L’estratto di Wedelia Chinensis attenua l’attività del recettore degli androgeni.

0
888

tutti i diritti riservati riproduzione consentita purchè sia citata la fonte "www.calvizie.net"

[Numero Voti: 0 Media: 0]

tutti i diritti riservati
riproduzione consentita purchè sia citata la fonte "www.calvizie.net"

Tsai CH, Lin FM, Yang YC, Lee MT, Cha TL, Wu GJ, Hsieh SC, Hsiao PW.
Agricultural Biotechnology Research Center, Academia Sinica, Nankang, Taipei, Taiwan.

PREMESSA: La Wedelia Chinensis è un comune ingrediente delle medicine a base di erbe antinfiammatorie a Taiwan e nel Sud della Cina. L’infiammazione è coinvolta nella promozione della crescita, dell’invadenza e della metastasi dei tumori. Questo studio mira a testare gli effetti biologici in vivo dell’estratto di W. Chinensis sul cancro alla prostata.

PROGETTO SPERIMENTALE: Sono stati analizzati l’efficacia in vivo e i meccanismi di azione di una somministrazione orale di estratti standardizzati d W. Chinensis in animali portatori di cancri alla prostata xenotrapiantati a livello sottocutaneo o ortotopico.

RISULTATI: L’esposizione all’estratto di  W. Chinensis di cellule di cancro alla prostata ha indotto l’apoptosi selettiva nelle cellule di cancri alla prostata dipendenti  dal recettore degli androgeni (AR) e hanno spostato la proporzione in ogni fase del ciclo cellulare verso la fase G(2)-M nelle cellule cancerose non dipendenti dall’AR. L’estratto erboristico (4 o 40 mg/kg/g per 24-28 giorni) ha attenuato la crescita di tumori alle prostata in topi glabri con trapianto sia a livello sottocutaneo (31%  e 44% rispettivamente) che  ortotopico (49%  e 49% rispettivamente). Gli effetti di soppressione dei tumori si sono manifestati insieme ad apoptosi e minore proliferazione delle cellule tumorali e altresì di ridotta angiogenesi nei tumori. L’effetto antitumorale dell’estratto di  W. Chinensis  è stato messo in correlazione con l’accumulo in vivo dei principali composti attivi wedelolattone, luteolina e apigenina.

CONCLUSIONE : L’azione anticancro dell’estratto di  W. Chinensis è dovuta a tre composti attivi che inibiscono il percorso di segnalazione delll’AR. La somministrazione orale dell’estratto di W. Chinensis impedisce la genesi del cancro alla prostata. Si assicurano ulteriori studi sulla W. Chinensis per la chemioprevenzione e la medicina complementare contro il cancro alla prostata negli uomini.

Approfondimenti


» Il polimorfismo del gene del recettore degli androgeni è associato alla calvizie maschile
» Lo studio precedente sulla Wedelia Chinensis come antiandrogeno naturale (in inglese)
» L’uso tradizionale della Wedelia Chinensis contro l’alopecia (in inglese)

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

The reCAPTCHA verification period has expired. Please reload the page.