Effluvio indotto, passaggio minoxidil 5% -> 3% e cambio marca: Cosa fare?

lauraanna

Utente
24 Settembre 2019
26
9
15
Roma
Buongiorno a tutti.
Premetto di aver letto tanti post simili ma non identici. Nonostante le letture estese, non sono riuscita a darmi una risposta e sono parecchio agitata. Sostanzialmente sto restando calva, il che non é fantastico per una donna.
Piú brevemente possibile vi espongo la situzione. Ho usato minoxidil galenico al 3% per 2 anni con successo durante i primi 7/8 mesi, poi la caduta é ripresa (graduale e moderata). Il dermatologo da cui ero in cura mi ha aumentato il minoxidil al 5% che ho utilizzato per altri 2 anni. La situazione si é inizialmente stabilizzata, poi la caduta é ripresa nuovamente (sempre graduale e moderata). Ho cambiato dermatologo (per comodità e vicinanza geografica). Gli ho esposto la situzione e mi ha riprescritto il minoxidil al 3%. Seppure titubante, non ho commentato, sono un avvocato, non un medico.
Dopo circa 2 mesi...ecatombe. Centinaia di capelli al giorno in caduta libera. Lo chiamo e mi dice che dal 5% al 3% il cambiamento non é cosí "importante". Di prendere un minoxidil industriale al 5% ed applicarlo la sera, di continuare col il 3% al mattino. Il minoxidil industriale mi ha devestato il cuio capelluto. Prurito atroce! Ho cambiato almeno 3 marche. L'ho interrotto. A questo punto vi confesso che mi sono fatta prendere dal panico e ho deciso di prendere un minoxidil galenico al 5% (in una farmacia diversa da quella sempre utilizzata, anche qui per comodità). Caduta ancora peggiorata. E quindi ho ripreso la prima cura, minoxidil galenico al 3%, del primo dermatologo (che andró a risentire tra 3 mesi).
La caduta non si arresta. Non so cosa fare. Continuare con il 3%? Riprendere con il 5%?
3 mesi sono lunghi, se continua cosí dovró disdire e prendere appuntamento per Una parrucca. Psicologicamente sono a pezzi, sono ancora giovane.
Grazie.
 
  • Mi Piace
Reazioni: joehope

Lele.manu

Utente
11 Settembre 2019
50
12
65
Rima
Ciao, da uomo ho vissuto la tua stessa situazione, l'unica cosa che sono partito direttamente con il 5% industriale(carexidil).
I primi 2 mesi caduta indotta shock, poi un susseguirsi di risultati altrettanto scioccanti in senso positivo, il netto miglioramento si era stabilizzato per diversi mesi per poi iniziare una fase declino, diradamento nuovamente evidente, capelli de-cheratinizzati...anche io sentivo un prurito pazzesco specialmente quando sudavo molto e desquamazione, a quel punto ho iniziato con una soluzione galenica con aggiunta di idrocortisone butirrato 0,1% insieme alla finasteride.
Ora è qualche mese che sto applicando questa terapia ma ho notato gia che il prurito non lo avverto proprio più e sto notando anche un miglioramento.
Ritornando alla tua situazione intanto immagino avrai fatto delle analisi per verificare che non ci siano eventuali carenze(ferro, minerali ecc), non so se a questo punto bisogna procedere con anti androgeni, il che, corrisponderebbe alla nostra finasteride per l'uomo.
Posta qualche foto...se la situazione è molto "grave" e avanzata come dici non credo che risolvi con il solo aiuto dei prodotti topici, bisogna agire sulla causa principale...parlane con il dottore
 
Last edited:

