Finasteride riduce l’incidenza di tumore alla prostata?

0
1436

tutti i diritti riservati riproduzione consentita purchè sia citata la fonte "www.calvizie.net"

[Numero Voti: 0 Media: 0]

tutti i diritti riservati
riproduzione consentita purchè sia citata la fonte "www.calvizie.net"

Il National Cancer Institute ha interrotto prima del tempo lo Studio PCPT – La Finasteride ha ridotto l’incidenza di tumore alla prostata.

Il National Cancer Institute ha interrotto prima del tempo lo studio Prostate Cancer Prevention Trial ( PCPT ) per gli evidenti benefici del trattamento con la Finasteride ( Proscar ) nel ridurre l’incidenza di carcinoma prostatico in uomini con età superiore ai 55 anni.

La Finasteride ( Proscar ) è un inibitore della 5-alfa-riduttasi , un enzima che converte il testosterone a diidrotestosterone.
Il diidrotestosterone è il principale androgeno presente nella prostata, ed è coinvolto nello sviluppo del tumore della prostata.
Attualmente la Finasteride trova indicazione al dosaggio di 5 mg nel trattamento dell’ipertrofia prostatica benigna, e di 1 mg nell’alopecia androgenetica.

Tuttavia lo stesso National Cancer Institute cerca di frenare gli entusiasmi.
E’ vero che la Finasteride ha ridotto in modo significativo ( 25%) il rischio di carcinoma prostatico , ma nel gruppo trattato con l’inibitore della 5-alfa-riduttasi è stata osservata una maggiore incidenza di tumori alla prostata ad alto grado , cioè tumori ad alta malignità

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

The reCAPTCHA verification period has expired. Please reload the page.