Rapporto indice/anulare e calvizie

0
Data di revisione
153

tutti i diritti riservati riproduzione consentita purchè sia citata la fonte "www.calvizie.net"

[Numero Voti: 0 Media: 0]

tutti i diritti riservati
riproduzione consentita purchè sia citata la fonte "www.calvizie.net"

An. Bras. Dermatol. 26 Aprile 2016

Il rapporto indice/anulare negli uomini è un indicatore per l’alopecia androgenetica ?

Bilgic O1, Altınyazar HC1, Eryilmaz D1, Tuğrul ZA1.

1 Università Selcuk, Konya, Turchia.

Premessa
Sebbene la patogenesi dell’alopecia androgenetica non sia completamente nota, il ruolo della predisposizione genetica e degli androgeni sono ben noti. Un più basso rapporto tra la lunghezza dell’indice (2D) e quella dell’anulare (4D) si ipotizza che possa riflettere o una maggiore esposizione prenatale agli androgeni e/o una maggiore sensibilità agli androgeni.

Obiettivi
Determinare la relazione tra il rapporto della lunghezza indice/anulare e l’alopecia androgenetica.

Metodi
Le misure della lunghezza delle dita sono state fatte con un calibro digitale Vernier. La gravità dell’alopecia androgenetica è stata valutata utilizzando la scala Hamilton-Norwood. Sono stati inclusi nello studio i soggetti con alopecia androgenetica a partire dal grado III incluso.

Mano maschile e mano femminile

Mano destra maschile (a sinistra ) e mano destra femminile (a destra).L’anulare della mano maschile è più lungo dell’indice. Pare che questo allungamento dell’anulare maschile sia dovuto all’effetto dell’esposizione agli androgeni nel periodo prenatale e che in questo periodo si stabilisca la minore o maggiore sensibilità agli androgeni. Lo studio qui illustrato è peraltro analogo a studi precedenti che hanno mostrato una correlazione tra questo rapporto e la predisosizione alle affezioni dipendenti dagli androgeni.

Un totale di 189 uomini con alopecia androgenetica e 171 controlli sani sono stati coinvolti nello studio. L’ età dei partecipanti variava da 19 a 65 anni.Irapporti 2D:4D della mano destra nei pazienti con alopecia androgenetica sono risultati significativamente più bassi rispetto a quelli dei controlli. Tuttavia, nessuna differenza significativa è stata trovata per la mano sinistra. La media dei rapporti 2D:4D nei pazienti con alopecia androgenetica è risultata pure più bassa rispetto ai controlli. Non è stata osservata alcuna relazione significativa tra la gravità alopecia androgenetica e i rapporti 2D: 4D.

Conclusione

I nostri dati supportano l’evidenza anatomica dell’esposizione nell’ utero agli androgeni e/o della sensibilità di un individuo agli androgeni in pazienti con alopecia androgenetica. Inoltre, il rapporto 2D:4D della mano destra potrebbe essere un indicatore del futuro manifestarsi di alopecia androgenetica.

tutti i diritti riservati riproduzione consentita purchè sia citata la fonte "www.calvizie.net"

[Numero Voti: 0 Media: 0]

tutti i diritti riservati
riproduzione consentita purchè sia citata la fonte "www.calvizie.net"
Articolo PrecedenteMelanina del nero di seppia anti-canizie ?
Articolo SuccessivoRespirazione mitocondriale delle staminali
Redazione Calvizie.net
La redazione di Calvizie.net è formata da medici, specialisti e semplici appassionati sul tema della Tricologia che dal 1999 si dedicano a diffondere la cultura della salute dai capelli e della capigliatura e informazione sulla calvizie sempre aggiornata il più obiettiva possibile.

Rispondi

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome qui