Consigli su integrazione e sides

Peter85

Utente
16 Febbraio 2021
6
3
5
Salve a tutti, ho 35 anni e vi faccio i complimenti per il forum. Avendovi sempre letto con grande interesse, ho deciso finalmente di registrarmi per riportare la mia esperienza, con la speranza di poter magari avere qualche dritta sul da farsi. Vi spiego brevemente: sono un Norwood 3 senza aver mai intrapreso particolari terapie per i capelli; tuttavia, dopo aver notato una caduta veramente eccessiva a partire da novembre, ho cercato, rigorosamente in ambito naturale, di correre ai ripari per la prima volta circa due mesi fa; ho così acquistato dell’olio di cocco vergine spremuto a freddo, la cui integrazione giornaliera si è attestata sui 2 grammi pesati con bilancino e a cui ho affiancato 20 semi di zucca contestualmente assunti. A distanza di circa un mese, ho interrotto per sopraggiunto dolore ai capezzoli. A questo punto, alla luce di una sintomatologia verosimilmente riconducibile a un incremento del testosterone libero oltre la soglia fisiologica (libido alle stelle e aumento dell’aggressività) con conseguente “compensazione” estrogenica (dolore ai capezzoli appunto), sarebbe secondo voi ragionevole, a sides completamente spariti, valutare una ripresa dell’integrazione a dosaggi minimi, possibilmente a giorni alterni in associazione a qualche antiaromatasi naturale come l’ortica, o è meglio che mi rassegni definitivamente? Grazie per l’attenzione.
 
  • Mi Piace
Reazioni: andrea23_97

KR90

Utente
3 Giugno 2020
354
90
265
31
Pianeta terra
Fai una ricerca e vedi tutte le possibile cause del dolore ai capezzoli nell'uomo. Quello che è certo è l'olio di cocco e i semi di zucca non possono alzare il testosterone sopra al limite fisiologico, neanche se prendessi 2.5mg di duta al giorno ci riusciresti
 
  • Mi Piace
Reazioni: proxy

Peter85

Utente
16 Febbraio 2021
6
3
5
Fai una ricerca e vedi tutte le possibile cause del dolore ai capezzoli nell'uomo. Quello che è certo è l'olio di cocco e i semi di zucca non possono alzare il testosterone sopra al limite fisiologico, neanche se prendessi 2.5mg di duta al giorno ci riusciresti
Non ti viene in mente che io, come altri, possa magari essere particolarmente sensibile agli anti dht? I dogmi lasciamoli da parte, soprattutto in un ambito che di assoluto non ha proprio nulla. Ad ogni modo, a me interesserebbe in particolare l’esperienza di qualcuno che, dopo aver riscontrato sides, abbia risolto con una riduzione dei dosaggi senza rinunciare alla terapia. Grazie.
 
  • Mi Piace
Reazioni: andrea23_97

KR90

Utente
3 Giugno 2020
354
90
265
31
Pianeta terra
Non ti viene in mente che i semi di zucca e l'olio di cocco sono acqua fresca? Ma poi che terapia pensi di fare solo con quest'ultimi?? 😂🤣
 
  • Haha
Reazioni: ditto

Peter85

Utente
16 Febbraio 2021
6
3
5
Non ti viene in mente che i semi di zucca e l'olio di cocco sono acqua fresca? Ma poi che terapia pensi di fare solo con quest'ultimi?? 😂🤣
Evidentemente a me anche l’acqua fresca blocca completamente la caduta, azzera il sebo e inscurisce sensibilmente il capello dopo circa 20 giorni di assunzione giornaliera.
 

proxy

Amministratore
Staff
12 Febbraio 2003
32,852
2,951
2,015
Non ti viene in mente che io, come altri, possa magari essere particolarmente sensibile agli anti dht? I dogmi lasciamoli da parte, soprattutto in un ambito che di assoluto non ha proprio nulla. Ad ogni modo, a me interesserebbe in particolare l’esperienza di qualcuno che, dopo aver riscontrato sides, abbia risolto con una riduzione dei dosaggi senza rinunciare alla terapia. Grazie.
Ma e sbagliato anche escludere altro non credi?
 

