Telogen effluvio indotto da farmaci

Tra le cause che possono indurre l'effluvio telogen vi sono i farmaci. Vediamo quali.

0
Data di revisione
1468

tutti i diritti riservati riproduzione consentita purchè sia citata la fonte "www.calvizie.net"

[Numero Voti: 0 Media: 0]

tutti i diritti riservati
riproduzione consentita purchè sia citata la fonte "www.calvizie.net"

Per “telogen effluvium” si intende una perdita intensa e generalizzata di capelli giunti alla fase terminale del loro ciclo vitale. Tra le possibili cause che inducono questo fenomeno vi l’uso di alcuni farmaci prescrizionali.

Il meccanismo attraverso cui alcuni farmaci possono promuovere la caduta dei capelli non è stato studiato in dettaglio. Tuttavia, ciò che sembra certo è che questa perdita di capelli sia completamente reversibile e che abbia le caratteristiche tipiche del telogen effluvium.

Inoltre, è bene specificare che solo alcuni soggetti risentono di caduta di capelli dopo l’assunzione di determinati farmaci.

Effluvio Telogen e farmaci: come prevenire

Qualsiasi farmaco sia sospettato di indurre caduta di capelli può essere controllato utilizzando una guida riferimento solitamente in possesso di medici e farmacisti.

Si tratta di una sorta di dizionari farmaceutici che elencano i farmaci prescrizionali approvati, con il nome generico del principio attivo o con il nome commerciale della medicina. Al loro interno, vengono descritti nel dettaglio: la medicina, il funzionamento, la posologia, le indicazioni terapeutiche e gli effetti collaterali.
Per cui, se la caduta di capelli e la crescita di peli superflui è stata osservata durante le sperimentazioni, devono essere riportate all’interno di queste guide così che il paziente sia a conoscenza dei rischi a cui va incontro.

Inoltre, ci sono farmaci che possono causare la caduta di capelli solo in pochi soggetti tra migliaia e questo conferma quanto ognuno di noi sia unico in termini di corredo genetico e condizioni ambientali, al punto che ciascun farmaco può avere effetti assai diversi da soggetto a soggetto.

Questo non deve far insorgere un’eccessiva preoccupazione in noi nel momento in cui leggiamo come effetto collaterale di un farmaco la caduta di capelli, perché essa avviene in genere su un numero molto basso di utilizzatori.

Farmaci che inducono il telogen effluvium

Tuttavia, vi sono alcuni farmaci che più di altri hanno la possibilità di ridurre e spegnere l’attività dei follicoli piliferi, causando diverse forme di caduta di capelli.

È bene ricordare che molte sostanze, che in alcuni dosaggi possono avere addirittura effetti benefici sulla crescita dei capelli, a dosaggi eccessivi possono avere l’effetto esattamente contrario. Il caso più noto è quello dei retinoidi e derivati della Vitamina A: possono essere usati con grande efficacia nella terapia topica della calvizie, ma un iperdosaggio può avere effetti negativi.

Di seguito sono riportati i farmaci che più comunemente possono indurre l’effluvio telogen:

  • Farmaci per colesterolo: Clofibrate, Gemfibrozil;
  • Farmaco anti-ipertensivo: Diazoxide;
  • Farmaci anti-istaminici: Cimetidina, Ranitidina, Famotidina;
  • Anti-coaugulanti: Dicumarol, Heparin, Coumarin, Warfarin
  • Farmaci anti-convulsioni: Ethotoin, Phenytoin, Mephenytoin, Trimethadione, Paramethodione, Valproate sodium;
  • Anti-tiroidali: Carbimazole, Methimazole, Itriconazole, Thiouracil
  • Farmaci Beta bloccanti per alta pressione sanguigna: Acebutolol, Nadolol, Atenolol, Pindolol, Labetalol, Metoprolol, Propranolol, Timolol;
  • Farmaci anti-infiammatori non steroidei: Aspirina, Fenoprofen, Meclomen, Ibuprofen, Naproxen, Indomethacine, Piroxicam, Ketoprofene, Sulindac;
  • Medicine per artrite: Penicillamina, Auranofin, Indomethacin, Naproxen, Methotrexate
  • Antidepressivi triciclici: Amitriptyline, Imipramine, Amoxapine, Nortriptyline,Desipramine, Protriptyline, Doxepin, Trimpramine;
  • Derivati della Vitamina A (sosaggi eccessivi): Retinoidi, Retinolo, Acitretina , Isotretinoina, Etretinate, Vitamina A;
  • Medicinali vari: Allopurinol, Aminodarone, Azothioprine, Azulfidine, Bromocriptine, Carbamazepine, Choramphenicol, Clomiphene, Clonidine, Colchicine, Dixyrazine, Ethambutol, Ethionamide, Etretianate, Gentamycin, Haloperidol, Hydantoin, Levodopa, Interferon-alpha, Methyldopa, Methysergide, Metyrapone, Nifrofurantoin, Para-amino-salicylic acid, Prazosin, Probenecid, Pyridostigmine bromide, Sulphasalazine, Terfenadine.

Infine, vi sono ulteriori farmaci e principi attivi che, se assunti per determinati periodi di tempo e/o in abbondante quantità, possono essere alopecizzanti in determinati soggetti.

Tra essi è bene specificare: acido borico, acido nicotinico, acido valproico, allopurinolo, anabolizzanti steroidei, androgeni, antidepressivi triciclici, anfetamine, arsenico, atenololo, auranofin, bleomicina, bismuto, calan, captopril, carbamazepina, carbimazolo, ciclofosfamide, citostatici, clofibrato, clomifene, clonazepam, cloramfenicolo, cloroprene, colchicina, corticosteroidi, cumarina, danazolo, dicumarolo, dietilpropionato, dixirazina, eparina, estroprogestinici, etambutolo, etionamide, etretinato, famotidina, fluconazolo, fluroxamina, gemfibrozil, griseofulvina, ibuprofene, idantoinici, imiprazina, indometacina, iodio, lavimudina, levodopa, litio, mercurio, metildopa, metisergide, metoprololo, monossido di carbonio, morfina, muscarina (alopecia da funghi), nadololo, naprossina, nitrofurantoina, octreocide, penicillamina, potassio tiocianato, probenecid, procainamide, propanolo, ranitidina, sali d’oro, sulfasalazina, sulindac, tallio, tiamfenicolo, timololo, tiocianato, tiouracile, trimetadione, verapamil.

 

ARTICOLI CORRELATI

Come curarsi in caso di Effluvi

Differenza tra Effluvio e Defluvio

 

Rispondi

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome qui