Betulla (Betula Alba)

0
Data di revisione
111

tutti i diritti riservati riproduzione consentita purchè sia citata la fonte "www.calvizie.net"

[Numero Voti: 0 Media: 0]

tutti i diritti riservati
riproduzione consentita purchè sia citata la fonte "www.calvizie.net"

La betulla è una pianta originaria dell’Europa centrale, dell’Asia e del Nord America, di cui si usano le foglie, la corteccia, i rami giovani, le gemme e la linfa, per curare la ritenzione idrica, la cellulite, i disturbi renali e i dolori articolari, i reumatismi e l’artrosi, l’ipertensione, e l’uricemia.

E una pianta diuretica e depurativa Per uso esterno si usa per i capelli grassi, ha anche proprietà febbrifughe, usata per le malattie della pelle, negli edemi, per l’obesità, per l’uricemia alta, per il colesterolo alto, per la azotemia alta, per la albumina alta, per i parassiti intestinali, azione cicatrizzante e sudoripara.

Betulla (Betula Alba) La betulla è una pianta dalle innumerevoli proprietà: tra le più importanti vi sono le proprietà diuretiche e depurative, anticellulite e ausilio contro la riduzione di libido.

E’ un aiuto per la libido ridotta, è un rimedio tradizionale nelle affezioni della vescica, è drenante, rimineralizzante, tonica, in alcuni casi stimola la attività sessuale, aiuta anche nei casi di impotenza e di frigidità, specie la scorza delle radici.( ma ci sono per le problematiche sessuali molte altre piante utili) .
Le foglie, hanno proprietà diaforetiche e diuretiche ( favorite dalle saponine e soprattutto dai glucosidi flavonici).
La diuresi che si ottiene è caratterizzata da un aumento di eliminazione dell’acqua e non dei sali.
Le foglie sono di aiuto in presenza di reumatismi, gotta, litiasi renale e nella prevenzione della formazione di renella,.
Utile nella cellulite, in quanto aiuta l’eliminazione e la scomparsa dei noduli fibroconnettivali, a cui aggiunge un’azione di eliminazione dell’acido urico e del colesterolo.
Esternamente le foglie di Betulla sono utili per farne impacchi contro la caduta dei capelli ( come coadiuvante insieme ad altre piante) e per le afte.
Le foglie contengono: flavonoidi, olio essenziale, ossidi sesquitepenici, tannini (leucoantocianidine), Vitamina C, acido clorogenico e caffeico, resine, alcoli triperpenici ( derivati del lupano, lupeolo, betulinolo (alcol triterpenico, responsabile della pigmentazione bianca tipica della scorza di betulla), acido betulinico.
L’Iperoside è molecola appartenente alla famiglia dei flavonoidi che presenta attività -diuretica, con eliminazione di composti azotati e cloruri.

Rispondi

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome qui