Il ritorno della mela verde ?

0
60

L’effetto inibitorio sulla 5-α reduttasi e l’attività astringente dell’estratto della buccia di mela verde sulle cellule dei cheratinociti e fibroblasti umani.

Son DH , Nam MH , Hong CO , Seol HM , Yang JE , Kim YB , Kim CT , Lee KW .
Divisione di Scienze Biologiche e Tecnologie Alimentari , Facoltà di Scienze della vita e biotecnologia , Korea University , Seoul , Repubblica di Corea.

Sintesi
Le mele verdi acerbe contengono tannini condensati a livelli 10 volte superiori rispetto alle mele mature. I tannini non hanno solo una forte attività antiossidante, ma anche proprietà astringente.

In questo studio, abbiamo analizzato gli effetti degli estratti di buccia di mela verde (GAR) nel ridurre i pori del viso e la secrezione di sebo. Tra gli estratti di GAR, l’estratto ottenuto con il 70 % di etanolo ha mostrato la più alta attività antiossidante e il maggior contenuto di tannini.

La buccia della mela verde acerba è ricca di tannini condensati e di acido ursolico

La mela verde acerba e la sua buccia ricca di tannini condensati è stata già al centro dell’interesse di chi si occupa di cure contro la calvizie (nonché alla base di uno “storico” shampoo ad azione sebonormalizzante). Inoltre, sempre nella stessa buccia, si trova un’elevata quantità di acido ursolico, sostanza che possiede diverse azioni benefiche e secondo alcuno potrebbe forse essere utile nel contrastare la caduta dei capelli.

Quindi è stato ulteriormente frazionato con differenti solventi. Tra queste frazioni di solvente della buccia, la frazione dell’estratto ottenuta con acetato di etile (GAR- E) ha mostrato un’attività astringente. Inoltre ha evidenziato effetti inibitori sulla 5-α reduttasi e indotto la sintesi di collagene di tipo 1 e involucrina.

Questi risultati suggeriscono che GAR-E può essere applicato in cosmetica per ridurre la dimensione dei pori del viso e la secrezione di sebo.

Rispondi

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome qui