Un consiglio dagli esperti

proxy

Amministratore
Staff
12 Febbraio 2003
25,686
793
2,015
In effetti non tanto nuova....l'articolo è del 2018! Trinov
Ma hai letto qualcosa a riguardo??
Almeno dai un'occhiata alle ultime pagine e capisci tutto
 

Mascherina

Utente
29 Dicembre 2019
107
12
165
Italia
Ma hai letto qualcosa a riguardo??
Almeno dai un'occhiata alle ultime pagine e capisci tutto
Scusate....non avevo fatto una ricerca prima nel forum ....sorry
 
  • Like
Reazioni: proxy

Mascherina

Utente
29 Dicembre 2019
107
12
165
Italia
Esatto, ormai oltre che inutile è passata anche la moda di discuterne🤣
Vi ringrazio.....insomma cerca cerca alla fine l'unica possibilità rimane il minox .... già son diradata adesso.....con la caduta indotta e la primavera rimarrò senza prima di poter vedere gli effetti della cura 😭 ..... quello che mi fa arrabbiare di più è che sono anni che curo i capelli e non ho mai avuto la diagnosi fino a che non mi son trovata con la cute visibile.....
 

Winter

Utente
24 Agosto 2019
239
67
165
Bologna
Si, il minoxidil è una delle poche cose che funzionano purtroppo, perciò più che scegliere la modalità di assunzione non rimane molto da fare..
Però per me devi agire anche sul fronte ormonale per non lasciarlo continuare a agire, se ti hanno detto che c’è aga sicuramente è parte della diagnosi quindi solo col minoxidil magari hai un iniziale miglioramento ma rischi di lasciar agire lentamente, in modo inizialmente “invisibile” gli altri fattori che quando poi non saranno più compensati dal minoxidil torneranno a essere evidenti. Meglio parare il colpo anche se quello da subito.
 

Mascherina

Utente
29 Dicembre 2019
107
12
165
Italia
Si, il minoxidil è una delle poche cose che funzionano purtroppo, perciò più che scegliere la modalità di assunzione non rimane molto da fare..
Però per me devi agire anche sul fronte ormonale per non lasciarlo continuare a agire, se ti hanno detto che c’è aga sicuramente è parte della diagnosi quindi solo col minoxidil magari hai un iniziale miglioramento ma rischi di lasciar agire lentamente, in modo inizialmente “invisibile” gli altri fattori che quando poi non saranno più compensati dal minoxidil torneranno a essere evidenti. Meglio parare il colpo anche se quello da subito.
Ti ringrazio infatti non capisco perché non vogliano darmi finasteride..... il minox ....vedrò perché topico è veramente una condanna poi appunto sono terrorizzata dalla caduta indotta. Già sono in ansia per la primavera. Sono ancora incerta su questo trattamento con le staminali da tessuto adiposo.....ho cercato qua e là, ma non ho trovato gran che.....
 

Mascherina

Utente
29 Dicembre 2019
107
12
165
Italia
Si, il minoxidil è una delle poche cose che funzionano purtroppo, perciò più che scegliere la modalità di assunzione non rimane molto da fare..
Però per me devi agire anche sul fronte ormonale per non lasciarlo continuare a agire, se ti hanno detto che c’è aga sicuramente è parte della diagnosi quindi solo col minoxidil magari hai un iniziale miglioramento ma rischi di lasciar agire lentamente, in modo inizialmente “invisibile” gli altri fattori che quando poi non saranno più compensati dal minoxidil torneranno a essere evidenti. Meglio parare il colpo anche se quello da subito.
.....Ho parlato con persone (e mi pare di aver letto anche nel forum di qualcuno) cui il minox non ha sortito effetti.....insomma depressione totale....tutti a dire che non ci si muore ma a me questa cosa ha massacrato la vita....
 

silbal

Utente
11 Luglio 2018
19
0
5
Si, il minoxidil è una delle poche cose che funzionano purtroppo, perciò più che scegliere la modalità di assunzione non rimane molto da fare..
Però per me devi agire anche sul fronte ormonale per non lasciarlo continuare a agire, se ti hanno detto che c’è aga sicuramente è parte della diagnosi quindi solo col minoxidil magari hai un iniziale miglioramento ma rischi di lasciar agire lentamente, in modo inizialmente “invisibile” gli altri fattori che quando poi non saranno più compensati dal minoxidil torneranno a essere evidenti. Meglio parare il colpo anche se quello da subito.
Ciao Winter, scusa se mi inserisco, sono una donna.( non scrivo ma leggo tutto da molto tempo). Anche tu sei andata dalla Tosti in seguito ad un mega effluvio, e la cura è stata minoxidill orale. Non hai avuto peggioramento dovuto al mix effluvio+caduta indotta? ho letto che ora non lo usi più a causa dell'allergia....ho letto tanti commenti di pazienti della Tosti, anche in altri forum/gruppi facebook, alla fine prescrive a tutte le donne minoxidill 5% (di recente quello orale) + diane, se poi non basta anche finasteride 5mg. Ma non trovo nessun paziente della Tosti con effluvio cronico e quindi non capisco che cura sia utile in questo caso, secondo la Tosti.
 

