite microiniezioni nei topi.

Amplifica e la nuova ricerca: l’ultimo studio

Lo studio descrive il ruolo essenziale che le molecole osteopontina e CD44 svolgono nell’attivazione della crescita dei peli all’interno dei nei pelosi. Oltre a queste due molecole, il team ritiene probabile che il proseguimento delle ricerche porterà all’identificazione di altri potenti attivatori della crescita dei peli e dei capelli.

Nella pubblicazione si evidenziano gli sforzi di ricerca del team che ha sviluppato modelli di topi specializzati con le stesse alterazioni genetiche osservate sui nei cutanei pigmentati umani. I ricercatori hanno monitorato l’attività delle cellule staminali dei follicoli piliferi nella cute dei nei in un periodo di tempo e hanno scoperto che la crescita eccessiva dei peli in questi topi è determinata da un intervallo di tempo più breve di quello tipico tra i cicli di crescita consecutivi dei peli.

Analizzando i segnali rilasciati dalle cellule pigmentate dei nei, che sono melanociti senescenti, i ricercatori hanno identificato che l’ osteopontina viene rilasciata a un livello elevato. Questo  stimola in modo potente le cellule staminali del follicolo pilifero per una robusta crescita dei peli.

Anche nell’uomo

L’équipe ha anche scoperto che, come nei topi, i campioni di nei pelosi umani presentano un aumento dei livelli di osteopontina rispetto alla pelle normale adiacente. Per verificare ulteriormente gli effetti dell’osteopontina sulla crescita dei capelli, i collaboratori di Amplifica hanno somministrato una dose di osteopontina a follicoli piliferi umani in innesti di pelle. In questo modo, i ricercatori sono stati in grado di indurre una nuova crescita dei follicoli piliferi umani in un solido modello preclinico.

I risultati di questa ampia ricerca convalidano il potenziale di stimolazione della crescita dei capelli con i composti in fase di sviluppo da parte di Amplifica. Amplifica ha riconosciuto il valore delle ricerche condotte sotto la guida del Dr. Plikus e ha stipulato un accordo di licenza esclusiva con i rettori della California University nel 2019, che copre le invenzioni descritte nella pubblicazione su Nature. Il composto evidenziato nella pubblicazione di Nature è indicato come AMP-203 da Amplifica.

Amplifica e la nuova ricerca

Su alcuni nei pigmentati abbondano i peli ipertricotici.

Anni di ricerche

È interessante notare che il Dr. Plikus afferma che questa pubblicazione su Nature è il risultato di quasi 10 anni di ricerca da parte di un team internazionale di scienziati. La frase più incoraggiante del Dr. Plikus è questa:

“Cresceranno i capelli come nei ricordi di quando avevate 18 anni. Non cresceranno come peli ascellari ispessiti e ispidi”. Questa esplosione di molecole viene mostrata ai follicoli piliferi del cuoio capelluto e loro dicono: ‘Oh, OK. È ora di crescere!”.

L’intervista

Nell’intervista a DermWire, il Dr. Plikus ha dichiarato che il composto a base di osteopontina evidenziato nella pubblicazione di Nature è designato come AMP-203 presso Amplifica.

Intervistatore: Qual è il messaggio principale del nuovo studio?

Dr.  Maksim Plikus: “Lo studio delle condizioni naturali di crescita dei capelli, come i nevi pelosi, può offrire spunti di riflessione sulle molecole chiave, come l’osteopontina, che regolano il normale ciclo di crescita dei capelli. A sua volta, questo può ispirare nuovi bersagli molecolari per migliorare la crescita dei capelli in caso di alopecia”.

Intervistatore: In che modo questo fa progredire la nostra comprensione dell’alopecia?

Dr. Plikus: “Identifica una nuova via molecolare, la via dell’osteopontina/CD44, che stimola in modo potente la crescita dei capelli. Gli agonisti di questa via, compresa l’osteopontina stessa, possono essere studiati per essere farmaci di nuova generazione contro la caduta dei capelli”. “

Intervistatore: Ci parli dell’AMP-203 di Amplifica.

