Effluvio cronico e calvizie femminile

Spesso, è difficile distinguere la perdita di capelli cronica dalla calvizie femminile. Ecco cosa ha rivelato questo studio in merito alla correlazione di queste due patologie.

0
Data di revisione
1061

tutti i diritti riservati riproduzione consentita purchè sia citata la fonte "www.calvizie.net"

[Numero Voti: 0 Media: 0]

tutti i diritti riservati
riproduzione consentita purchè sia citata la fonte "www.calvizie.net"
effluvio cronico e calvizie femminile

Esiste un legame?

Il telogen effluvium cronico è un disturbo che comporta un’abbondante perdita di capelli costante. Anche la calvizie comune femminile è una patologia che ha come conseguenza immediata la caduta di capelli copiosa. Per questa ragione, senza una corretta diagnosi, questi due malattie potrebbero essere confuse tra loro. Inoltre, molti si chiedono se vige una correlazione tra l’effluvio cronico e la calvizie femminile. Questo studio ha messo in luce proprio questi aspetti.

Lo studio

Clin Exp Dermatol. 22 agosto 2014. doi: 10.1111 / ced.12406.

Bittencourt C, Ferraro DA, Soares TC, Moraes AM, Cintra ML.
Dipartimento di patologia, Unicamp, Campinas, São Paulo, Brazil.

La sintesi di questo studio che mette in correlazioni due patologie riguardanti la caduta di capelli nella donna è la seguente:

Il telogen effluvium cronico e la calvizie comune femminile sono forme separate e distinte di alopecia: un’analisi istomorfometrica e immunoistochimica.

Premessa

Il telogen effluvio cronico (CTE) è ancora una patologia poco compresa che può essere confusa con la calvizie femminile (FPHL) oppure rappresentarne un prodromo (segno che precede il manifestarsi di un fatto). La patogenesi di entrambi è correlata con l’accorciamento del ciclo del follicolo e forse con modifiche negli afflussi di sangue.

Lo scopo

Analizzare un certo numero di reperti istomorfometrici e immunoistochimici attraverso la tecnica dell'”immunostaining” mirata al fattore di crescita vascolare endoteliale (VEGF), a Ki-67 e CD31 in biopsie del cuoio capelluto di 20 pazienti con CTE, 17 pazienti con FPHL lieve e 9 casi di controllo.

Metodi

L’indice di Ki-67 e la densità ottica del VEGF sono stati analizzati sulla guaina epiteliale esterna del follicolo utilizzando il software ImageJ. La densità di CD31 nei microvasi è stata valutata con una griglia Chalkley.

Risultati

Nei pazienti con FPHL sono state riscontrate sia una significativa miniaturizzazione dei follicoli che una maggiore densità dei follicoli non in fase anagen rispetto ai pazienti con CTE e i casi di controllo. L’indice del Ki-67+ è risultato correlato positivamente con le caratteristiche istologiche della FPHL. Il gruppo con FPHL ha mostrato la più alta densità ottica di VEGF, seguita dal gruppo con CTE e dal gruppo di controllo. Tra i tre gruppi non sono state riscontrate differenze della densità del CD31 nei microvasi.

Effluvio cronico e calvizie femminile: conclusioni

Le analisi istomorfometriche stabiliscono che il telogen effluvio cronico è un disturbo distinto separato dalla calvizie femminile fin dalle sue origini. Anche i suoi meccanismi patogenetici sono distinti. Questi risultati avvallano il meccanismo proposto di “rilascio immediato del telogen’ per il CTE che porta alla sincronizzazione del ciclo dei capelli. Nella FPHL,  tassi mitotici follicolari dell’anagen accelerati, con i relativi valori più elevati di Ki-67 e VEGF, lascerebbero meno tempo alla differenziazione, con conseguente miniaturizzazione dei capelli.

 

APPROFONDIMENTI 

Caduta capelli in gravidanza: tutto sull’effluvio

Effluvio: significato, cause e rimedi – Indice di categoria

PRODOTTI CORRELATI


1 flacone da 120 compresse

Integratore alimentare multicomponente contro la caduta dei capelli a base dei migliori estratti vegetali e componenti anti-DHT: serenoa repens, pygeum africanum, ortica, thè verde, isoflavoni di soia, betasitosterolo,...

 


1 Flacone da 250ml

Detergente prezioso sviluppato appositamente per detergere i capelli e aiutare a rallentare la caduta. La sua formulazione arricchita con i migliori agenti stimolanti e anticaduta, come Triaminodil, acido azelaico, beta sit...

Rispondi

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome qui