Breezula

flux

Utente
26 Febbraio 2015
670
172
265
l'ipotesi della "backdoor-pathway" non riguarderebbe l'adulto, ma entra in gioco solo nei primissimi stadi fetali di sviluppo e differenziazione sessuali.

Pelopiu l'ipotesi è stata avanzata da uno studio fatto su marsupiali, per quanto sia affascinante direi che non entra nel merito del discorso.

Quello che ritengo piu probabile è un innalzamento dei livelli di cortisolo che ha dirette ripercussioni sugli ormoni androgeni.
 

kibith3

Utente
26 Giugno 2019
154
11
165
bg
Ma allora come si spiegano i risultati con il ketoconazolo, se questa strada non funziona per gli adulti?

Comunque sia quello schema vale immagino per tutti, ma ognuno ha una capacità diversa di percorrere ogni singolo percorso, e attualmente è difficile sapere a priori come reagisco io (o altri) alla fina, alla duta, al keto o al CB

Ma secondo il ragionamento di Marlin il CB alla fine può ritornare nel giro come testosterone o DHT, potrebbe essere quello il motivo dell'apparente perdita di efficacia dopo 6 mesi?
 

flux

Utente
26 Febbraio 2015
670
172
265
:unsure: il ketoconazolo è un antimicotico, aiuta nell'aga a combattere la dermatite seborroica e l'infiammazione dello scalpo, che sono cause acceleranti il processo di miniaturizzazione. E' un valido alleato ma da solo ci fai poco.

L'azione anti-dht è stata ipotizzata da uno studio del 2004, ma davvero nulla di conclusivo a riguardo.
 

marlin

Amministratore
Staff
9 Maggio 2004
29,315
844
2,015
Milano
Sto approfondendo sulle "backdoor pathways" per scrivere il prossimo articolo, in cui pure ci sarà una "sorpresa", spero gradita. Posso dire che riguardano sì l'adulto, molto adulto di solito, dal momento che sto trebbiando materiale recente rigurdante il cancro alla prostata resistente alla castrazione da farmaci (CRPC).

Per contrastare questo tipo di cancro alla prostata che è quello più maligno il primo rimedio è stato appunto il ketoconazolo, sostituito poi dall'abiraterone acetato, ma solo perché il keto sistemico è fortemente epatotossico, non perché non funzionasse nel blocco della produzione intracrina di androgeni. Prolungava la vita, prima che il cancro sviluppasse resistenza ai farmaci, dai 3 ai 17 mesi.

Ciao

MA - r l i n
 

marlin

Amministratore
Staff
9 Maggio 2004
29,315
844
2,015
Milano
Ma comunque il tutto parte da uno studio farmacogenico sui soggetti che non rispondono a dutasteride e si trattava proprio di calvizie:

https://calvizie.net/dutasteride-e-altri-anti-dht-su-chi-sono-efficaci/

Di recente ho approfondito con questo:

https://calvizie.net/dht-come-bloccarlo-tutto/

E ora sto approfondendo ulteriormente per il prossimo articolo. Su questi meccanismi per il cancro alla prostata resistente alla castrazione ci sono da tempo diversi studi perché è la manifestazione più maligna di questo tipo di cancro.

Ciao

MA - r l i n
 

flux

Utente
26 Febbraio 2015
670
172
265
rilancio:


Siamo sempre abbastanza off-topic, ma in riferimento al cancro alla prostata, hanno rilevato mutazioni agli AR tali da essere responsivi nei confronti dei glucocorticoidi, che si legherebbero con alta affinità agli stessi e farebbero progredire il cancro, quindi piuttosto che una backdoor pathway androgenica, c'è una mutazione dei recettori.

L'idea di una mutazione recettoriale apre a interessanti considerazioni, anche sull'aga.
 

marlin

Amministratore
Staff
9 Maggio 2004
29,315
844
2,015
Milano
Sì, ma prima c'è dell'altro, questo è l'ultimo stadio. Ne parlerò nel prossimo articolo (non di queste mutazioni)

Ciao

MA - r l i n
 

Nameless

Utente
18 Maggio 2020
42
5
15
Piemonte
Ma ragazzi, visto che sono un po' novizio, un ignorante, non ho ben capito tutti i vostri termini, senza contare l off topic, voi dite quindi in pratica che stiamo parlando di finasteride 2.0 e che possiamo anche un po fasciarci la testa mo? Riguardo cb ovviamente
 

black

Utente
17 Luglio 2003
233
10
165
Non so se posso scriverlo, in caso contrario cancellate il messaggio, ho una confezione di CB appena arrivata da Jonny, scadenza dicembre 2020, ancora chiusa nel cartone con cui è arrivata, per chi fosse interessato mi contatti in privato.
 

flux

Utente
26 Febbraio 2015
670
172
265
Ma ragazzi, visto che sono un po' novizio, un ignorante, non ho ben capito tutti i vostri termini, senza contare l off topic, voi dite quindi in pratica che stiamo parlando di finasteride 2.0 e che possiamo anche un po fasciarci la testa mo? Riguardo cb ovviamente
No, per adesso c'è qualche sides e qualche ipotesi:

1) il cortexolone alza i livelli di cortisolo, suggertito anche da una recente analisi pre-post, e quindi ha impatto negativo sul profilo androgenico (non solo DHT).