Mascherina

Utente
29 Dicembre 2019
107
12
165
Italia
Ciao Winter, scusa se mi inserisco, sono una donna.( non scrivo ma leggo tutto da molto tempo). Anche tu sei andata dalla Tosti in seguito ad un mega effluvio, e la cura è stata minoxidill orale. Non hai avuto peggioramento dovuto al mix effluvio+caduta indotta? ho letto che ora non lo usi più a causa dell'allergia....ho letto tanti commenti di pazienti della Tosti, anche in altri forum/gruppi facebook, alla fine prescrive a tutte le donne minoxidill 5% (di recente quello orale) + diane, se poi non basta anche finasteride 5mg. Ma non trovo nessun paziente della Tosti con effluvio cronico e quindi non capisco che cura sia utile in questo caso, secondo la Tosti.
Ciao, Winter è sicuramente più esperta di me, per cui attendiamo la sua risposta. Io posso dirti che prima che mi venisse diagnosticata AGA post-menopausale ho avuto per diversi anni effluvi, ma li ho sempre fermati con gli hair filler con fattori di crescita. Funzionavano alla grande. Il tricologo che mi ha in cura ora non ama il minox ed in particolare è contrario all'utilizzo nell'effluvio. Ma in effetti come dicevano i più esperti sul forum son scuole di pensiero. A me in due hanno detto minox (che puoi ben immaginare con la cute già visibile io non riesco ad accettare). Ma minox per AGA. Di sicuro la Tosti è una delle più preparate in Italia. Io navigando alla ricerca di notizie ho sentito i nomi del Dott. Gigli, Marliani, Tosti, Piraccini
 

Winter

Utente
24 Agosto 2019
239
67
165
Bologna
Ciao! Secondo lei la mia diagnosi è areata incognita più psoriasi (questo in base all’istologico) quindi nel mio caso ho iniziato con cortisonici potenti ma non ho voluto usarli più di due/tre settimane consecutive il clobetasolo e un mese e qual cosa il betametasone 3 volte a sett perché sono terrorizzata dagli effetti di quel tipo di cortisonici sul lungo termine.
Non ho mai usato diane o altre pillole perché secondo lei non mi servono perché finora non vede evidenza di androgenetica, adesso di comune accordo abbiamo deciso che faccio 2.5 mg di finasteride più che altro perché visto il protrarsi della caduta così a lungo non voglio rischiare che venga accelerata un’eventuale predisposizione all’aga (perché comunque una minima miniaturizzazione si vede solo che non è significativa al punto di fare diagnosi, cioÈ quella quantità é compatibile anche con l’areata incognita,ma visto che non voglio rischiare dato che in quell’intervallo grigio non si può dire se c’è anche quella minima componente, se la lasci lì e intanto hai una caduta mostruosa quello che magari si sarebbe manifestato tra anni e anni, accelerando tantissimo i cicli la cosa potrebbe precipitare molto velocemente insomma. Perciò dopo aver fatto quel periodo minoxidil orale più spironolattone, dato che lo spironolattone a dosaggio alto senza pillola difficilmente si tollera, ho deciso intanto per tamponare di fare 2.5 mg di finasteride, sto valutando se riaggiungere anche 25 mg di spironolattone. Ma diciamo che queste sono più iniziative mie perché ho rotto le scatole visto che ormai non sappiamo esattamente cosa sta succedendo.
Comunque a parte il mio caso ,l’effluvio cronico è probabilmente una delle cose più difficili da trattare perché di base non sai cosa trattare. Perciò se non c’è una causa che a un certo punto si individua e corregge, se l’effluvio non rientra con cortisonici, si può tentare col minoxidil topico o orale, l’orale si può associare allo spironolattone anche perché può dare un po’ di edema e lo spironolattone essendo un diuretico lo contrasta (oltre ad avere quella minima azione antiandrogena che può avere a 25 mg). Insomma l’effluvio cronico vero, senza aga concomitante insomma, non ha tante soluzioni, cortisonici, minoxidil e poi eventualmente le varie cose che uno può provare ad aggiungere, senza garanzie, tipo prp, lllt, e vari integratori che hanno un minimo di dimostrazione possano aiutare (ma sono solo tentativi) tipo biotina, lisina, ecc. verificare sempre i livelli di vit d che se bassi vanno assolutamente corretti, ferro e ferritina, zinco, magnesio ecc ecc
Alla fine è una frustrazione infinita e un gran casino.
Nel frattempo ho appena otturato lo scarico della doccia quindi sono di poca consolazione..
 

