Alopecia universale: la speranza in un farmaco anti-artrite

0
Data di revisione
903

tutti i diritti riservati riproduzione consentita purchè sia citata la fonte "www.calvizie.net"

[Numero Voti: 0 Media: 0]

tutti i diritti riservati
riproduzione consentita purchè sia citata la fonte "www.calvizie.net"

Un farmaco contro l’artrite da una ricrescita eccezionale di capelli in un uomo completamente calvo.

Un uomo quasi senza peli sul suo corpo e senza capelli ha sviluppato una testa piena di capelli con un nuovo trattamento. 

Un uomo senza peli e capelli sul suo corpo ha ora una testa piena di capelli grazie a una cura somministrata dai medici della Yale University.

Non vi è attualmente alcuna cura o trattamento a lungo termine per l’alopecia universale, la malattia che ha lasciato un paziente venticinquenne senza peli e capelli. Questo è il primo caso riportato di trattamento mirato ed efficace per questa malattia rara che non passa inosservata.

Il paziente ha anche avuto una ricrescita di sopracciglia, ciglia, così come dei peli del viso, delle ascelle e degli altri peli che gli mancavano prima di sottoporsi al trattamento.

“I risultati sono esattamente quello che avevamo sperato”, ha detto il dr. Brett A. King, assistente professore di dermatologia presso la Yale University School of Medicine e autore di un articolo che descrive i risultati pubblicato online il 18 giugno nel Journal of investigative Dermatology. “Questo è un grande passo avanti nel trattamento di pazienti affetti da questa malattia. Si tratta di un solo caso, ma ci aspettavamo il successo del trattamento sulla base della nostra attuale conoscenza di questa malattia e del farmaco. Crediamo che gli stessi risultati possano essere replicati sugli altri pazienti e ci accingiamo a provarlo “.

Al paziente era stata diagnosticata sia alopecia universale, una malattia che comporta la perdita di tutti i peli del corpo, che psoriasi a placche, una condizione caratterizzata da aree cutanee arrossate e a squame. L’unica peluria su tutto il corpo era localizzata proprio nelle placche di psoriasi della testa. Al paziente è stato appunto consigliato di rivolgersi alla facoltà di dermatologia di Yale per curar la psoriasi, mentre L’alopecia universale non era mai stata trattata.

Il dr. King credeva che sarebbe stato possibile curare entrambe le malattie contemporaneamente utilizzando un farmaco già approvato dalla FDA per il trattamento dell’artrite reumatoide chiamato citrato di tofacitinib. Il farmaco era stato utilizzato con successo nel trattamento della psoriasi nell’uomo e nei topi aveva risolto l’alopecia areata, una forma analoga ma meno estesa di alopecia.

“Non esistono soluzioni per il trattamento a lungo termine di alopecia universale,” ha detto il dr. King, un medico interessato al trattamento delle malattie cutanee rare ma devastanti. “La migliore conoscenza scientifica disponibile ci ha suggerito che questo farmaco avrebbe potuto funzionare e questo è avvenuto”.

Le fasi di ricrescita dei capelli con il trattamento a base di tofacitinib Queste immagini mostrano la testa del paziente:
a) prima della cura con tofacitinib
b) dopo due mesi di cura
c) dopo cinque mesi di cura
d) dopo otto mesi di cura.

Dopo due mesi di tofacitinib a 10 mg al giorno, il paziente ha mostrato qualche miglioramento nella psoriasi mentre gli sono iniziati a crescere i capelli in testa e sulla faccia (i primi a ricrescere dopo sette anni). Dicono i medici che l’hanno curato che dopo altri tre mesi di terapia a 15 mg al giorno nel paziente erano ricresciuti i capelli e aveva ormai sopracciglia chiaramente visibili, così come le ciglia, i peli del viso, i peli delle ascelle e gli altri peli.

“Dopo otto mesi c’è stata la piena ricrescita di tutti i capelli e dei peli” ha detto la coautrice dello studio dr.ssa Brittany G. Craiglow. “Il paziente ha riferito di non avere avvertito alcun effetto collaterale e pure noi non abbiano riscontrato alcuna anomalia nelle analisi di laboratorio”.

Il tofacitinib sembra incentivare la ricrescita di peli e capelli nei pazienti con alopecia universale spegnendo l’attacco del sistema immunitario sui follicoli dei capelli indotto dalla malattia, ha detto il dr. King. Il farmaco aiuta in alcuni, ma non in tutti, i casi di psoriasi, e, secondo gli autori, nel caso di questo paziente è stato moderatamente efficace.

Il dr. King ha presentato una proposta di studio clinico che prevede il tofacitinib in forma di crema per il trattamento dell’alopecia areata.

Ha citato il lavoro della ricercatrice Angela Christiano della Columbia University , come il motivo per cui ha deciso di provare il tofacitinib come terapia in questi pazienti che presentano alopecia universale e psoriasi. La Christiano ha dimostrato che il tofacitinib e farmaci simili risolvono l’alopecia areata nei topi. Il dr. King ha definito come esemplare il lavoro di questa ricercatrice, un chiaro esempio di come gli investimenti nella ricerca scientifica portino a migliorare la vita umana.

“Questo caso illustra l’interazione tra i progressi della scienza e la cura delle malattie”, ha detto, “e fornisce un esempio convincente dei modi in cui una sempre più complessa comprensione della medicina, combinata con l’ingegnosità nelle cure, benefici i pazienti”.
________________________________________
Fonte:
La storia di cui sopra si basa su materiali che sono stati forniti dalla Yale University. L’articolo originale è stato scritto da Eric Gershon. Nota: la documentazione può essere modificata nei contenuti e nella loro estensione.
________________________________________
Pubblicazione di riferimento:
1 Brittany G Craiglow, Brett A King. Prendere due piccioni con una fava: Il tofacitinib orale risolve l’alopecia universale in un paziente con psoriasi a placche .Journal di Dermatologia Investigative 2014; DOI: 10.1038/jid.2014.260

Rispondi

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome qui