lauraanna

Utente
24 Settembre 2019
26
9
15
Roma
Ciao, da uomo ho vissuto la tua stessa situazione, l'unica cosa che sono partito direttamente con il 5% industriale(carexidil).
I primi 2 mesi caduta indotta shock, poi un susseguirsi di risultati altrettanto scioccanti in senso positivo, il netto miglioramento si era stabilizzato per diversi mesi per poi iniziare una fase declino, diradamento nuovamente evidente, capelli de-cheratinizzati...anche io sentivo un prurito pazzesco specialmente quando sudavo molto e desquamazione, a quel punto ho iniziato con una soluzione galenica con aggiunta di idrocortisone butirrato 0,1% insieme alla finasteride.
Ora è qualche mese che sto applicando questa terapia ma ho notato gia che il prurito non lo avverto proprio più e sto notando anche un miglioramento.
Ritornando alla tua situazione intanto immagino avrai fatto delle analisi per verificare che non ci siano eventuali carenze(ferro, minerali ecc), non so se a questo punto bisogna procedere con anti androgeni, il che, corrisponderebbe alla nostra finasteride per l'uomo.
Posta qualche foto...se la situazione è molto "grave" e avanzata come dici non credo che risolvi con il solo aiuto dei prodotti topici, bisogna agire sulla causa principale...parlane con il dottore
Ciao, grazie per il commento! Mi sento meno sola, ma senza "mal comune, mezzo gaudio". Non auguro a nessuno queste miserie!
Credo che il prurito fosse legato al glicole propilenico. Nel galenico non c'é, usano il transcutol. Ci sono progesterone, ed idrocortisone non presenti nei prodotti industriali.
Ho fatto mille analisi ed ecografie. A parte il ferro e la vitamine D un po' carenti, non ho problemi di nessun tipo. Li integro costantemente ed i valori sono nella media.
Per gli antiandrogeni, ho preso per 2 anni saw palmetto + vitamine. Al principio ho avuto risultati apprezzabile, poi piú nulla. Passare ad un farmaco vero e proprio é un po' complesso perché potrebbe turbare altri equilibri (ciclo mestruale, malformazioni del feto, etc.).
Rispetto alla foto, ho bisogno di coraggio :D mi viene male anche guardare lo scalpo allo specchio in privato. Postarla cosí in internet mi metterebbe parecchio a disagio.
Di sicuro vedró il dermatologo, ma tra 3 mesi 🥺!!! Ha lista d'attesa lunga. Rifiuto di vederne altri visti i risultati! Intanto peró non so cosa fare.
 

alec

Utente
28 Febbraio 2004
1,554
21
615
Uso minox dal 1998 e posso dirti con estrema sicurezza che il tuo dermatologo è un cane .
Cambi di %portano inevitabilmente a cadute indotte... è pacifico.
Poi usare il 3 e il 5 alternati è follia.
Dammi retta smetti di fare cambi di % e soprattutto di farmacie e composizione...scegli una farmacia e rimanici ...perché per esempio a me anche cambi di farmacia porta a una nuova caduta ...non siamo tutti uguali ma x chi è molto sensibile è così....poi cambi di percentuale portano cadute a chiunque.
A me anche il transcutol da prurito per questo ho ordinato i galenici ieson che dicono hanno una formulazione super dolce...senza glicole .
Cmq cambia dermatologo che ti sta solo facendo casino e sicuramente non è esperto di capelli.
 

proxy

Amministratore
Staff
12 Febbraio 2003
26,121
964
2,015
Quoto
Ma il problema principale e',che diagnosi ti e' stata fatta?
Sei stata da un normale dermatologo o uno specialista in tricologia?
Rispondi a queste domande e posta foto se puoi
 

Lele.manu

Utente
11 Settembre 2019
50
12
65
Rima
Ciao, grazie per il commento! Mi sento meno sola, ma senza "mal comune, mezzo gaudio". Non auguro a nessuno queste miserie!
Credo che il prurito fosse legato al glicole propilenico. Nel galenico non c'é, usano il transcutol. Ci sono progesterone, ed idrocortisone non presenti nei prodotti industriali.
Ho fatto mille analisi ed ecografie. A parte il ferro e la vitamine D un po' carenti, non ho problemi di nessun tipo. Li integro costantemente ed i valori sono nella media.
Per gli antiandrogeni, ho preso per 2 anni saw palmetto + vitamine. Al principio ho avuto risultati apprezzabile, poi piú nulla. Passare ad un farmaco vero e proprio é un po' complesso perché potrebbe turbare altri equilibri (ciclo mestruale, malformazioni del feto, etc.).
Rispetto alla foto, ho bisogno di coraggio :D mi viene male anche guardare lo scalpo allo specchio in privato. Postarla cosí in internet mi metterebbe parecchio a disagio.
Di sicuro vedró il dermatologo, ma tra 3 mesi 🥺!!! Ha lista d'attesa lunga. Rifiuto di vederne altri visti i risultati! Intanto peró non so cosa fare.
Anche io trovo strano questo continuo passaggio dal 3% al 5% e viceversa...per quanto riguarda gli antiandrogeni anche io ho usato la serenoa ma ovviamente non è paragonabile ad un farmaco poiche rimane pur sempre un integratore...è un po come provare a curare un'infiammazione alle vie respiratorie con latte e miele anziche l'antibiotico(perdona l'esempio banale)😀
 

simwe9one

Utente
10 Settembre 2018
4,041
1,060
915
41
COMO
L'errore ( del dermatologo non tuo ) è stato sia farti abbassare la percentuale sia alternare in giornata le due percentuali, mah.
torna a prendere solo il 5% e vedi come va.
 
