Trapianti barba: chiariamoci le idee

Il trapianto di barba è un intervento per molti ma non per tutti. Esso richiede una progettazione meticolosa ed una grande esperienza. Approfondiamo l'argomento.

0
Data di revisione
461

tutti i diritti riservati riproduzione consentita purchè sia citata la fonte "www.calvizie.net"

[Numero Voti: 1 Media: 5]

tutti i diritti riservati
riproduzione consentita purchè sia citata la fonte "www.calvizie.net"
trapianti barba

Trapianti di barba: non solo estetica

Oggigiorno, i trapianti barba sono una pratica sempre più comune e le motivazioni che si celano dietro a questo intervento possono essere di varia natura. Un articolo dell’ISHRS di qualche anno fa ha sottolineato come la barba sia percepita ancora come un forte simbolo di mascolinità nella maggior parte delle culture. Nonostante la barba poco folta e l’aspetto rasato siano ancora popolari, il mondo di Hollywood e dello sport hanno contribuito a valorizzare ancora di più questo tratto mascolino. Ecco perché i trapianti di barba possono portare a risultati eccellenti per chiunque si chieda come infoltire la barba in modo efficace.

Al di là della questione estetica, vi sono altre motivazioni per cui un uomo dovrebbe sottoporsi ad un autotrapianto barba. Prima fra queste, vi è il desiderio di mascherare una cicatrice da trauma o una cicatrice da post-follicolite. A questo, si aggiunge l’intenzione del paziente di nascondere i danni di un’ustione o di un intervento che ha danneggiato il proprio volto.

Alopecia areata e barba

Un capitolo a parte è l’alopecia areata della barba (alopecia areata barba) che è causa frequente di chiazze alopeciche. Alcune forme stabilizzate da anni e non responsive alla terapia medica possono essere trattate mediante autotrapianto. I rischi di recidiva, sebbene non frequenti, sono possibili e devono essere chiariti con cura.

Barba trapianto vs autotrapianto capelli

La differenza sostanziale tra un trapianto di barba e uno di capelli, come è facile intuire, risiede nella limitatezza dell’area donatrice. Può sembrare un gioca di parole, ma se si desidera trapiantare la barba con peli di barba, l’unica area di prelievo possibile è al di sotto della linea mandibolare.

Alcuni pazienti dispongono di barbe molto folte e un prelievo omogeneo in tale area non costituisce un problema. Invece, altri pazienti sono troppo radi e, in questo caso, le opzioni disponibili sono tre:

  • Beard Reshapening;
  • Beard Reshapening integrato con capelli;
  • Autotrapianto di barba solo con capelli.

Cos’è il “Beard Reshapening”?

Letteralmente vuol dire “ridisegnare la barba“. Si tratta di una tecnica di prelievo, ideata dal Dr. Tesauro, che prevede l’asportazione completa dei follicoli sottomandibolari situati sul lato ed inferiormente sul collo. Usare questi peli non causa sfoltimento della barba esistente, ma ridisegna una linea di attaccatura più alta. Il caso di cui parleremo prossimamente è una applicazione di questa tecnica integrata con un numero ridotto di unità follicolari prelevate dal cuoio capelluto.

Trapianti barba: quando si usano i capelli per infoltire?

L’impiego dei capelli per infoltire o ricostruire la barba può essere eseguito solo se il matching di calibro, forma (sezione*) e colore risulta adeguato. Di conseguenza, uno studio videodermatoscopico preliminare è indispensabile.

Trapianti barba e tecnica Fue

La tecnica utilizzata è la FUE, la quale si serve in questi casi di strumenti di prelievo ancora più piccoli. La meticolosità e l’attenzione con cui si progetta e si effettua il trapianto di barba sono paragonabili all’operazione di autotrapianto di capelli. Le unità follicolari saranno trapiantate con una densità compresa tra le 25 e le 30 unità per centimetro quadrato.

 

ARTICOLI CORRELATI

Autotrapianto di capelli: la tecnica FUE


1 pezzo

Spazzola da Barba tascabile in legno dark pregiato e setole di cinghiale

 

Rispondi

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome qui