Assunzione di piu' anti dht

lomaxino

Utente
28 Aprile 2012
379
1
265
Spesso leggo sconsigliare l'assunzione di piu' anti dht, ma non ne comprendo il motivo. Fin quando si tratta del latte/olio di cocco preferito alla serenoa o viceversa, posso pure capirlo, ma non capisco lo sconsigliare ad esempio l'assunzione di estratto di ortica quando si assume serenoa o latte di cocco. Credo siano attivi differenti, che scatenino processi differenti .. o no? Contrariamente pero' si consiglia serenoa con semi di zucca, con quest'ultimo indicato piu' come antidht che come integratore di zinco, omega3 etc etc..

Qualcuno si e' espresso relativamente all'inutilita' della serenoa congiunta alla finasteride, dicendo che poiche' quest'ultima garantisce una riduzione maggiore della prima, la serenoa non apporterebbe alcuna ulteriore riduzione perche' il suo lavoro sarebbe gia' svolto dall'altro attivo. Come se ci fossero tante caselline vuote, che vengono riempite prima dalla finasteride, e quando si assume la serenoa il suo principio non trova piu' caselline vuote.. ma c'e' una spiegazione un tantino piu' scientifica? Ahem non molto perche' poi si finisce per non comprenderla :)
 

marlin

Amministratore
Staff
9 Maggio 2004
32,313
2,447
2,015
Milano
Più che altro si ritiene che abboffarsi di anti-dht non finisca per sortire effetti maggiori, altrimenti avremmo risolto il problema e la finasteride non la utilizzerebbe più nessuno, invece questo non è realistico.

La spiegazione scientifica sta nella curva asintotica che è piuttosto diffusa nei fenomeni naturali: a maggiori dosi di un attivo non corrispondono miglioramenti proporzionali degli effetti, quindi dopo una certa dose i risultati ottenibili aumentando la dose restano invariati.

https://it.wikipedia.org/wiki/Asintoto

Ciao

MA - r l i n
 

lomaxino

Utente
28 Aprile 2012
379
1
265
Marlin ha scritto:
Più che altro si ritiene che abboffarsi di anti-dht non finisca per sortire effetti maggiori, altrimenti avremmo risolto il problema e la finasteride non la utilizzerebbe più nessuno, invece questo non è realistico.


Ok, ma questo non fa altro che ripetere la tesi, cioe' quello che ho riportato come consiglio.. evitare piu' anti dht perche' inutile, ma chiedevo quale fosse il motivo. Dire che non e' realistico mmm non mi soddisfa :)

Marlin ha scritto:
a maggiori dosi di un attivo non corrispondono miglioramenti proporzionali degli effetti, quindi dopo una certa dose i risultati ottenibili aumentando la dose restano invariati.


E questo l'ho compreso anche perche' dimostrato da esiti di alcuni studi, ma non fornisce spiegazione sull'inutilita' di piu' attivi che hanno lo stesso fine. Poi se mi dici che finasteride e serenoa, o serenoa e ortica giusto per restare in tema della sezione, hanno la stessa azione, allora capirei anche questo :)
 

marlin

Amministratore
Staff
9 Maggio 2004
32,313
2,447
2,015
Milano
Allora diciamo che le migliaia di persone che si sono abboffate di anti-dht in questi anni non hanno ottenuto nulla di più (va bene così ?)

Sì di solito gli anti-dht hanno la stessa azione, al limite differiscono sull'isoenzima che inibiscono maggiormente, quindi a fina si potrebbe accostare un anti-dht che inibisca la 5 AR tipo I (con risultati magari sul sebo), ma a duta, che è duale, no.

Ciao

MA - r l i n
 

lomaxino

Utente
28 Aprile 2012
379
1
265
Marlin ha scritto:
Allora diciamo che le migliaia di persone che si sono abboffate di anti-dht in questi anni non hanno ottenuto nulla di più (va bene così ?)


