Spironolattone via orale

akiraaa

Utente
29 Settembre 2005
2,520
0
615
Ah sei geppo, ero sicuro che saresti tornato prima o poi...
ma non eri tu quello che diceva che i capelli erano tutto nella vita, l'unica cosa per cui valga la pena vivere?
Eheh, vedo che alla fine ti sei ravveduto, hai messo un pò di giudizio, bene visto ke sei uno che lotta con la calvizie da tanto tempo, possiamo sapere qual'è la tua attuale situazione? Per curiosità, tu ti curavi con topici, niente minoxidil e con finasteride 5 mg al giorno, vai ancora avanti così? Sei riuscito a mantenere stabile la situazione?
Ti rispondo io per gordon(poi sicuramente lui confermerà, dopo essersi fatto 13 grattate di palle)
La ginecomastia e l'impotenza non sono sides che ti escono da un giorno all'altro nè sono cose irreversibili nella maggiorparte dei casi, è vero come dici tu che se smette smettono anke i benefici, però come saprai bene neanche i capelli si perdono da un giorno all'altro, neanche i capelli cresciuti con minoxidil o finasteride se ne vanno da un giorno all'altro, quelli cresciuti con un ormone poi dovrebbero durare persino di più...
bene nel caso in cui un giorno dovessero presentare gli effetti collaterali che hai descritto, cioè dolore ai pettorali e calo di libido(speriamo per lui che vengano solo tra qualche mese o meglio qualche anno) può tranquillamente interrompere la terapia e cercare di mantenere gli eventuali risultati con cure tampone come fanno tutti, con la consapevolezza che magari un giorno si potrebbe ricominciare con l'aldalactone, basta aspettare un pò.
Secondo me lo spiro è un arma che si potrebbe utilizzare, così come si utilizza la finasteride, che come abbiamo visto ha entrambi i sides antipatici di spironolattone orale, solo con una percentuale più bassa.
Non sei d'accordo su questo geppo?
 

gordon

Utente
4 Marzo 2004
3,106
0
915
ciao amico Geppo! [:D]

quello che dici è giusto ma infatti la speranza di chi usa spiro o cpa è SEMPRE quello di trovare una dose minima efficace che associ una anche LENTA ricrescita di capelli a PICCOLI e SOPPORTABILI sides.
questa naturalmente è un esperimento fai da te molto difficile perchè tentare di alzare il tiro in fatto di dosi può comportare ad esempio una ginecomastia che non è una cosa che se na via con la interruzione della cura.

detto questo mi sono documentato in questo periodo ed ho raggiunto qualche conclusione riguardo l'azione di queste molecole compresa fina o duta (molti già lo sapranno).
c'è un motivo preciso perchè Fina e duta sono sostanze che sono state studiate x la cura dell'aga mentre spiro e cpa no. Perchè fina e duta hanno la capacità di legarsi all'enzima alfa-r e così riducono la formazione del DHT. per questo motivo la loro azione è specifica x la cura del tumore della prostata e x la calvizie.

CPA invece ha la funzione unica di ridurre la produzione del testosterone e quindi la sua azione è spiccatamente FEMMINILIZZANTE perchè il testosterone è l'ormone che + caratterizza il sesso maschile. Duta e fina invece non intaccano il testo anzi semmai ne provocano un aumento e x questo non sono sostanze ad azione femminilizzante (solo in rari casi si puo avere il sides della ginecomastia.