Peter85

Utente
16 Febbraio 2021
6
3
5
Ma e sbagliato anche escludere altro non credi?
Non ho mai usato antidht in vita mia e adesso, dopo il primo mese di assunzione, riscontro sintomi mai sperimentati in 35 anni, nonché tipicamente a essi riconducibili e oltretutto concomitanti a un evidente miglioramento qualitativo della chioma. Coincidenze? Comunque, in tutta onestà, non mi interessano questo tipo di “dibattiti”, anche perché avevo chiaramente chiesto consigli su altro.
 
  • Mi Piace
Reazioni: AsapV

proxy

Amministratore
Staff
12 Febbraio 2003
32,852
2,951
2,015
Non ho mai usato antidht in vita mia e adesso, dopo il primo mese di assunzione, riscontro sintomi mai sperimentati in 35 anni, nonché tipicamente a essi riconducibili e oltretutto concomitanti a un evidente miglioramento qualitativo della chioma. Coincidenze? Comunque, in tutta onestà, non mi interessano questo tipo di “dibattiti”, anche perché avevo chiaramente chiesto consigli su altro.
Vai a farti visitare da un endocrinologo è la cosa migliore
 

prolo

Utente
9 Aprile 2005
1,627
11
615
Probabilmente sono i sides degli anti dht naturali..io li avverto sempre..qui cè anche chi nega la possibilita che la duta dia sides..io ho provato a ridurre la serenoa a due giorni si è uno no..ma è un po' calata anche l'efficacia..
 

AsapV

Utente
22 Gennaio 2020
114
24
165
Se sei cosi sensi
Non ho mai usato antidht in vita mia e adesso, dopo il primo mese di assunzione, riscontro sintomi mai sperimentati in 35 anni, nonché tipicamente a essi riconducibili e oltretutto concomitanti a un evidente miglioramento qualitativo della chioma. Coincidenze? Comunque, in tutta onestà, non mi interessano questo tipo di “dibattiti”, anche perché avevo chiaramente chiesto consigli su altro.
se sei così sensibile conviene andare sui topici imo
 

Mesozoico

Utente
14 Febbraio 2021
15
1
5
Salve a tutti, ho 35 anni e vi faccio i complimenti per il forum. Avendovi sempre letto con grande interesse, ho deciso finalmente di registrarmi per riportare la mia esperienza, con la speranza di poter magari avere qualche dritta sul da farsi. Vi spiego brevemente: sono un Norwood 3 senza aver mai intrapreso particolari terapie per i capelli; tuttavia, dopo aver notato una caduta veramente eccessiva a partire da novembre, ho cercato, rigorosamente in ambito naturale, di correre ai ripari per la prima volta circa due mesi fa; ho così acquistato dell’olio di cocco vergine spremuto a freddo, la cui integrazione giornaliera si è attestata sui 2 grammi pesati con bilancino e a cui ho affiancato 20 semi di zucca contestualmente assunti. A distanza di circa un mese, ho interrotto per sopraggiunto dolore ai capezzoli. A questo punto, alla luce di una sintomatologia verosimilmente riconducibile a un incremento del testosterone libero oltre la soglia fisiologica (libido alle stelle e aumento dell’aggressività) con conseguente “compensazione” estrogenica (dolore ai capezzoli appunto), sarebbe secondo voi ragionevole, a sides completamente spariti, valutare una ripresa dell’integrazione a dosaggi minimi, possibilmente a giorni alterni in associazione a qualche antiaromatasi naturale come l’ortica, o è meglio che mi rassegni definitivamente? Grazie per l’attenzione.
Se vuoi risposte certe fatti un quadro ormonale attraverso analisi del sangue.