Mascherina

Utente
29 Dicembre 2019
107
12
165
Italia
Ciao! Secondo lei la mia diagnosi è areata incognita più psoriasi (questo in base all’istologico) quindi nel mio caso ho iniziato con cortisonici potenti ma non ho voluto usarli più di due/tre settimane consecutive il clobetasolo e un mese e qual cosa il betametasone 3 volte a sett perché sono terrorizzata dagli effetti di quel tipo di cortisonici sul lungo termine.
Non ho mai usato diane o altre pillole perché secondo lei non mi servono perché finora non vede evidenza di androgenetica, adesso di comune accordo abbiamo deciso che faccio 2.5 mg di finasteride più che altro perché visto il protrarsi della caduta così a lungo non voglio rischiare che venga accelerata un’eventuale predisposizione all’aga (perché comunque una minima miniaturizzazione si vede solo che non è significativa al punto di fare diagnosi, cioÈ quella quantità é compatibile anche con l’areata incognita,ma visto che non voglio rischiare dato che in quell’intervallo grigio non si può dire se c’è anche quella minima componente, se la lasci lì e intanto hai una caduta mostruosa quello che magari si sarebbe manifestato tra anni e anni, accelerando tantissimo i cicli la cosa potrebbe precipitare molto velocemente insomma. Perciò dopo aver fatto quel periodo minoxidil orale più spironolattone, dato che lo spironolattone a dosaggio alto senza pillola difficilmente si tollera, ho deciso intanto per tamponare di fare 2.5 mg di finasteride, sto valutando se riaggiungere anche 25 mg di spironolattone. Ma diciamo che queste sono più iniziative mie perché ho rotto le scatole visto che ormai non sappiamo esattamente cosa sta succedendo.
Comunque a parte il mio caso ,l’effluvio cronico è probabilmente una delle cose più difficili da trattare perché di base non sai cosa trattare. Perciò se non c’è una causa che a un certo punto si individua e corregge, se l’effluvio non rientra con cortisonici, si può tentare col minoxidil topico o orale, l’orale si può associare allo spironolattone anche perché può dare un po’ di edema e lo spironolattone essendo un diuretico lo contrasta (oltre ad avere quella minima azione antiandrogena che può avere a 25 mg). Insomma l’effluvio cronico vero, senza aga concomitante insomma, non ha tante soluzioni, cortisonici, minoxidil e poi eventualmente le varie cose che uno può provare ad aggiungere, senza garanzie, tipo prp, lllt, e vari integratori che hanno un minimo di dimostrazione possano aiutare (ma sono solo tentativi) tipo biotina, lisina, ecc. verificare sempre i livelli di vit d che se bassi vanno assolutamente corretti, ferro e ferritina, zinco, magnesio ecc ecc
Alla fine è una frustrazione infinita e un gran casino.
Nel frattempo ho appena otturato lo scarico della doccia quindi sono di poca consolazione..
Ti credo per la frustrazione.... è frustrante in ogni caso, perché comunque procedono sempre per tentativi, la dermatologia e la tricologia in particolare sono piene di dubbi....ma immagino quanto possa esserlo quando sei giovane e ti trovi ad affrontare una cosa così complessa. Sei anche troppo brava e disponibile ad essere qui a dare sostegno. Le tue indicazioni sono veramente preziose. Un grande in bocca al lupo
 

