Attività della caffeina sui capelli maschili e femminili

0
Data di revisione
976

tutti i diritti riservati riproduzione consentita purchè sia citata la fonte "www.calvizie.net"

[Numero Voti: 0 Media: 0]

tutti i diritti riservati
riproduzione consentita purchè sia citata la fonte "www.calvizie.net"

Br J Dermatol .  16 maggio 2014  doi : . 10.1111/bjd.13114.
Effetti differenti della caffeina sull’allungamento dei capelli, sulla proliferazione dei cheratinociti della matrice e della guaina epiteliale esterna e regolazione del ciclo dei capelli da parte di TGF-β2 e IGF-1 nei follicoli coltivati in vitro dei capelli umani maschili e femminili.

Fischer TW1 , Herczeg – Lisztes E , Funk W, Zillikens D , Bíró T , Paus R.
Dipartimento di Dermatologia , Università di Lubecca , 23538 , Lubecca , Germania.

Sintesi

Premesse
La caffeina, secondo degli studi, contrasta la soppressione da parte del testosterone della produzione del fusto del capello nei follicoli dei capelli maschili (HFs) coltivati in vitro.

Obiettivi
Abbiamo indagato l’impatto della caffeina a) su ulteriori importanti parametri nella crescita dei capelli, b) sui principali fattori di crescita e fattori regolatori dei capelli e c) sul confronto tra HF maschili e femminili in presenza di testosterone.

Metodi
HFs micro-sezionati di scalpo umano sia maschile che femminile sono stati trattati in coltivazione d’organi senza siero per 120h con solo testosterone (0,5 mcg /ml) o in combinazione con la caffeina (0,005-0,0005%) e con (immuno)istomorfometria quantitativa sono stati valutati gli effetti sull’allungamento del fusto dei capelli, sul ciclo dei follicoli (ossia la transizione dall’anagen al catagen), sulla proliferazione dei cheratinociti della matrice del capello nonché l’espressione di un fattore-chiave nell’induzione dell’catagen, il fattore di crescita trasformante (TGF – β2) e di un fattore di prolungamento dell’anagen, il fattore di crescita insulino-simile di tipo 1 (IGF-1). Gli effetti della caffeina sono stati ulteriormente investigati a livello di cheratinociti umani della guaina epiteliale esterna (ORSK).

Uno studio preliminare ha verificato che finasteride sarebbe più efficace sui calvi che sono anche villosi (pelosi)

Questo studio ribadisce l’efficacia della caffeina nel contrasto della caduta dei capelli mostrata da studi precedenti. Gli studi passati hanno portato allo sviluppo di numerosi prodotti per capelli contenentii caffeina a uso topico.

Risultati
La caffeina ha aumentato l’allungamento del fusto dei capelli, ha prolungato la durata dell’anagen e ha stimolato la proliferazione dei cheratinociti della matrice dei capelli. Gli HFs femminili hanno mostrato una più alta sensibilità alla caffeina rispetto agli HFs maschili. La caffeina ha contrastato l’aumento causato dal testosterone dell’espressione della proteina TGF-β2 negli HFs maschili. Negli HFs femminili il testosterone non è riuscito a indurre l’espressione del TGF-β2, mentre la caffeina lo ha ridotto. Negli HFs maschili e femminili la caffeina ha aumentato l’espressione della proteina IGF-1. Negli ORSK, la caffeina ha stimolato la proliferazione cellulare, ha inibito l’apoptosi/necrosi e innalzato l’espressione del gene IGF-1 e la secrezione delle proteina, mentre la secrezione della proteina TGF-β2 è risultata abbassata.

Conclusioni
Lo studio rivela nuovi effetti di promozione della crescita della caffeina sui follicoli dei capelli di entrambi i generi a differenti livelli (molecolari, cellulari e organi).

Rispondi

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome qui