Credevo si fossero fatte ricerche, degli studi, qualcosa che attraverso monitoraggi su tessuti e controlli ematici avesse constatato che una cura con attivi diversi aventi stessa finalita', non garantisse ulteriori benefici di una cura basata solo sul migliore di quegli attivi. Ma poi scusa, questa convinzione non va in contrasto con il consiglio di serenoa e semi di zucca? O come ipotizzavo prima, quest'ultimo non e' consigliato come antidht ma come buon alimento contenente utili nutrienti?
 

marlin

Amministratore
Staff
9 Maggio 2004
32,313
2,447
2,015
Milano
A che pro si farebbero delle ricerche simili ? Chi le pagherebbe ? Hai un'idea molto candida del mondo scientifico, la realtà è diversa, tuttavia unendo i tasselli di varie ricerche e dell'esperienza clinica si arriva alle conclusioni di cui sopra e quindi per sapere queste cose non c'è nemmeno bisogno di mettere in moto tutto un apparato degno delle esplorazioni spaziali[:)]

Serenoa + semi semi di zucca emula alcune formulazioni specifiche, tipicamente il Prostafactors, nei semi di zucca c'è poi ad esempio lo zinco e degli acidi grassi antinfiammatori. Inoltre su serenoa si dibatte se tutto il potere anti-dht dipenda dai grassi oppure ci sia qualcosa d'altro, ma qui siamo a livello di opinioni, c'è chi vede meglio l'estratto a bassa titolazione e chi a quello ad alta, magari solo per i sides e non tanto per l'efficacia. Su una cosa non ci sono molti dubbi, ossia che qualsiasi mix e dose tu voglia adottare, andando oltre quelle più utilizzate, non arriverai ad avere gli effetti dei farmaci e quindi avrai al più mantenimento.

Ciao

MA - r l i n
 

lomaxino

Utente
28 Aprile 2012
379
1
265
La mia idea molto candida del mondo scientifico, in questa realta' diversa, paradossalmente sembra trovare almeno in parte, riscontro in questo studio http://tinyurl.com/qggtk32

In verita' non e' che stavo chiedendo ma perche' non fanno uno studio per constatarlo? .. ma semplicemente mi chiedevo se tale convinzione fosse motivata da uno studio, ricerca scientifica, piuttosto da risultati empirici. Chissa' poi quelle migliaia di centinaia di milioni (tanto stiamo chiacchierando, i numeri possiamo pure inventarli) che non hanno riscontrato benefici, con quale costanza hanno condotto la cura e con quale metodo del nonno hanno valutato i risultati.
 

marlin

Amministratore
Staff
9 Maggio 2004
32,313
2,447
2,015
Milano
Nulla di candido....di solito c'e' dietro un prodotto.

E ad ogni modo trattasi di studio noto, ma tardivo, in altre parole inutile...

...non aggiunge nulla a quanto si sapesse.....


Ciao

MA - r l i n
 

kenzotange

Utente
29 Agosto 2012
194
1
165
Ciao,
riprendo il discorso in oggetto in quanto interessato alla domanda! Quindi chiedo come mai nel famigerato Kmax coesistono serenoa e radice di ortica???
 

crack

Utente
26 Ottobre 2004
1,362
0
415
Credo solo che molti soggetti non vogliano aspettare per avere risultati.
Inoltre, anche la sinergia di piu' anti dht naturali darebbe comunque risultati inferiori alla sola finasteride.
Questi mi paiono i punti nodali del discorso.
 

joeh

Utente
1 Dicembre 2011
1,027
5
415
sinceramente anche a me le spiegazioni date non mi paiono sufficienti... poi non mi pare che ci siano stati utenti che si abboffavano contemporaneamente di anti dht diversi.

Una spiegazione potrebbe essere che i diversi anti dht entrino in un meccanismo di competizione...
 

marlin

Amministratore
Staff
9 Maggio 2004
32,313
2,447
2,015
Milano
kenzotange ha scritto:
Ciao,
riprendo il discorso in oggetto in quanto interessato alla domanda! Quindi chiedo come mai nel famigerato Kmax coesistono serenoa e radice di ortica???


Ai tempi, ossia nel 2004, si era appunto pensato che l'unione potesse fare la forza unendo diverse sostanze anti-dht. Però va anche detto che l'ortica ha altre proprietà e in particolare può risultare anti-sides e lavorare sull'ShBG.