2) Il cortexolone potrebbe anch'esso comportarsi da antagonista AR quando va sistemico, e avere un impatto su diversi recettori androgeni, anche sugli organi, non solo sui tessuti.
 
  • Mi Piace
Reazioni: Nameless

kibith3

Utente
26 Giugno 2019
154
11
165
bg
Nei periodi di stress si alza il cortisolo, ma lo stress sappiamo che è dannoso per i capelli, e non solo.

Allo stesso tempo si abbassa il testosterone e, immagino, un poco anche il DHT, quindi nei periodi di stress i capelli "sulla carta" dovrebbero stare meglio, data la minore presenza di androgeni, come si spiega questa apparente anomalia?
 

ozymandi4s

Utente
15 Marzo 2019
4
8
5
Milano
Proporrei una mia ipotesi sul perché la sostanza dopo 6 mesi perda di efficacia.

è possibile che ciò sia dovuto al ripristino del flusso ematico nello scalpo? Mi spiego meglio: il Cb una volta entrato in azione localmente sui follicoli si disperde nel flusso ematico convertendosi in un'altra sostanza e ciò è chiaro (o almeno lo è ufficialmente).
Sappiamo che vi sono diverse teorie su come la calvizie venga accompagnata (non si sa se come causa o come conseguenza) da una progressiva perdita di flusso ematico nello scalpo, allora mi chiedo: è possibile che il Cb a lungo andare riattivi il flusso ematico di fatto riducendo la sua possibilità di azione?

Scusate in anticipo se ho detto una cavolata, vorrei sapere come la pensate.
 

flux

Utente
26 Febbraio 2015
670
172
265
l'aumento del cortisolo è dannoso per la chioma ovviamente, indipendentemente dalle ripercussioni sugli androgeni circolanti.

 

flux

Utente
26 Febbraio 2015
670
172
265
Proporrei una mia ipotesi sul perché la sostanza dopo 6 mesi perda di efficacia.

è possibile che ciò sia dovuto al ripristino del flusso ematico nello scalpo? Mi spiego meglio: il Cb una volta entrato in azione localmente sui follicoli si disperde nel flusso ematico convertendosi in un'altra sostanza e ciò è chiaro (o almeno lo è ufficialmente).
Sappiamo che vi sono diverse teorie su come la calvizie venga accompagnata (non si sa se come causa o come conseguenza) da una progressiva perdita di flusso ematico nello scalpo, allora mi chiedo: è possibile che il Cb a lungo andare riattivi il flusso ematico di fatto riducendo la sua possibilità di azione?

Scusate in anticipo se ho detto una cavolata, vorrei sapere come la pensate.
No perchè arriva sempre prima ai foliicoli che nel flusso ematico indipendentemente dalla vascolarizzazione dello scalpo.
 

kibith3

Utente
26 Giugno 2019
154
11
165
bg
l'aumento del cortisolo è dannoso per la chioma ovviamente, indipendentemente dalle ripercussioni sugli androgeni circolanti.

Quindi il CB aiuta il capello, bloccando i recettori degli AR, ma allo stesso tempo aumentando il cortisolo può peggiorare lo stato dei capelli, bello...
 

flux

Utente
26 Febbraio 2015
670
172
265
no aspetta, siamo nel campo delle ipotesi, i valori sono fluttuanti fisiologicamente, quegli unici valori pre-post che ho menzionato ci dicono poco come ho già scritto.

Il trial di Cassiopea ci dice il contrario cmq, quindi serviranno mesi per trarre qualche conclusione in piu. Tutte fanta-ipotesi ad oggi, tranne il fatto che io sto accusando sides comuni a RU58841 per esempio, che è un antagonista AR con attività sistemica però, al contrario di CB (sulla carta).
 

marlin

Amministratore
Staff
9 Maggio 2004
29,315
844
2,015
Milano
Il cortisolo aiuta contro i danni da stress e ovviamente contro le infiammazioni, non per niente si usano i cortisonici esternamente e sono efficaci contro gli effluvi, ma anche contro l'aga e le relative infiammazioni. Il troppo però è sempre negativo per tutto, quindi gli eccessi anche endogeni, portano a danneggiare anche i capelli, indipendentemente dalla presenza di aga.

E' possibile che l'azione di CB sia in larga parte positiva con qualche aspetto negativo, i test a 12 mesi ci dicono che si va bilanciando con azione complessiva vantaggiosa a livello di capelli guadagnati.

Ciao

MA - r l i n
 

flux

Utente
26 Febbraio 2015
670
172
265
si d'accordo, ma qui si parla sempre sul lungo termine, perché il CB te lo dovresti mettere in testa tutti i giorni per anni. se davvero alzasse il cortisolo nel tempo farebbe piu danni che benefici. Il rilascio di cortisolo endogeno viene appunto rilasciato ad hoc a seconda delle necessità dell'organismo. Sto pensando agli effetti collaterali della sindrome di cushing, che purtroppo riguardano una mia parente vicina, sides devastanti, che derivano proprio dall'ipercortisolismo.

Non è questo il caso cmq, se anche ci fosse un aumento sarebbe cmq modesto per creare grossi problemi.