CPA ha la capacità di femminilizzare l'uomo (in relazione alle dosi) e quindi di far ricresecere i capelli.
Lo Spiro agisce similmente al CPA limitando la produzione di testosterone a livello centrale. il fatto però è che spiro è + blando rispetto al CPA.
Lo spiro infatti nasce come un efficace diuretico già a basse dosi 50mg-100mg. essendo anche un blando ipotensivo per apprezzare questa sua capacità la dose si deve incrementare fino a 200-400mg.
In tutto questo spiro agisce anche nell'abbassamento del testosterone ma non si conosce bene la sua reale efficacia nei diversi dosaggi. La sostanza cmq è ben tollerata dall'organismo e questo è dimostrato dal fatto che a basse dosi 25-100mg puo' essere utilizzata sia da uomini che da donne anche x lungo tempo.

poi in farmacia te lo danno anche senza prescrizione medica basta che ti inventi una storiella da raccontare. questo a dimostrazione che l'Aldactone non è un farmaco classificato come pericoloso.
 

dal

Utente
13 Febbraio 2005
318
0
265
Innanzitutto ringrazio Geppo e Gordon per l'esperienza e la preparazione con la quale arricchiscono il forum.
Anch'io mi sono documentato sullo spiro ed in effetti pare che i sides siano gli stessi ma di maggiore entità della fina solo se assunto a dosaggi molto limitati (da 25 a 50 mg).
Analisi su ratti a 800mg hanno portato a gravissimi effetti collaterali...
Certo, raffrontato all'uomo sarebbe una dose enorme.
E' indubbiamente meno pericoloso (seppur privo di studi a lungo termine) l'assunzione di 0.5 mg dl giorno di duta, che non so quanti derma prescriverebbero.

Le domande a cui spero qlc possa rispondere sono:
1) Se si assume 25 mg al dì per un tempo breve (ipotizzo 1 mese) e si interrompre per un paio di mesi, in un arco di tempo di alcuni anni, è possibile preservare i vantaggi apportati dallo spiro con fina (o al limite duta) senza incorrere in sides rilevanti?
2) Fina manifesta i sides più evidenti (calo libido, liquidità sperma, ginecomastia) in un periodo di circa 3-6 mesi (come minimo...). I pazienti (maschi) che per la sindrome di Conn, l'ipertensione o l'iperaldos******smo hanno sides di tale tipo dovendo assumere almeno 100 o anche 200 mg di spiro al giorno?
Cmq è stranissimo che il foglietto illustrativo di Fina dica che il farmaco non deve assolutamente entrare in contatto con le donne mentre per lo spiro non si menziona l'esclusività del prodotto alle donne...[?]

Ringrazio chiunque risponda a tal riguardo.

P.S. x Geppo: Seppur io sia un utente più giovane avevo sempre letto i tuoi post (e d'accordo o meno) sono convinto che la tua presenza in questo forum sia fondamentale. Spero di leggere più spesso i tuoi post!
 

gordon

Utente
4 Marzo 2004
3,106
0
915
grazie dei consigli Geppo ma non penso che la mia calvizie sia recuperabile. vedro in futuro se avro la possibilità e la voglia di fare trapianti. anzi, visto che a settembre sarò a vancouver x motivi di studio andrò a far visita ad H&W x sentire cosa hanno da dirmi.

x il resto provo con spiro (ma cmq sto continuando anche con fina, tanto ormai mi ci sono quasi affezionato [:)]) giusto per vedere se esiste veramente qualcosa che possa contrastare efficacemente la calvizie aggressiva. cmq in tutta onestà penso che a 50mg al giorno non vedrò nessu risultato neanche questa volta [cc]
 

rik75

Utente
18 Ottobre 2005
2,970
0
615
Citazione:Messaggio inserito da Solomon
Eh gia', lui e' tifoso del treviso, pardon dell'inter... va be', tanto non c'e' molta differenza[:D]

