martedì, Maggio 28, 2024
HomeAree tematicheRicerca e futuroAggiornamento sulla Hair Multiplication - aprile 2002

Aggiornamento sulla Hair Multiplication – aprile 2002

spot_imgspot_img

Il famoso scienziato che sta lavorando alla procedura di Hair Multiplication ha scosso il mondo intero, quest’anno, con una rivoluzione nell’ambito dei trapianti di capelli. L’interesse, a livello mondiale, della Hair Multiplication risiede nella possibilità di porre teoricamente fine, con questa tecnica, alla calvizie, posto che possiamo coltivare un’infinità di cellule pilifere.

La Hair Multiplication è una procedura di ripristino della capigliatura che comporta l’estrazione di cellule pilifere, la relativa coltivazione e moltiplicazione, e l’iniezione delle nuove cellule nelle aree calve.
I forum sulla calvizie sono stati inondati di congetture sul fatto che la nuova tecnica annunciata da Gho sarebbe in realtà una variante delle sue ricerche sulla Hair Multiplication. Altri, invece, hanno ipotizzato che il Dott. Gho possa aver interrotto le ricerche sulla Hair Multiplication in vista delle più recenti notizie.

In un’intervista telefonica con HairSite nell’aprile 2002, il Dott. Gho ha assicurato a HairSite che l’avanzamento della ricerca sulla Hair Multiplicaiton è al passo con la tabella di marcia e non ci sono assolutamente deviazioni dal percorso previsto. Richiestogli se fosse ancora concorde con la previsione della precedente intervista, secondo cui la HM sarà disponibile tra 5 anni, il Dott. Gho ha risposto con sicurezza in modo affermativo, e ha aggiunto che anzi lo sarà entro ?quattro anni, ormai?.

Il Dott. Gho ha indicato che, tecnicamente parlando, la sua clinica potrebbe proporre al vasto pubblico la HM già da subito. Tuttavia, il protocollo chirurgico attuale non sarebbe affidabile dato che i medesimi risultati non sono sempre riproducibili su qualunque paziente. Per un paziente possono rendersi necessarie numerose sedute di HM mentre per un altro potrebbero essere richieste solo poche sessioni, anche a parità di grado di calvizie tra i due pazienti. Recentemente, il Dott. Gho sta lavorando con un nuovo protocollo statunitense per la Hair Multiplication ed è ottimista sul fatto che questo nuovo protocollo sarà la chiave di volta di tale problema di consistenza dei risultati [cioè l’affidabilità e la predicibilità degli stessi, N.d.T.]. Tale protocollo è stato concepito per essere reso disponibile negli Stati Uniti.

Richiestogli se la HM crei nuovi follicoli o semplicemente rigeneri quelli vecchi o inattivi, il Dott. Gho ha ridacchiato: ?la cosa, al momento, non mi riguarda; tutto ciò che so è che fa crescere i capelli?. Il Dott. Gho ha spiegato che vi è un processo estremamente complesso che governa la crescita dei capelli negli uomini, a confronto con la crescita nei topi. Nel suo studio, le cellule pilifere coltivate vengono iniettate nelle aree dove erano un tempo presenti i capelli. Sarebbe necessario un nuovo sforzo di ricerca per valutare scientificamente e oggettivamente se vengano creati nuovi follicoli o semplicemente vi sia una stimolazione di quelli quiescenti. Questo interrogativo non è, attualmente, prioritario per Gho.

Per quanto attiene a collaborazioni con altri ricercatori recentemente annunciati su HairSite, per esempio: BioAmide, il Dott. Unger, il Dott. Jahoda, ecc., il Dott. Gho ha dichiarato di essere totalmente consapevole del lavoro dei suoi colleghi. Tuttavia, per il momento non ha facoltà di divulgare alcuna informazione al pubblico.
Quanto detto costituisce la prima parte della conversazione telefonica. Ciò che è seguito sono stati dettagli minuti sulla nuova tecnica di trapianto del Dott. Gho.

Redazione Calvizie.net
Redazione Calvizie.net
La redazione di Calvizie.net è formata da medici, specialisti e appassionati al tema della tricologia. Dal 1999, ci dedichiamo a diffondere informazioni sempre aggiornate sulla cultura della salute dei capelli.
Da leggere
spot_img
spot_imgspot_img
Notizie correlate

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

The reCAPTCHA verification period has expired. Please reload the page.