Winter

Utente
24 Agosto 2019
239
67
165
Bologna
La verità è che quando è iniziata questa cosa, dal nulla in conseguenza a un momento di stress intenso per una mia vicenda personale, non avevo idea di cosa mi stava succedendo, era troppo veloce volevo solo trovare il modo di fermarla e mi sono resa conto da subito che non ne sapevo NIENTE. A medicina si fa già poco di dermatologia, figuriamoci di tricologia. Quello che ho letto qui e in altri forum stranieri inizialmente mi è servito molto per avere intanto un inquadramento generale, molto prima anche del mio primo intervento qui. Come tutti cerchi almeno la speranza che qualsiasi cosa tu abbia sia reversibile. Dopodiché credo come tutti cadi in una specie di buco nero in cui da ogni cosa che leggi ti si apre un mondo su un’altra, ci sono mille collegamenti che si aprono anche con altre patologie di cui un effluvio può essere solo la punta dell’iceberg. Come tutti, prima di leggere qualunque cosa, sono andata dai primi dermatologi che ho trovato, e col senno di poi ho capito quante visite inutili ho fatto, vi dico solo che ero talmente disperata che un sabato pomeriggio mi sono messa a chiamare studi dermatologici a caso con come unico criterio il primo disponibile a vedermi visto che ogni giorno mi trovavo in mano una matassa, col risultato che il primo da cui sono andata era un chirurgo plastico con una doppia specializzazione in dermatologia che in 02 mi ha fatto una ricetta per minoxidil al 5%🙈in pieno effluvio e nient’altro (che non ho mai preso) Vabbè poi l’iter è stato infinito, ho ormai più contatti con tricologi che con familiari, ho parlato perfino con dermatologi in giro per il globo, sono andata di persona a Vancouver per vedere se ne usciva qual cosa di diverso, mi sono informata sugli jak inibitori, ho praticamente passato le notti su pubmed per un anno e mezzo a fila e alla fine ad oggi non ho ancora risolto assolutamente nulla.
Perciò se non altro ho capito l’importanza dello scambio di info su queste piattaforme che grazie a chi le ha create, permettono ogni giorno di velocizzare i processi, evitare errori, passaggi inutili, perdite di tempo e soldi. Quindi il minimo è per quanto possibile dare ognuno il contributo della propria esperienza, delle proprie ricerche. Pensa che una delle massime esperte di alopecia areata è Angela Christiano, e indovina, ha avuto l’alopecia areata prima di diventarlo, a dimostrazione che niente funziona come la motivazione della disperazione o viceversa.
In bocca al lupo anche a te e speriamo di risentirci per buone nuove!
 
  • Like
Reazioni: ale84

Mascherina

Utente
29 Dicembre 2019
107
12
165
Italia
La verità è che quando è iniziata questa cosa, dal nulla in conseguenza a un momento di stress intenso per una mia vicenda personale, non avevo idea di cosa mi stava succedendo, era troppo veloce volevo solo trovare il modo di fermarla e mi sono resa conto da subito che non ne sapevo NIENTE. A medicina si fa già poco di dermatologia, figuriamoci di tricologia. Quello che ho letto qui e in altri forum stranieri inizialmente mi è servito molto per avere intanto un inquadramento generale, molto prima anche del mio primo intervento qui. Come tutti cerchi almeno la speranza che qualsiasi cosa tu abbia sia reversibile. Dopodiché credo come tutti cadi in una specie di buco nero in cui da ogni cosa che leggi ti si apre un mondo su un’altra, ci sono mille collegamenti che si aprono anche con altre patologie di cui un effluvio può essere solo la punta dell’iceberg. Come tutti, prima di leggere qualunque cosa, sono andata dai primi dermatologi che ho trovato, e col senno di poi ho capito quante visite inutili ho fatto, vi dico solo che ero talmente disperata che un sabato pomeriggio mi sono messa a chiamare studi dermatologici a caso con come unico criterio il primo disponibile a vedermi visto che ogni giorno mi trovavo in mano una matassa, col risultato che il primo da cui sono andata era un chirurgo plastico con una doppia specializzazione in dermatologia che in 02 mi ha fatto una ricetta per minoxidil al 5%🙈in pieno effluvio e nient’altro (che non ho mai preso) Vabbè poi l’iter è stato infinito, ho ormai più contatti con tricologi che con familiari, ho parlato perfino con dermatologi in giro per il globo, sono andata di persona a Vancouver per vedere se ne usciva qual cosa di diverso, mi sono informata sugli jak inibitori, ho praticamente passato le notti su pubmed per un anno e mezzo a fila e alla fine ad oggi non ho ancora risolto assolutamente nulla.
Perciò se non altro ho capito l’importanza dello scambio di info su queste piattaforme che grazie a chi le ha create, permettono ogni giorno di velocizzare i processi, evitare errori, passaggi inutili, perdite di tempo e soldi. Quindi il minimo è per quanto possibile dare ognuno il contributo della propria esperienza, delle proprie ricerche. Pensa che una delle massime esperte di alopecia areata è Angela Christiano, e indovina, ha avuto l’alopecia areata prima di diventarlo, a dimostrazione che niente funziona come la motivazione della disperazione o viceversa.
In bocca al lupo anche a te e speriamo di risentirci per buone nuove!
Hai tutta la mia ammirazione.... anch'io ho cercato con la speranza che la cosa fosse reversibile, poi sono finita nel buco nero della disperazione e di li non riesco più a muovermi. Mi auguro di cuore che tu possa avere buone nuove. Io ormai temo, avendo la diagnosi di AGA, di non avere la possibilità di migliorare, al massimo di tamponare (ma questo mi ha sbriciolato la vita che avevo appena ripreso dopo anni di sofferenze ed anche tamponare non mi basta per avere una qualità di vita accettabile....). Grazie del tuo sostegno, dei tuoi consigli. Ed a questo forum che è di grande aiuto in un mondo dove è veramente difficile ricevere risposte
 