[8D]


il treviso è MOOOLTO piu' competitivo![:D][:D]
 

andr4

Utente
13 Dicembre 2004
150
0
165
Purtroppo non sono discorsi nuovi, vedete i miei vecchi post o chiedete a Geppo; il punto è che nessun medico che io conosca in Italia (ma sono quasi sicuro che il nessuno sia in senso assoluto) considera fattibile intraprendere una terapia a base di antiandrogeni ed ormoni femminili per via orale, scelta rispettabilissima.
All' estero il discorso è diverso i risultati ci sono ma gli effetti collaterali sono notevolissimi , non intraprendete mai queste terapie da soli o per sentito dire perchè dovrete essere monitorati con tutta una serie d esami ematochimici periodici etc... e dovete essere consapevoli ed avvertiti preventivamente di tutti i possibili sides.
Rivolgetevi sempre a professionisti, in questo caso endocrinologi i dermatologi non sono affatto competenti in materia e comunque i dosaggi dei farmaci non possono essere self-made ma devono essere stabiliti dal professionista caso per caso, comunque non ho mai letto di una presunta efficacia dello spironolattone per via orale alla dose di 25 mg per trattare l' a.a. purtroppo dalle mie conoscenze le dosi sono più alte e di molto per avere efficacia nel contrastare il problema in soggetti maschili.
Per il resto anche io non mi trattengo più su questo tipo di forum perchè ho intrapreso una strada diversa e la mia utilità per gli utenti è relativa.
 

gordon

Utente
4 Marzo 2004
3,106
0
915
Geppo mi posti il link dove hai descritto la tua esperienza con androcur? hai preso 50mg x quanto tempo?
 

andr4

Utente
13 Dicembre 2004
150
0
165
Vedi Gordon non è che tu sei più sfortunato di altri e la tu a.a. è irrecuperabile, come ti ripeto sono discorsi triti e ritriti da me e a anche da altri, ogni a.a. ha la sua storia ma se un soggetto la manifesta questa patologia è progressiva in tutti i casi, solo che in alcuni è più aggressiva che in altri, le cure che oggi fai sono solo in grado di ritardarla leggermente, in alcuni pazienti poi sono più efficaci ed in altri molto meno. La fina dagli studi fatti ha la sua maggiore azione nei primi due anni poi da tutti gli studi fatti è provato che la sua efficacia diminuisce progressivamente.il minoxidil è un principio attivo molto vecchio di più di 15 anni agisce stimolando la fase anagen quindi puoi dedurre da solo il suo tipo di efficacia...
Gli antiandrogeni topici spironolattone etc... sono considerati inutili da diversi dermatologi, di altri invece come il Dr Lee della spirocream al 5% ne puoi leggere il parere in rete visto che ci sono anche delle pubblicazioni mediche autorevoli, il punto è che molti soggettti utilizzatori hanno espresso delusioni a riguardo, pensa quale sia l' efficacia di una lozione ad uso topico al 2% di concentrazione dello stesso principio attivo come lo si usa in Italia e capirai, di certo male non fa ma di sicuro non ti può bloccare una a.a. specialmente se importante come la tua, ti ripeto l' esempio che ho fatto in precedenza è come spegnere l' incedio dell 'inferno di cristallo con un solo estintore vedi se ci riesci.
Poi il fatto è che alla fine con gli anni e anche con fina etc...(per alcuni sono diversi ma per altri sono drammaticamente pochi) i bulbi si atrofizzano e nessun farmaco te li ridarà mai, questa purtropppo è la cruda realtà e allora come hai detto ti resta l'autotrapianto se non vuoi i vari cnc che ti sconsiglio vivamente, il problema però, sono i prezzi degli autotrapianti che non sono proprio alla portata di tutti.
In ogni caso ti consiglio di recarti in Canada o Usa spenderai di più ma i risultati a differenza di quelli fatti in Italia non hanno bisogno di essere spiegati da nessuno basteranno i tuoi occhi.
Take care.
 