Posso assicurare che ci sono stati parecchi che hanno abusato di questi anti-dht naturali e non parlo solo di questo forum, ma dei forum del genere nel mondo...

...non è che si sta su questo argomento per 10 anni senza imparare nulla in merito...

Ciao

MA - r l i n
 

kenzotange

Utente
29 Agosto 2012
194
1
165
Quindi Marlin morale della favola: l'uso abbinato di serenoa repens + radice di ortica porto o no ad un beneficio in termini di riduzione del dht? O crea solo competizione tra i due prodotti? Grazie...
 

marlin

Amministratore
Staff
9 Maggio 2004
32,313
2,447
2,015
Milano
No, non è stata evidenziata alcuna competizione, ma nemmeno alcuna sinergia migliorativa (magari eccettuato il fattore sides...).

Ciao

MA - r l i n
 

marlin

Amministratore
Staff
9 Maggio 2004
32,313
2,447
2,015
Milano
No, beh la serenoa o altri naturali possono avere un senso insieme a fina se per esempio si vuole combattere anche il sebo in eccesso o la dermatite da questo provocata, perché la fina non agisce sull'enzima 5 AR tipo I (se non blandamente), mentre tipico di molti naturali è essere duali (come duta, ma meno potenti) e agire quindi su entrambi gli enzimi 5AR, il tipo I (che regola la secrezione sebacea) e il tipo II (che è quello che presente nella papilla dermica del follicolo), ma di solito con maggiore potenza sul tipo I.

Ciao

MA - r l i n
 

romero

Utente
10 Maggio 2010
709
0
265
Però resta il fatto che molti prodotti per la prostata vedono più sostanze anti -dht assieme. Anzi, mi sembra che sia quasi la regola. I medici tedeschi prescrivono il pygeum assieme alla radice di ortica. Un vecchio studio usò il palmetto assieme al b.sitosterolo per l'aga. Ci credo che se usi la fina, di additivo ci può essere ben poco, a parte la questione del sebo. Studi comparativi sul grado di inibizione della 5AR di più sostanze naturali contro una sola sostanza, non mi risulta siano mai stati fatti. Come si fa a dire?
 

marlin

Amministratore
Staff
9 Maggio 2004
32,313
2,447
2,015
Milano
Lo si può dire avendo visto per anni e anni utilizzatori di varie formulazioni, non mi pare che i mix abbiano raggiunto risultati migliori degli integratori con uno o due attivi.

Ciao

MA - r l i n
 

romero

Utente
10 Maggio 2010
709
0
265
Mi pare che in questo forum si usino perlopiù il k-max e il prostafactors, tutti e due con più di 1 attivo anti dht. Poi c'è chi usa il sametrix, anche questo con due attivi. Poi il restax, con 1 attivo (in teoria potenziato con astaxantina, che è stata messa apposta) e sul quale io non ho letto molte lodi, anzi. E' inutile chiedersi ingenuamente se siano meglio uno o più attivi, aspettandosi la rispostina che risolva una volta per tutte la questione.
Tutto imho naturalmente.
 

kenzotange

Utente
29 Agosto 2012
194
1
165
Marlin ha scritto:
No, non è stata evidenziata alcuna competizione, ma nemmeno alcuna sinergia migliorativa (magari eccettuato il fattore sides...).

Ciao

MA - r l i n


Ciao Marlin,
dopo quasi un mese di radice di ortica (aggiunta all'uso di serenoa repens) noto erezioni più vigorose (che prima con la sola serenoa non avevo). Riconduco il tutto ad una maggiore presenza di testosterone libero in circolo nel corpo! I capelli ne risentono? (sopratutto il frontale)? Grazie...
 

marlin

Amministratore
Staff
9 Maggio 2004
32,313
2,447
2,015
Milano
Si disputa sul fatto che il frontale sia più sensibile al T che al DHT, ma la maggior parte degli specialisti lo negano evidenziando come fina e duta agiscano anche sul frontale. Il problema del testosterone libero è che è libero di trasformarsi appunto in DHT...[:)], quindi richiede una anti-dht, non a caso l'ortica si accompagna spesso ad altro, tipicamente appunto a serenoa, se si resta tra le cose naturali.

Ciao

MA - r l i n