Alopecia areata e Covid-19

Negli articoli precedenti abbiamo visto le molte relazioni esistenti tra cure per contrastare l'epidemia da coronavirus e le cure contro la calvizie comune. C'è però anche un parallelo con le cure contro l'alopecia areata, che è la seconda forma di calvizie più diffusa. Vediamo di cosa si tratta.

0
Data di revisione
408

tutti i diritti riservati riproduzione consentita purchè sia citata la fonte "www.calvizie.net"

[Numero Voti: 5 Media: 1]

tutti i diritti riservati
riproduzione consentita purchè sia citata la fonte "www.calvizie.net"
alopecia areata

Farmaci contro l’artrite reumatoide

Uno dei primi farmaci saliti alla ribalta nel contrasto dei casi più gravi dovuti al coronavirus è stato il Tocilizumab. Si tratta di un farmaco contro approvato per curare l’artrite reumatoide. L’artrite reumatoide è una malattia che ha in comune con le varie forme di alopecia la produzione di citochine infiammatorie che portano alla caduta dei capelli.

Il Tocilizumab in particolare è un antagonista del recettore dell’interleuchina 6 (IL-6) che ha un ruolo negativo anche nella calvizie comune o androgenetica.

Alopecia areata: gli inibitori delle JAK

Negli ultimi anni si sono, invece, sperimentati con successo contro l’alopecia areata altri farmaci approvati per l’artrite reumatoide e alcuni tipi di tumori, gli inibitori delle chinasi JAK (Janus Kinasi). Si tratta in particolare di due farmaci: il Tofacitinib e il Ruxolitinib, la cui assunzione ha portato al recupero della capigliatura e di altri peli del viso e corporei in soggetti con le forme più estese di alopecia areata. In particolare, ci si riferisce all’alopecia areata totale (perdita di tutta la capigliatura) e universale (perdita di capelli, ciglia, sopracciglia, barba e tutti i peli del corpo).

alopecia areataRisultati ottenuti su alopecia areata con il Ruxolinitib orale.

Dal uso orale a quello locale

Questi farmaci di ultima generazione oltre a essere molto costosi comportano, con l’uso orale, effetti collaterali anche non leggeri (come cefalea, nausea, diarrea, ipertensione e infiammazioni varie). Inoltre, la sperimentazione dell’uso orale nell’alopecia areata ha dimostrato che per raggiungere risultati deve essere protratto per mesi e non abbandonato. Per questa ragione, si è passati alla sperimentazione per uso topico e si sono avuti anche qui risultati interessanti.

Ruxolitinib contro il Covid-19

Uno di questi farmaci inibitori delle JAK, il Ruxolitinib, è attualmente in sperimentazione sui malati di Covid-19 all’ospedale di Zingonia in provincia di Bergamo (una delle zone più severamente colpite dal coronavirus a livello mondiale). Questo farmaco è utilizzato principalmente contro la mielofibrosi, un tumore osseo. Tuttavia, a livello dermatologico, trova applicazione, oltre che per l’alopecia areata, per la psoriasi a placche.

alopecia areataUn’alopecia areata totale trattata con un inibitore della JAK3, mostra una grande ricrescita, ma anche la coesistenza di alopecia androgenetica (calvizie comune). Forse la calvizie comune non potrà essere curata con questi farmaci.

Dall’alopecia areata alla calvizie comune?

Sull’onda dell’entusiasmo per le ricrescite complete ottenute da questi farmaci inibitori della JAK nell’alopecia areata, si è proposto di sperimentarli anche per la calvizie comune. Tuttavia, c’è almeno un’immagine molto eloquente di un soggetto con alopecia areata, che alla fine della cura in cui ha recuperato i capelli persi da anni, mostrava un’evidente calvizie comune.

Il bilancio delle cure per l’alopecia areata

Le cure contro l’alopecia areata possono dare ricrescite anche complete che difficilmente si verificano con la calvizie comune. Tuttavia, i risultati non sono sempre stabili e duraturi. Come per le cure della calvizie comune, è possibile tracciare un bilancio positivo delle cure per l’areata negli ultimi vent’anni. I farmaci inibitori delle JAK sono le terapie più promettenti trovate in questi ultimi anni. La ricerca sta provando ad ottimizzare il ricorso a queste terapie minimizzandone gli effetti collaterali e aumentandone la permanenza dell’efficacia nel tempo.

 

ARTICOLI CORRELATI

Novità per l’alopecia areata (prof. A. Tosti)


1 flacone da 150 capsule

Integratore nutrizionale specifico per capelli ad azione antiossidante, contiene i principali estratti naturali conosciuti per le loro proprietà di contrasto ai radicali liberi quali MSM, N-acetil cisteina, fitotoc...

 


1 flacone da 120 compresse

Integratore alimentare contenente alte quantità di amminoacidi solforati L-Cistina e L-Metionina con Biotina per favorire/accelerare il recupero della capigliatura normale dopo perdite di capelli importanti (Telo...

 

Rispondi

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome qui