dal

Utente
13 Febbraio 2005
318
0
265
X Andr4: Mi sono letto i tuoi vecchi post sull'argomento.
Ciò che dici è verissimo, ma solo a livello teorico, cioè non è dato certo quali siano i sides per assunzione di spiro per uso topico in BASSE dosi (25 - 50mg) per CICLI BREVI e interruzioni.
Anch'io ho letto che per l'AGA si parlava di minimo 100 mg al giorno (ma ovviamente solo per la donna).
Il punto è quantificare i risultati dello spiro stando sotto alla soglia del suo utilizzo come ipotensivo.
Pensa che il minox è stato scoperto farmaco anticalvizie ad uso orale proprio per combattere l'ipertensione...
Ripeto: o il foglietto illustrativo dell'Aldactone è impreciso, incompleto o menzognero oppure leggendo quello del Propecia pare che sia più pericoloso quest'ultimo essendo l'unico che scinde obbligatoriamente l'utilizzo della fina solo a pazienti maschili!!!
Concludo dicendo che secondo me la tua visione è un pò catastrofista, soprattutto alla luce dei recenti studi sulla dutasteride, che alle attuali conoscenze resta un'enorme incognita.

Cmq nessuno è riuscito a rispondere alle domande che ho postato sopra!!!
 

andr4

Utente
13 Dicembre 2004
150
0
165
Il discorso dalì è che in Usa o Canada dove i pazienti sono sottoposti a trattamenti di riduzione del testosterone (per motivi che penso sia giusto rimangano nel privato del singolo qualsiasi essi siano ) sui quali ci sono pubblicazioni mediche (perchè in rete si trova di tutto e bisogna distinguere tra forum vari e pubblicazioni scientifiche)fin dal 1984 da parte di endocrinologi Md di Toronto e Vancouver non del salumiere dietro casa mia, e poi tante altre che puoi reperire da solo in rete(anche se qualcuno le ignora e dice che non esistono forse perchè non conosce l'inglese ad un livello tale da capirle o forse perchè come è nella natura dell' uomo preferiamo non conoscere ciò che non ci fa comodo), si ritiene che i trattamenti che i medici chiamano in questi casi regimens non è mai orientato solo esclusivamente nella lotta all 'a.a. ma anche e soprattutto ad altro come puoi ben capire, questi principi attivi diversamente dalla fina sono antiandrogeni quindi come dice il nome agiscono riducendo il testo e come dice la parola stessa essendo un regime si sono osservati risultati positivi solo con assunzioni molto costanti nel tempo ed a dosi elevate, per lo spironolattone che è uno dei tanti l' efficacia è stata osservata con dosi dieci volte più alte, anche se in qualche caso sono stati sufficienti posologie minori ma siamo sempre nell' ordine di multipli rispetto a quello che pensi con dosi inferiori i risultati non ci sono, è il medico ad adattare al paziente la posologia, sulla costanza del trattamento però tutti sono più o meno univoci nel dire che è fondamentale ,non ho mai sentito parlare di cicli come tu dici, quelli sono per pazienti di sesso femminile. Per quello che riguarda la fina non ho mai letto che si interrompe ma si continua a prendere contemporaneamente.
Gli effetti collaterali poi sono il punto dolente che rendono queste terapie fattibili solo in casi estremi e solo sotto strettissimo controllo medico quindi ti prego di evitare qualsiasi cosa self made che anche se la salute è tua è sicuro che ti farebbe solo del male quindi per favore evita di fare la cavia di te stesso perchè i sides di cui parli in questi casi possono essere seri e non spariscono dopo 3 o 6 mesi ma anzi aumentano, nel senso che si rischiano anemia decalcificazione, malfunzionamenti epatici, a parte le scontate sterilità, ginecomastia e astenia (lì'unica che forse può diminuire dopo i primi mesi) per questo servono tanti esami ematochimici a scadenze fisse per tenere sotto controllo tutto questo, informarti ed aggiustare le terapie e se necessarrio anche abbandonarle e modificarle.
A questo servono e si dovrebbero pagare i medici seri quindi non è proprio il caso di riaschiare, non siamo più negli anni 80 hai internet scegliti un professionista serio/a e rivolgiti a lui dovrai fare un pò di Km ma ne vale la pena.Fidati
 

geko

Utente
14 Febbraio 2005
1,278
0
415
gli effetti collaterali nel lungo periodo, la ricerca della dose efficacia adattata al paziente, la mancanza di studi in merito inerenti alla patologia da trattare, le monitorizzazioni pessocchè costanti dei valori ematici, pressori, ormonali e cardiaci che si renderebbero non solo necessarie per la valutazione della terapia ma anche inevitabili per la salute del paziente...

