Aggiornamento sull’Aromaterapia

0
1189

tutti i diritti riservati riproduzione consentita purchè sia citata la fonte "www.calvizie.net"

[Numero Voti: 0 Media: 0]

tutti i diritti riservati
riproduzione consentita purchè sia citata la fonte "www.calvizie.net"

Nel 1998 un gruppo di ricercatori scozzesi ha trattato 86 pazienti affetti da alopecia areata di vario grado con una miscela di olii essenziali, ottenendo qualche risultato di ricrescita nel 44% dei casi, contro il 15% dei pazienti che utilizzavano come placebo il solvente (olii di vinacciolo e jojoba).

La composizione della miscela è la seguente:
2 gocce di Thymus vulgaris, 3 gocce di olio essenzile di Lavandula Angustifolia, 3 gocce di Rosmarinus Officinalis, 2 gocce di Cedrus Atlantica, solubilizzate in 3 ml di olio di jojoba, più 20 ml di olio di semi di vinacciolo.

I pazienti frizionavano il cuoio capelluto con questa miscela per almeno 2 minuti e poi si coprivano il capo con una salvietta calda per almeno un’ora. Il trattamento è durato sette mesi.
Gli Autori concludono che l’aromaterapia è un efficace e sicuro trattamento per l’alopecia areata (Hay IC, Jamieson M, Ormerod AD. Randomized trial of aromatherapy. Successful treatment for alopecia areata. Arch Dermatol 1998) Nov;134(11):1349-52).

Il sottoscritto ha fatto una certa esperienza clinica su questo tipo di trattamento e crede di poterne trarre le seguenti conclusioni:
a) il trattamento sembra essere attivo, particolarmente nelle stagioni calde (forse per un migliore assorbimento)
b) nelle forme molto gravi le percentuali di successo scendono drasticamente (cosa del resto valida per tutte le altre terapie)
c) gli effetti collaterali finora riscontrati si limitano a modeste follicoliti. La mia personale conclusione è che la terapia valga senz’altro la pena di essere tentata, anche per il suo basso costo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here