  • Mi Piace
Reazioni: Lele.manu

lauraanna

Utente
24 Settembre 2019
26
9
15
Roma
Anche io trovo strano questo continuo passaggio dal 3% al 5% e viceversa...per quanto riguarda gli antiandrogeni anche io ho usato la serenoa ma ovviamente non è paragonabile ad un farmaco poiche rimane pur sempre un integratore...è un po come provare a curare un'infiammazione alle vie respiratorie con latte e miele anziche l'antibiotico(perdona l'esempio banale)😀
Certo, ma comincio a pensare di dovermi rassegnare a questa patologia senza spiegazione né cure. Quando entriamo nel campo della genetica tante risposte mancano.
 

lauraanna

Utente
24 Settembre 2019
26
9
15
Roma
L'errore ( del dermatologo non tuo ) è stato sia farti abbassare la percentuale sia alternare in giornata le due percentuali, mah.
torna a prendere solo il 5% e vedi come va.
In effetti mi era parso strano, ma non mi sono permessa di fare commenti. Il dermatologo é reputato come uno dei migliori in ambito tricologico.
Adesso riprendere col 5% non é che mi porta a sommare effluvio da sospensione ad effluvio da ripresa?
Avevo ricominciato con il 3% perché piú blando, magari ...speravo di evitare il secondo (effluvio da ripresa). Sono parecchio dubbiosa perché temo di fare altri danni.
Grazie per il consiglio!
 

lauraanna

Utente
24 Settembre 2019
26
9
15
Roma
Uso minox dal 1998 e posso dirti con estrema sicurezza che il tuo dermatologo è un cane .
Cambi di %portano inevitabilmente a cadute indotte... è pacifico.
Poi usare il 3 e il 5 alternati è follia.
Dammi retta smetti di fare cambi di % e soprattutto di farmacie e composizione...scegli una farmacia e rimanici ...perché per esempio a me anche cambi di farmacia porta a una nuova caduta ...non siamo tutti uguali ma x chi è molto sensibile è così....poi cambi di percentuale portano cadute a chiunque.
A me anche il transcutol da prurito per questo ho ordinato i galenici ieson che dicono hanno una formulazione super dolce...senza glicole .
Cmq cambia dermatologo che ti sta solo facendo casino e sicuramente non è esperto di capelli.
In effetti l'errore é stato fatto quando ho cambiato dermatologo. Il primo era bravo, ma parecchio lontano. Allora, leggendo online, ho tirato giú altri nomi. Inutile dire che sono passata per divere fasi di "arrabbiatura". Se non si é medici, ci si fida. In futuro utilizzeró anche la mia testa.
Infatti pensavo di restare sul 3% e di non ripassare al 5% fino al prossimo appuntamento con il vecchio dermatologo.Ma quando vedo capelli cadere a mucchi, non é facile resistere alla tentazione.
 

lauraanna

Utente
24 Settembre 2019
26
9
15
Roma
Quoto
Ma il problema principale e',che diagnosi ti e' stata fatta?
Sei stata da un normale dermatologo o uno specialista in tricologia?
Rispondi a queste domande e posta foto se puoi
No no ragazzi ho un problema reale. Non é caduta stagionale e neppure alopecia da stress o capelli sottili o simili. Ho dei vuoti in testa, capelli diradati. Con la luce vedo lo scalpo. Sto usando anche il Toppik.
La diagnosi é di alopecia androgenetica. Entrambi I dermatologi sono specialisti in tricologia e quotati. Non faccio I nomi perché, nel bene o nel male, non mi piace influenzare nessuno sulla base delle mie esperienze personali.
Appena posso, rimuovendo viso etc. vi posto una foto.
 