...rendono questo tipo di terapie sicuramente poco affidabili e poco sicure, sia per il paziente sia per il medico qualora si prendesse la responsabilità di prescriverle.

Il medico che comincia a prescrivere una terapia sperimentale, basata su una letteratura scarsa e assolutamente non mirata, andrebbe ad affrontare dei rischi che potrebbero essere superiori ai benefici.

Una terapia di sperimentazione è di incerta applicabilità anche in pazienti che sono affetti da malattie ben più serie della a.a. e magari senza cure di efficacia disponibili.

Un medico, per quanto bravo e informato possa essere, non può sostituirsi ad una equipe scientifica, non può avere l'obbiettività di interpretazione clinica dei risultati, delle analisi, degli effetti farmacologici, per impostare praticamente quasi dal nulla una terapia antiandrogenica con efficacia limitata ai soli capelli, senza rischiare di incorrere in qualche incidente.

 

geko

Utente
14 Febbraio 2005
1,278
0
415
ps: questo secondo il mio parere è uno sguardo obbiettivo della situazione; non voglio passare per quello che vuole portare sfiga a tutti i costi, che sia ben chiaro!!!

[X][X][X][;)]
 

dal

Utente
13 Febbraio 2005
318
0
265
Quindi secondo te, Geko, il fattore limitante per lo spiro orale è l'alto fattore di rischio connesso alla mancanza di esperienza clinica in merito all'alopecia???
E' ipotizzabile che alcuni dottori, tra cui endrcrinologi, lo somministrino ai pazienti per l'alopecia (ripeto per l'alopecia) come si sostiene in diversi forum in Italia in quanto nn consapevoli dei rischi??? Secondo loro 25 mg di spiro al dì non provacano side!
Oppure quelli che sono contrari lo sono perchè deontologicamente non è possibile prescrivere lo spiro per l'alopecia?
Mi spiegheresti, per piacere, perchè il foglietto illustrativo dell'aldactone non specifica solo per donne, ma anzi descrive le sosi anche per bambini con la dicitura che il farmaco si è rivelato sicuro anche a più alte dosi?
Perchè invece Propecia esula il contatto della fina alle donne???
Grazie ancora!!!
 

geko

Utente
14 Febbraio 2005
1,278
0
415
1) Il fattore limitante è che non esiste un protocollo per la terapia con spironolattone orale per l'alopecia; questo significa che non sono stati studiati dosaggi terapeutici indicati per trattare questa patologia e che le terapie che vengono adottate (qualora vengano adottate) vengono impostate empiricamente.

2) non credo sia solo una questione di deontologia, ma anche di sicurezza, la terapia con un farmaco che non viene testato o studiato e che non è a dosaggio giusto presenta troppe incognite, per prendersi i rischi di prescriverlo a cuor leggero.

3) non specifica solo per donne perchè mica è un farmaco solo per donne! Si utilizza come diuretico in quanto risparmiatore di potassio nelle situazioni in cui si ritiene necessario l'utilizzo, questo non significa che sia un buon farmaco per fare ricrescere i capelli... intendiamoci magari funziona anche bene e in futuro verrà adoperato in sicurezza, ma dopo una seria sperimentazione che stabilisca limiti e dosaggi efficaci e non nocivi nel lungo periodo.
Fare da cavie non è mai una bella cosa.

4) se una donna in gravidanza viene in contatto con finasteride, l'effetto del farmaco puo' causare femminizzazione testicolare nel nascituro.
 
7 Aprile 2006
126
0
165
100 mg di spiro orale guardate che hanno fatto a sto tipo...
http://www.hairlosshelp.com/forums/messageview.cfm?catid=10&threadid=59018&STARTPAGE=1