Winona e le altre: per tagliarsi i capelli sborsano seicento dollari

0
912

tutti i diritti riservati riproduzione consentita purchè sia citata la fonte "www.calvizie.net"

[Numero Voti: 0 Media: 0]

tutti i diritti riservati
riproduzione consentita purchè sia citata la fonte "www.calvizie.net"

di Alessandro Giannotti

NEW YORK —È per molte donne, ma certamente non per tutte. Il suo nome è Sally Hershberger e dire che fa la parrucchiera è un po’ come quando qua New York girava la barzelletta su David Rockefeller: allorché fu avvertito che Gianni Agnelli voleva incontrarlo ci pensò un attimo e poi disse: «Ho già sentito parlare di lui. Ha un garage a Torino».
Ebbene questa creatrice di acconciature – definizione forse più appropriata – dopo il successo ottenuto a Los Angeles ha appena aperto il suo primo salone nella Grande Mela in pieno Meatpacking District. Il costo per un taglio di capelli? $600! Ma le clienti non si sono fatte attendere. Desiderose di apparire più belle dopo aver visto il risultato su altre clienti che rispondono ai nomi di Meg Ryan, Winona Ryder, Jane Fonda e Michelle Pfeiffer. E alla domanda se non le sembra che 600 dollari non siano un po’ troppi per tagliarsi i capelli, ha candidamente risposto: «Ci sono donne che spendono molto di più per comprarsi una borsa o un paio di scarpe. Puoi cambiare vestiti tre volte al giorno, ma non certo i capelli».

La Hershberger divenne famosa negli anni ’80 per avere pettinato Olivia Newton-John in occasione di un servizio fotografico di Herb Ritts. Ma chi si trovasse a passare da New York e non volesse spendere così tanto e avere ugualmente un ottimo risultato, ecco «Josephine’s Beauty Retreat» (200 East 62nd Street). Tra le sue clienti l’attrice Julia Roberts che se li fa tagliare, però, solo da Daylor Chagas.
E chissà quante dame dell’high society newyorkese avranno messo le loro capigliature tra le mani di questi maghi delle forbici per apparire più belle all’evento che ieri sera si è tenuto al Waldorf Astoria Hotel su Park Avenue per raccogliere i fondi per la ricerca sul cancro alla prostata del Cap Cure di Michael Milken. Tra i momenti clou della serata la performance della cantante Cher, che ha appena terminato il suo tour all’interno degli Stati Uniti.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

The reCAPTCHA verification period has expired. Please reload the page.