Canizie: capelli bianchi, capelli forti

Uno studio prende in analisi la canizie, il fenomeno biologico per cui i capelli perdono il loro pigmento fino a diventare bianchi. Vediamo cosa è emerso.

0
Data di revisione
1341

tutti i diritti riservati riproduzione consentita purchè sia citata la fonte "www.calvizie.net"

[Numero Voti: 0 Media: 0]

tutti i diritti riservati
riproduzione consentita purchè sia citata la fonte "www.calvizie.net"
canizie

Canizie: la premessa

La canizie è un segno evidente di invecchiamento negli esseri umani. I capelli bianchi (non pigmentati) sono più spessi dei capelli scuri (pigmentati). Il tasso di crescita dei capelli bianchi è anche significativamente superiore a quello dei capelli neri. Tuttavia, il meccanismo alla base di questo fenomeno è in gran parte sconosciuto.

Obiettivo

L’obiettivo di questo studio è esaminare l’associazione tra i modelli di incanutimento e di crescita dei capelli valutando l’espressione dei geni o delle proteine relativi alla crescita dei capelli bianchi e di quelli scuri.

Metodo

Sono state osservate le caratteristiche morfologiche delle sopracciglia e dei capelli. L’espressione differenziale dei geni è stata analizzata nei capelli bianchi e in quello scuri del cuoio capelluto umano con un’analisi del cariotipo molecolare (microarray). L’analisi RT-PCR (reverse transcriptase-polymerase chain reaction) e immunoistochimica di geni o proteine relativi alla crescita dei capelli sono state eseguite in capelli bianchi e scuri.

Risultati

I geni della cheratina (KRT) e della proteina associata alla cheratina (KAP) nei capelli bianchi sono risultati sovraregolati di almeno 2 volte rispetto ai geni dei capelli scuri nelle analisi microarray. Invece, la sovraregolazione dei geni della KRT e dei geni dell’isoforma KAP4 nei capelli bianchi è stato convalidata mediante l’analisi RT-PCR. L’immunoreattività per KRT6, KRT14/16, e KRT25 è risultata aumentata nel follicolo pilifero dei capelli bianchi in confronto ai capelli neri. Inoltre, l’espressione genica del fattore di crescita dei fibroblasti 5 (FGF5) è risultata sottoregolata nei capelli bianchi rispetto ai capelli scuri. Al contrario, l’espressione genica del fattore di crescita dei fibroblasti 7 (FGF7) è risultata elevata nei capelli bianchi rispetto ai capelli neri.

Canizie: le conclusioni

L’espressione di geni o proteine associate con la crescita attiva dei capelli è sovraregolata nei capelli bianchi (non pigmentati) rispetto ai capelli scuri (pigmentati). Di conseguenza, questi risultati suggeriscono che l’incanutimento dei capelli è associato alla loro crescita attiva.

Studiosi e fonte

Br J Dermatol. 14 Settembre 2011. Di seguito, gli studiosi che hanno indagato il processo della canizie: Choi HI, GI Choi, Kim EK, YJ Choi, Sohn KC, Lee Y, Kim CD, Yoon TJ, Sohn HJ, Han SH, Kim S, JH Lee, Lee YH.

Dipartimenti di Anatomia e Dermatologia, Facoltà di Medicina, Chungnam National University, Daejeon, Dipartimento di Dermatologia di Corea, Facoltà di Medicina, Gyeongsang National University, Jinju, Dipartimento di Anatomia di Corea, Facoltà di Medicina, Chungbuk National University, Cheongju, Dipartimento di Anatomia di Corea / Istituto Cattolico di Anatomia Applicata, Facoltà di Medicina, Università Cattolica della Corea, Seul, Corea.

 

APPROFONDIMENTI 

Capelli grigi, stress e dintorni

Perchè i capelli diventano grigi?

PRODOTTI CORRELATI 


1 flacone da 120 capsule cad.

Integratore che favorisce l'umore e la serenità. Riporta a livello fisiologico il tono dell''umore, attenua gli stati d''ansia e favorisce sensazioni di serenità e di calma.


1 Flacone 100 ml

Spray colorante realizzato con pigmenti naturali per mascherare in pochi secondi il diradamento, i capelli bianchi e la ricrescita delle radici.

 

tutti i diritti riservati riproduzione consentita purchè sia citata la fonte "www.calvizie.net"

[Numero Voti: 0 Media: 0]

tutti i diritti riservati
riproduzione consentita purchè sia citata la fonte "www.calvizie.net"
Articolo PrecedenteDHT e IL-6.
Articolo SuccessivoHSC (Wnt, follistatina…) test clinici.
La redazione di Calvizie.net è formata da medici, specialisti e appassionati al tema della tricologia. Dal 1999, ci dedichiamo a diffondere informazioni sempre aggiornate sulla cultura della salute dei capelli.

Rispondi

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome qui