Tuia orientale contro la calvizie

0
Data di revisione
111

tutti i diritti riservati riproduzione consentita purchè sia citata la fonte "www.calvizie.net"

[Numero Voti: 0 Media: 0]

tutti i diritti riservati
riproduzione consentita purchè sia citata la fonte "www.calvizie.net"

J Ethnopharmacol. 10 Novembre 2015 

L’attività inibitoria di alcune erbe tradizionali cinesi contro la testosterone 5α-reduttasi e gli effetti delle parti aeree del Platycladus (Tuia orientale) sulla ricrescita dei peli nei topi trattati con testosterone-

Zhang B 1, Zhang RW 2, Yin XQ 1, Lao ZZ 1, Zhang Z 1, Wu QG 1, Yu LW 1, Lai XP 3, Wan YH 2, Li G 1.

1 Università di Medicina Cinese di Guangzhou, Guangzhou, Cina
2 Bawang (Guangzhou) Co. Ltd., Guangzhou, Cina;
3 Guangzhou Università di Medicina Cinese, Guangzhou, Cina; Accademia di Matematica e Ingegneria dell’Università di Medicina cinese di Dongguan e Università di Medicina Tradizionale Cinese di Guangzhou, , Dongguan, Cina.

Sintesi

Rilevanza etnofarmacologica
Molti rimedi della tradizione cinese vengono utilizzati da centinaia di anni per scurire e nutrire i capelli e attualmente molti di queste sono diffusamente utilizzati negli shampoo a base di erbe cinesi per nutrire e promuovere la crescita dei capelli.

Obiettivi dello studio
Il presente studio è stato condotto per la rilevazione di inibitori della 5α-reduttasi (5αR) da parte dei rimedi della tradizione cinese e valutarne in vivo l’attività di promozione della crescita nonché per analizzare i loro effetti sul metabolismo degli androgeni e sull’espressione della 5αR tipo II nei follicoli piliferi.

Materiali e metodi
Nove piante tradizionali della medicina cinese sono state essiccate, macinate e sottoposte a estrazione per macerazione con etanolo al 75% o acqua distillata e sono state utilizzate per la rilevazione degli inibitori delle 5αR, mentre questi enzimi sono stati estratti dagli epididimi dei ratti. Le foglie di Platycladus orientalis (L.) Franco (la Tuia orientale) sono state utilizzate per valutarne l’attività anti-androgenica in vivo. La copertura della cute è stata osservata giornalmente e la ricrescita dei peli è stata valutata attribuendo un punteggio. Le sezioni longitudinali dei follicoli piliferi sono state utilizzate per l’osservazione della morfologia del follicolo, la classificazione delle fasi distinte della morfogenesi del follicolo pilifero e per calcolare il punteggio medio. Le sezioni trasversali sono state utilizzate per la determinazione dei conteggi dei follicoli piliferi. I livelli di testosterone (T), diidrotestosterone (DHT) ed estradiolo (E2) sono stati rilevati nel siero e nel tessuto cutaneo col kit ELISA. Il saggio di immunofluorescenza è stato utilizzato per rilevare l’influenza dell’estratto di Platycladus orientalis (L.) Franco sull’espressione della 5αR nella pelle dorsale.

Le parti aeree della Tuia orientale

Le parti aeree del Platycladus orientalis (Tuia orientale) protagoniste dello studio qui pubblicato.Un altro studio aveva evidenziato proprietà anti-calvizie da parte di questa pianta (si veda negli Approfondimenti qui sotto). Uno studio ancora precedente aveva mostrato analoghe proprietà per l’estratto di semi della Tuia occidentale pianta reperibile più facilemnte anche come rimedio fitoterapico qui in Europa.

Risultati
Abbiamo trovato che gli estratti di Ganoderma lucidum (GL-ext), di Polygonum multiflorum (PM-ext), di sommità del Platycladus (CP-est) e di Cynomorium songaricum (CS-est) hanno mostrato una forte attività inibitoria della 5αR. L’estratto di sommità di Platycladus (5mg e 2mg /topo/giorno) può ridurre significativamente il tempo di ricopertura della cute dorsale e di crescita in lunghezza dei peli (p <0,01) e ha mostrato un’elevata attività nel promuovere la ricrescita dei peli. Inoltre i dati istologici dei follicoli piliferi in ciascun gruppo hanno dimostrato che il CP-ext potrebbe promuovere la crescita del follicolo pilifero e ritardare l’entrata in telogen dei follicoli piliferi. Il CP-ext ha peraltro ridotto significativamente i livelli di DHT e abbassato l’espressione della 5αR tipo Ⅱ nella cute (P <0,01).

Conclusioni
GL-ext, PM-ext, CP-ext e CS-ext hanno mostrato una forte attività inibitoria della 5αR. Il CP-ext possiede una forte attività promotrice della crescita dei peli nel modello murino androgeno-sensibile in vivo tramite l’inibizione dell’attività della 5αR, diminuendo i livelli di DHT e a sua volta sopprimendo l’espressione della 5αR. Il nostro studio può contribuire allo sviluppo di una nuova generazione di integratori a base di erbe per il trattamento dell’alopecia androgenetica (AGA), con fondamenti più chiari di farmacodinamica.

Rispondi

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome qui