Dr. Plikus: “Il composto evidenziato nella pubblicazione su Nature è indicato come AMP-203 da Amplifica. AMP-203 è un composto a base di osteopontina in fase di sviluppo preclinico presso Amplifica. Amplifica avvierà il suo programma di sviluppo clinico per valutare la sicurezza della sua tecnologia di base nell’anno solare 2023.  Amplifica è nelle prime fasi dello sviluppo clinico, pertanto al momento non sono state rese note le tempistiche”.

Intervistatore: Quali sono i prossimi passi della ricerca?

Dr. Plikus: “Ci sono altre molecole di segnalazione che si evidenziano sui nei pelosi. Le stiamo studiando ora”.

L’osteopontina non fa venire i capelli grigi, ma viene sintetizzata a più alti livelli dai melanociti senescenti. Sono gli stessi che esaurendosi imbiancano i capelli. Questo potrebbe spiegare perché la canizie precoce sembra proteggere dalla calvizie.

Il precedente di Follicum

L’osteopontina era la molecola su cui aveva puntato anche Follicum, un’azienda che si è sciolta nel 2021, ma che è tornata nel 2023

con una nuova proprietà. Il  peptide a base di osteopontina di Follucum era leggermente diverso da quello che Amplifica somministrerà tramite iniezioni di osteopontina e altre molecole.

Gli studi clinici di Fase 2 di Follicum hanno portato a un aumento della crescita dei capelli di 6,6 capelli/cm2, che all’epoca è stato ritenuto insufficiente per proseguire con la Fase 3. Vedremo se i nuovi proprietari cambieranno idea.

SCUBE3

In un interessante articolo dell’Università di California Irvine sul lavoro dei ricercatori Maksim Plikus e Natasha Mesinkovska, riscontriamo questa affermazione del Dr. Plikus:

“Molto probabilmente, SCUBE3 verrebbe microiniettato a meno di un millimetro sotto la pelle di una persona, un processo “abbastanza indolore” che dovrebbe essere ripetuto periodicamente per mantenere la crescita dei capelli”. La sperimentazione sull’uomo dei composti di Amplifica dovrebbe iniziare nel 2023.

dr. Maksim Pilkus

Il dr. Maksim Pilkus, dall’aspetto giovanile, ha alle spalle 20 anni di pubblicazioni scientifiche.

Varie collaborazioni

A fine Gennaio 2023 Amplifica ha firmato un accordo di licenza esclusiva con l’Università of California per una molecola proprietaria per la crescita dei capelli in pipeline (SCUBE 3). Citazione chiave:

“Questo composto in fase iniziale (SCUBE3) sarà ora indicato come AMP-601 ed è attualmente in fase di sperimentazione preclinica presso Amplifica“.

Amplifica collabora anche con Ingenza, con sede nel Regno Unito, per promuovere nuovi trattamenti per l’alopecia che coinvolgano le molecole e le proteine di segnalazione di Ingenza.

Testo parzialmente tratto, tradotto e adattato da hairlosscure2020.com

PRODOTTI CORRELATI


1 flacone da 120 compresse

Integratore alimentare a base di Biotina, L-Cistina e L-Metionina per favorire e accelerare il recupero della capigliatura normale dopo perdita di capelli abbondanti (telogen effluvium, ...

APPROFONDIMENTI

Canizie: capelli bianchi, capelli forti

Novità calvizie: la riscoperta delle cure già disponibili

 

Tutte le cure in arrivo contro la calvizie

 

 

Redazione Calvizie.net
Redazione Calvizie.net
La redazione di Calvizie.net è formata da medici, specialisti e appassionati al tema della tricologia. Dal 1999, ci dedichiamo a diffondere informazioni sempre aggiornate sulla cultura della salute dei capelli.
Da leggere
spot_img
spot_imgspot_img
Notizie correlate

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

The reCAPTCHA verification period has expired. Please reload the page.