lauraanna

Utente
24 Settembre 2019
26
9
15
Roma
Come dicevo sopra...purtroppo o per fortuna solo un anti dht farmacologico puo dare una via d'uscita(idea mia ovviamente)
Purtroppo non ne sono sicura Lele.manu. Dalle innumerevoli letture mi pare di aver capito che la finasteride sugli uomini ha dei discreti/buoni risultati. Mentre l'alopecia femmile é piú complessa. Spironolattone &Co. non sempre fanno effetto ma hanno parecchi effetti collaterali che non posso rischiare di beccarmi in questo momento.
Ció che trovo inquietante é che vedo in giro sempre piú donne con diradamenti. A volte sono un po' agnostica sul fatto della genetica. Di sicuro ci sono predisposizioni, ma vorrei tanto capire cosa scatena l'alopecia.
 
  • Mi Piace
Reazioni: joehope

proxy

Amministratore
Staff
12 Febbraio 2003
26,121
964
2,015
Non ti rimane che rivedere la situazione con l'ultimo medico che ti ha visitato,se è uno specialista,non cambiare nuovamente..
Di certo la cura è da perfezionare
 

Lele.manu

Utente
11 Settembre 2019
50
12
65
Rima
Purtroppo non ne sono sicura Lele.manu. Dalle innumerevoli letture mi pare di aver capito che la finasteride sugli uomini ha dei discreti/buoni risultati. Mentre l'alopecia femmile é piú complessa. Spironolattone &Co. non sempre fanno effetto ma hanno parecchi effetti collaterali che non posso rischiare di beccarmi in questo momento.
Ció che trovo inquietante é che vedo in giro sempre piú donne con diradamenti. A volte sono un po' agnostica sul fatto della genetica. Di sicuro ci sono predisposizioni, ma vorrei tanto capire cosa scatena l'alopecia.
Sta di fatto però che al momento non hai avuto modo di provare veri anti androgeni per capire quale beneficio potrebbero avere su di te magari senza effetti collaterali(capisco giustamente il timore degli effetti collaterali, è lo stesso che ho avuto io qualche mese fa quando ho iniziato e ho 32 anni) per non parlare poi della cura topica fatta che non è ne carne ne pesce...come consigliato anche dagli altri vedi di fare riferimento ad un medico in gamba che faccia le cose come si deve!
 

Lele.manu

Utente
11 Settembre 2019
50
12
65
Rima
Purtroppo non ne sono sicura Lele.manu. Dalle innumerevoli letture mi pare di aver capito che la finasteride sugli uomini ha dei discreti/buoni risultati. Mentre l'alopecia femmile é piú complessa. Spironolattone &Co. non sempre fanno effetto ma hanno parecchi effetti collaterali che non posso rischiare di beccarmi in questo momento.
Ció che trovo inquietante é che vedo in giro sempre piú donne con diradamenti. A volte sono un po' agnostica sul fatto della genetica. Di sicuro ci sono predisposizioni, ma vorrei tanto capire cosa scatena l'alopecia.
Qui ne parla molto bene...
 

lauraanna

Utente
24 Settembre 2019
26
9
15
Roma
Qui ne parla molto bene...
Si, conosco il sito.
Non ho ovaio policistico, in rifetimento a questo punto.
"Gli approcci terapeutici normalmente intrapresi per sconfiggere l'alopecia androgenetica femminile prevedono la somministrazione di farmaci per via topica (come minoxidil ed estrone solfato) e per via sistemica. Quest'ultima via di somministrazione è particolarmente indicata nelle donne con iperandrogenismo associato alla sindrome dell'ovaio policistico. In questi casi, il principio attivo maggiormente impiegato è l'etinilestradiolo in associazione al ciproterone acetato".
Il mio problema é sorto a 12 anni. Si é stabilizzato per circa 10 anni, poi ha cominciato ad avanzare di nuovo per altri 10 fino ad oggi. Ho cominciato le cure quando il danno era già un po' fatto ma non cosí evidente.
Qui parlano un po' dei sides: http://www.informazionisuifarmaci.it/limpiego-degli-antiandrogeni-nella-donna
 

lauraanna

Utente
24 Settembre 2019
26
9
15
Roma
Non ti rimane che rivedere la situazione con l'ultimo medico che ti ha visitato,se è uno specialista,non cambiare nuovamente..
Di certo la cura è da perfezionare
Dopo il casino che mi ha fatto?! Nooo. Ritorno dal primo. Anche per una questione di sfiducia. Di sicuro non ne cercheró piú altri, non serve a nulla.