Uno studio conferma: il sole può danneggiare i follicoli.

0
Data di revisione
569

tutti i diritti riservati riproduzione consentita purchè sia citata la fonte "www.calvizie.net"

[Numero Voti: 0 Media: 0]

tutti i diritti riservati
riproduzione consentita purchè sia citata la fonte "www.calvizie.net"

Mol Med Rep. 24 Luglio 2014:. 10.3892/mmr.2014.2418

Identificazione del microRNA indotto da radiazioni degli ultravioletti B nelle normali cellule della papilla dermica umana.

Cha HJ 1, Kim OY 1, Lee GT 2, Lee KS 2, Lee JH 3, Park IC 4, Lee SJ 5, Kim YR 6, Ahn KJ 6, An IS 1, An S 1, Bae S 7.

1 Istituto per la Pelle e le Scienze Cliniche di Corea, Konkuk University, Seoul 143-701, Repubblica di Corea.
2 Coreana Cosmetics Co., Ltd., Cheonan-si, Chungcheongnam-do 330-833, Repubblica di Corea.
3 Laboratorio di Oncologia Molecolare, Cheil General Hospital e Healthcare Center della donna, Kwandong University, College of Medicine, Seoul 100-380, Repubblica di Corea.
4 Laboratorio di Genomica Funzionale, Istituto di Radiologia e Scienze Mediche di Corea, Seoul 139-706, Repubblica di Corea.
5 Dipartimento di Chimica, Hanyang University, Seoul 133-791, Repubblica di Corea.
6 Dipartimento di Dermatologia, Konkuk University School of Medicine, Seoul 143-701, Repubblica di Corea.
7 Centro di Ricerca sul Farmaco a Bersaglio Molecolare , Konkuk University, Seoul 143-701, Repubblica di Corea.

Sintesi

La radiazione ultravioletta (UV) lede le funzioni intracellulari danneggiando direttamente il DNA e generando indirettamente le specie reattive dell’ossigeno (ROS) che inducono l’arresto del ciclo cellulare e l’apoptosi. La radiazione UV può anche alterare i profili dell’espressione genica, compresi quelli di mRNA e microRNA (miRNA).

Gli effetti delle radiazioni UV sulle funzioni cellulari e sull’espressione genica sono stati ampiamente documentati nelle cellule della cute umana come i cheratinociti, i melanociti e i fibroblasti dermici, ma l’effetto che ha su altri tipi di cellule della pelle come le cellule della papilla dermica, che sono cruciali nella induzione della crescita del follicolo dei capelli, rimane sconosciuto.

Tabella esposizione raggi UV a seconda dei tipi di pelle consigliati dal OMS Clint Eastwood, un immagine recente in cui si nota il diradamento senile A sinistra: I valori dell’UV index per una corretta esposizione al sole scondo l’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità).

A destra: le variabili più comuni che incidono sull’esposizione ai raggi UV a cura del CCM (Centro nazionale per la prevenzione e il controllo delle Malattie).

In questo studio è stato esaminato l’effetto delle radiazioni UV sui cambiamenti fisiologici e sull’ espressione dei profili basati sull’miRNA nelle cellule della normale papilla dermica umana (nHDPs). Una radiazione UVB 50 mJ/cm2 ha mostrato elevata citotossicità e apoptosi in maniera dose-dipendente. E’ stata inoltre evidenziata la produzione di ROS nelle nHDPs irradiate dagli UVB.

Peraltro, utilizzando l’analisi microarray dell’miRNA, è stato dimostrato che i profili di espressione di 42 miRNA della nHDPs irradiati con UVB sono stati significativamente modificati rispetto ai controlli (35 sovraregolati e 7 diminuiti). Sono state studiate con l’analisi “gene ontology” le funzioni biologiche dei miRNA espressi in modo differente per identificare i loro presunti mRNA bersaglio e si è dimostrato che questi  sono coinvolti nelle funzioni di sopravvivenza e di morte delle cellule. Complessivamente, i risultati del presente studio dimostrano che i meccanismi cellulari basati sull’miRNA sono coinvolti nella risposta cellulare indotta dagli UVB nelle normali papille dermiche umane.

Rispondi

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome qui