Calvizia o calvizie?

Troviamo spesso usata la parola 'calvizia': è corretta? E' un sinonimo oppure no?

0
209

tutti i diritti riservati riproduzione consentita purchè sia citata la fonte "www.calvizie.net"

[Numero Voti: 1 Media: 5]

tutti i diritti riservati
riproduzione consentita purchè sia citata la fonte "www.calvizie.net"
calvizia o calvizie

Calvizia o calvizie? Capita di trovare articoli che parlano di ‘calvizia precoce’ o di ‘calvizia androgenetica’.
Qual è il termine corretto che indica la perdita e la mancanza, totale o parziale dei capelli?

Calvizia o calvizie: qual è il termine corretto?

L’uso del termine ‘calvizia’, per quanto diffuso, non è corretto.
Partiamo dal vocabolario.
Nel Vocabolario di Italiano Treccani e in altri dizionari la parola calvizia non determina risultati e non è compresa nemmeno tra i sinonimi di ‘calvizie’.

La definizione di ‘calvizie’ che troviamo nel dizionario Treccani è:

calvizia o calvizie

Dal punto di vista linguistico, ‘calvizie’ è la traduzione italiana del corrispondente termine latino ‘Calvities’.

Il termine “calvizia” è stato ‘coniato’ immaginando un sostantivo femminile singolare corrispondente a ‘calvizie’, sostantivo femminile plurale.
Ma ‘calvizie’ è un sostantivo femminile singolare che finisce in-e. Di fatto quindi ‘calvizia’ è un errore secondo la grammatica italiana.
Per essere più precisi, il termine ‘calvizie’ non si declina: è una di quelle parole della lingua italiana che si usa solo nella forma singolare come i termini astratti (prudenza), i nomi di minerali (rame), i nomi di malattie (morbillo), i nomi di prodotti alimentari (riso), i nomi collettivi (fogliame).
Il termine corretto, al singolare o al plurale, è quindi ‘calvizie‘.
Alla domanda ‘calvizia o calvizie la risposta è dunque sempre e solo calvizie!

Calvizie e alopecia: a spasso tra le parole

Appurato che la parola esatta è ‘calvizie’ e non ‘calvizia’, vediamo alcuni altri significati collegati a questa parola. La calvizie è nota anche come ‘alopecia’, termine che deriva dal greco alópecs, volpe, indicando la perdita di capelli a chiazze come la volpe che perde il pelo così in primavera.
La calvizie ha diverse forme e cause.
La forma più comune è ereditaria ed è definita anche calvizie androgenica. Colpisce in generale e a vario livello l’80% dei maschi ed il 50% delle femmine da cui la definizione ‘androgenica’ (o ‘androgenetica’ dal greco anḕr, uomo).
Un’altra forma di calvizie è quella telogenica (in termini tecnici alopecia telogenica – telogen defluvium) richiamando la fase telogen della crescita del capello).
E’ un esito o un sintomo dell’esposizione dell’organismo a fattori di stress sia per il fisico che per la mente. Questo tipo di calvizie interessa proporzionalmente più le donne rispetto agli uomini ed è una condizione reversibile

APPROFONDIMENTI

Alopecia androgenetica: la definizione di calvizie comune

La calvizie comune maschile: perché è androgenetica?

Calvizie genetica: tutti gli ormoni coinvolti

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here