Il laser frazionale per rigenerare i capelli ?

0
Data di revisione
100

tutti i diritti riservati riproduzione consentita purchè sia citata la fonte "www.calvizie.net"

[Numero Voti: 0 Media: 0]

tutti i diritti riservati
riproduzione consentita purchè sia citata la fonte "www.calvizie.net"

Laser Surg Med. 10 Aprile 2015 Aprile.

L’attivazione della rigenerazione dei follicoli con il laser frazionale non ablativo: valutazione dei parametri di irraggiamento e di risposta dei tessuti.

Wu YF 1, Wang SH, Wu PS, Fan SM, Chiu HY, Tsai TH, Lin SJ.

1Istituto di Ingegneria Biomedica, College of Medicine e College of Engineering, National Taiwan University, Taipei, Taiwan.

Sintesi

Contesto e obiettivi
Individuare dei metodi per migliorare l’avvio della fase anagen può essere utile contro l’alopecia. Recentemente, il laser non ablativo è stata proposto come un potenziale trattamento contro l’alopecia. Tuttavia, non è stato ben stabilito come i parametri laser influenzino l’attività delle cellule staminali, i cicli piliferi e gli effetti collaterali associati. Qui esaminiamo gli effetti dei parametri di irraggiamento di un laser frazionale a 1.550 nm sul ciclo dei follicoli piliferi.

Pianificazione/Materiali e metodi
La pelle dorsale di topi femmina C57BL/6 con follicoli piliferi in telogen sincronizzato è stata rasata e irradiata con un laser frazionale in erbio-vetro a 1.550 nm (Fraxel RE: STORE -SR1500- Laser System, Solta Medical, USA) con diverse energie (5-35 mJ) e densità di raggio (500-3500 zone microterme/cm2). I cambiamenti cutanei sono stati valutati sia grossolanamente che istologicamente. L’attività delle cellule staminali dei follicoli piliferi è stata rilevata da incorporazione BrdU e i cambiamenti nell’espressione genica sono stati quantificati con PCR in tempo reale.

Risultati
Subito dopo l’irradiazione può essere osservato un danno termico diretto sui follicoli piliferi, in particolare con i fasci laser a più alta energia. L’induzione dell’anagen nella parte irradiata mostra un cambiamento del tipo “tutto o niente”. L’avvio dell’anagen e la formazione di ulcere dipendono dalle combinazioni di energia e densità del raggio. L’energia più bassa di 5 mJ non è riuscita a promuovere l’ingresso dell’anagen con tutte le densità del raggio testate. Aumentando l’energia del raggio da 10 a 35 mJ, abbiamo trovato che un trend decrescente della densità del raggio può indurre l’avvio dell’anagen entro 7-9 giorni attivando le cellule staminali del follicolo pilifero. La densità del raggio oltre la soglia favorevole alla rigenerazione potrebbe portare a ulcere e cicatrici seguite dall’avvio dell’anagen nella cute adiacente. Le analisi delle citochine infiammatorie, tra cui TNF-α, IL-1β e IL-6, ha rivelato che si verifica una moderata e momentanea infiammazione con l’avvio dell’anagen, mentre la formazione di ulcere è preceduta da un’intensa e prolungata infiammazione.

Conclusione
Per evitare gli effetti collaterali di lesioni e cicatrici del follicolo pilifero è richiesta un’appropriata combinazione di energia e densità del raggio laser. Parametri al di fuori della finestra terapeutica possono comportare sia nessuna promozione dell’anagen che la formazione di ulcere.

Rispondi

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome qui