Acido Azelaico

0
Data di revisione
429

tutti i diritti riservati riproduzione consentita purchè sia citata la fonte "www.calvizie.net"

[Numero Voti: 0 Media: 0]

tutti i diritti riservati
riproduzione consentita purchè sia citata la fonte "www.calvizie.net"

L ‘ acido azelaico è un componente presente in natura nel grano e nella segale.
Noto da tempo nella terapia dell’Acne, è stato utilizzato con discreto risultato anche nella terapia tricologica ed è oggi presenti in alcuni prodotti commerciali noti o è possibile trovarlo nelle formulazioni galeniche preparate in farmacia per la cura della calvizie.

Quale è l’utilità del’acido azelaico nella calvizie’
Usato topicamente ha dimostrato di avere buone proprietà antiandrogene, inibendo per competizione il tipo I dell’enzima 5-alfa reduttasi, che legandosi al testosterone forma il noto DHT nocivo per i capelli geneticamente predisposti a subirne l’azione.
Inoltre, le sue molteplici proprietà antibatteriche e antinfiammatorie, cosìccome le potenzialità di coadiuvante nei disordini della cheratinizzazione e di antiradicali liberi lo rendono un buon principio attivo che può essere integrato in una terapia mista volta a sconfiggere la calvizie.

Quali sono gli effetti collaterali dell’uso dell’ acido azelaico?
L’acido azelaico può avere effetto irritante sulla cute, un po’ come lo stesso acido retinoico (vedi Tretinoina).
Gli effetti collaterali, sebbene generalmente blandi e temporanei, possono manifestarsi sotto forma di formicolio o pizzicore, oppure anche sotto forma di rossore, secchezza e peeling cutaneo, ma comunque in percentuali molto basse (1-5% dei casi). Qualora lo si utilizzi in lozioni o trattamenti topici, una precauzione può essere quella di non esporre il cuoio capelluto al sole nei periodi estivi.

Documenti, servizi e collegamenti relativi a questo articolo


» Gli antiandrogeni utili nella terapia anti-calvizie

Rispondi

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome qui