Mascherina

Utente
29 Dicembre 2019
107
12
165
Italia
Si si la divido! O proscar o finastid
Scusami....un'altra domanda....ho letto nel forum che finasteride può dare depressione....io in questo periodo sono depressa parecchio, ormai al punto di non trovare più un senso in nulla ...ma con la serenoa non vedo effetti sulla ricrescita. ...Tu la usi mi hai detto, credi si possa rischiare? Ormai sono sfinita di chiedere ai medici perché nessuno ti risponde.....sono sempre vaghi e vanno per tentativi, ma intanto uno si perde anni di vita....
 

simwe9one

Utente
10 Settembre 2018
3,537
784
915
41
COMO
Può accentuare degli stati depressivi in soggetti già depressi, dovresti parlarne con un medico per vedere se effettivamente la puoi assumere.
 

Mascherina

Utente
29 Dicembre 2019
107
12
165
Italia
Può accentuare degli stati depressivi in soggetti già depressi, dovresti parlarne con un medico per vedere se effettivamente la puoi assumere.
Ti ringrazio....io non ero depressa in effetti...lo sono diventata quando mi sono trovata con la metà dei capelli in testa in pochissimo tempo.....i medici con cui ho parlato fino ad ora....lasciamo stare.....io mi sono sempre informata e curata e nessuno mi ha mai spiegato a cosa stavo andando incontro.....Grazie ancora delle vostre spiegazioni
 
  • Like
Reazioni: proxy

Winter

Utente
24 Agosto 2019
239
67
165
Bologna
Esatto, può influire sui neuromediatori ma non lo trovo un motivo per non provare se c’è un razionale. Io la prendo, disperata ero e disperata sono rimasta 😅
Alla fine se si potesse non prendere niente sarebbe meglio ovvio ma credo che se ti può aiutare il beneficio che ti darebbe renderebbe i sides ininfluenti, viceversa la interrompi e basta. L’importante è vedere se è veramente la soluzione migliore per il tuo caso
 

Mascherina

Utente
29 Dicembre 2019
107
12
165
Italia
Esatto, può influire sui neuromediatori ma non lo trovo un motivo per non provare se c’è un razionale. Io la prendo, disperata ero e disperata sono rimasta 😅
Alla fine se si potesse non prendere niente sarebbe meglio ovvio ma credo che se ti può aiutare il beneficio che ti darebbe renderebbe i sides ininfluenti, viceversa la interrompi e basta. L’importante è vedere se è veramente la soluzione migliore per il tuo caso
Ti ringrazio, sento il tricologo....anche se ormai onestamente mi pare che vadano molto per tentativi e non riesco più ad avere fiducia. Ho avuto più info qui che dai medici. Ho letto (sono nuova e quindi non avevo ancora navigato molto le varie duscussioni) che avevi chiesto info sugli estrogeni e in quell'occasione parlavi anche del cortisone. A me stanno facendo usare un galenico con estrone base, idrocortisone butirrato e alcool 80°. Sono 5 mesi. Unico risultato ottenuto dermatite e forfora (caduta passata come ti dicevo da 100/120 a 50/60). Chiesto al medico per via della dermatite mi dice solo riduciamo l'alcool a 70. Ma gli chiedo io il cortisone si può fare per quanto tempo? Risposta: anche per anni.... Ma io ho letto che può dare problemi alla cute....dovrei sospendere? Figurati che un altro tricologo addirittura mi ha detto di usare questa lozione, più Locoidon 2 volte a settimana e aggiungere minox. Poi mi chiedo io cos'altro metto in testa? Mi ci cuocio su un paio di uova? Ah nel frattempo oltre 4 tricologi ho visto ginecologo ed endocrinologo....nessuna terapia orale prescritta. Se mi sai dire dell'idrocortisone butirrato topico mi fai un gran favore perché ormai non so più dove andare a sbattere la testa.....figurati che prima di iniziare queste cure la mia cute era a posto nonostante la caduta ed il diradamento ed ora non ho nemmeno l'indicazione di quale shampoo usare.....