martedì, Maggio 28, 2024
HomeAree tematicheRicerca e futuroScoperto un nuovo gene che regola la calvizie

Scoperto un nuovo gene che regola la calvizie

spot_imgspot_img

21 Aprile, 2003. Alcuni ricercatori presso la Columbia University stanno svelando i meccanismi di funzionamento di geni che gestiscono cicli e processi di crescita dei capelli in precedenza sconosciuti. Nelle loro prime scoperte, pubblicate venerdì scorso, hanno identificato un nuovo gene che codifica per la adesione proteica, una componente di rilevanza cruciale nel processo di crescita dei capelli.

 

Le scoperte potrebbero portare ad un miglioramento nei trattamenti di rimozione dei peli corporei e, sostengono i ricercatori, potrebbero addirittura far luce su alcuni aspetti sconosciuti della calvizie.

La nuova proteina, chiamata desmoglein 4 (DSG4), tiene le cellule assieme mentre si trasformano nelle diverse cellule costituenti il follicolo capillifero. La DSG4 assicura che ogni cellula sia nel posto giusto al momento giusto quando questa si trova a marciare affianco alle altre durante la formazione del fusto del capello. In questo modo, ciascuna cellula riceve i segnali appropriati per trasformarsi nella giusta tipologia di cellula capillifera.

?Questa proteina è come il Velcro che tiene unite le cellule. Se non rimangono ben salde l’una affianco all’altra, tendono a separarsi dalle cellule loro vicine e non possono ricevere istruzioni in modo adeguato? afferma la Dr.ssa Angela Christiano, professore associato di dermatologia per la genetica e lo sviluppo presso il Columbia?s College of Physicians and Surgeons, nei cui laboratori è stata condotta la ricerca.

Senza la DSG4, ?le cellule si separano le une dalle altre disponendosi in modo disorganizzato, e, anziché i sei strati ordinati di una fibra del capello normale, ci si ritrova con un ammasso di cellule confuse nel follicolo capillifero?. Il risultato è che le persone e i topi che mancano del gene hanno peli e capelli radi e sottili.

Il gene che codifica per la proteina DSG4 è il terzo gene importante per la crescita dei capelli umani a venire scoperto nei laboratori della Christiano. Ma è il primo dei tre a codificare per una proteina strutturale, ossia una proteina che dà origine a un prodotto che diventa parte degli elementi costitutivi del follicolo capillifero. Gli altri due sono geni regolatori, ossia geni che, anziché produrre una proteina strutturale, si comportano solamente da ?interruttori? che accendono e spengono altri geni.

La Dr.ssa Christiano sostiene che si tratta del ?primo dei geni cosiddetti hardware?. Quanto agl’altri si tratterebbe di cosiddetti geni software?. Sia gli uni che gl’altri sono indispensabili per la normale crescita dei capelli. (Queste scoperte verranno pubblicate sulla rivista ?Cell’ in un articolo che comparirà venerdì prossimo)

 

Tutti e tre i geni potrebbero rivestire un ruolo nella terapia genica che mira all’eliminazione dei peli superflui ? sia temporanea che definitiva. La Dr.essa Christiano dice che simili trattamenti prevedranno l’applicazione e il massaggio di lozioni o gel direttamente sulla pelle in modo da inibire la crescita e ricrescita dei peli. ?Seriamente, la crescita di peli o capelli può costituire un problema medico rilevante sia per coloro che soffrono di ipertricosi sia per coloro che soffrono di alopecia o calvizie’ e, aggiunge la Christiano, ?interessa tanto gli uomini quanto le donne’.

Una siffatta strategia di trattamento farà ricorso a prodotti contenenti ribosomi ed RNA antisenso. Si tratta di molecole fatte apposta per legarsi saldamente a specifiche molecole di RNA messaggero che fan sì che il gene in questione si traduca in materiale corporeo funzionante. Legandosi in questo modo all’RNA, la molecola antisenso lo disattiva, cosicché la proteina per cui esso avrebbe codificato non viene costituita.

Uno dei geni regolatori scoperti nei laboratori della Christiano sembra avere un ruolo così importante nell’ambito dei cicli del follicolo capillifero che disattivandolo negli esperimenti coi topi in un’area bersaglio si ottiene un?interruzione permanente nella crescita del pelo.

Secondo l’unità di trasferimento tecnologico della Columbia University, la compagnia Science & Technology Ventures, Skinetics Bioscience LLC, si sta attrezzando per sviluppare prodotti per la ricrescita e l’eliminazione di peli/capelli e condurrà studi clinici basati sulle scoperte della Dr.essa Christiano. I ricercatori prevedono di incominciare le prove di laboratorio entro l’inverno prossimo.

 

Redazione Calvizie.net
Redazione Calvizie.net
La redazione di Calvizie.net è formata da medici, specialisti e appassionati al tema della tricologia. Dal 1999, ci dedichiamo a diffondere informazioni sempre aggiornate sulla cultura della salute dei capelli.
Da leggere
spot_img
spot_imgspot_img
Notizie correlate

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

The reCAPTCHA verification period has expired. Please reload the page.