Dr.Gho: Cellule staminali dei follicoli da capelli prelevati

0
894

tutti i diritti riservati riproduzione consentita purchè sia citata la fonte "www.calvizie.net"

[Numero Voti: 0 Media: 0]

tutti i diritti riservati
riproduzione consentita purchè sia citata la fonte "www.calvizie.net"

Il Dr. Gho (noto per i suoi studi e sperimentazioni sulla Hair Multiplication) e i suoi colleghi hanno pubblicato uno studio sulla presenza di cellule staminali dei follicoli piliferi umani nei capelli estirpati dal cuoio capelluto.

Questo studio è fondamentale per la tecnica della Hair Multiplication, che il Dr.Gho si ripromette di offrire nel prossimo futuro come alternativa al trapianto di capelli.

Nello studio, il Dr. Gho afferma che una buona porzione del follicolo pilifero umano rimane attaccato ai capelli prelevati/estirpati dal cuoio capelluto e può essere usato per la cultura di cellule dei follicoli.
Sono stati utilizzati follicoli piliferi da biopsie di pelle e capelli prelevati dal cuoio capelluto di volontari sani, per poi essere messi in culture di cellule follicolari caratterizzate in attesa di identificare la frazione di cellule staminali.

E’ noto che le cellule staminali della pelle risultano positive alla citocheratina (CK 19).
Dal momento che generalmente le cellule staminali devono essere protette da morte cellulare, la presenza diBcl-2 protein insieme all’assenza di una proteina che promuove la morte cellulare (Bax protein) e il profilo di CK 19 può essere utilizzato come indicatore delle cellule staminali presenti nel follicolo pilifero e nelle culture di cellule degli stessi follicoli piliferi.

Cellule “marcate” con (A) Bcl-2 (verde) e (B) CK19 (rosso) derivate dai capelli prelevati/estirpati dal cuoio capelluto e messe in cultura per 14 giorni.

Il Dr. Gho ha trovato una co-espressione di CK19 e Bcl-2, ma non di Bax in due aree distinte, localizzate nei terzi superiori e inferiori dei follicoli provenienti sia dalle biopsie di pelle che dai capelli prelevati/estirpati.
CK19 e Bcl-2 erano anche co-espressi in combinazione in una frazione della cultura di cellule follicolari.
Pertanto il Dr. Gho conclude che la positività ai CK19/Bcl-2 e la negatività al Bax può essere ottenuta da cellule derivate da capelli estirpati dal cuoio capelluto e rimane valida nelle culture prodotte da queste cellule.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

The reCAPTCHA verification period has expired. Please reload the page.