accertata carenza di vitamina D e forse A

gidan

Utente
26 Settembre 2010
88
0
65
ciao a tutti,qualche giorno fa ho ritirato delle analisi del sangue ed ho riscontrato che sono carente di vitamina D.
ecco il dato:
dosaggio vitamina D3 13,900 mcg/l 20,000-70,000
il medico di famiglia mi detto di integrare con DIBASE 10.000 UI/ML assumendo 20 gocce un solo giorno a settimana per 3 o 4 mesi.
qui sorge un problema:vorrei assumere un multivitaminico che possiede di per se gia 400 UI di vitamina D che se prese al giorno fanno 2800 UI alla settimana.
cosa dovrei fare?dovrei aggiungere le restanti 2200 UI con il DIBASE(ogni goccia dovrebbe contenere 250 UI)?

inoltre ho praticamente al minimo anche la vitamina A con 0,352 mg/l in un range che va da 0,300 a 0,700.

in questo caso il multivitaminico oltre che per la vitamina D potrebbe essere utile anche in questo caso visto che possiede 15.000 UI di vitamina A di cui 2550 dovrebbero essere preformata mentre il restante è betacarotene?
 

juliensorel

Utente
21 Marzo 2005
6,219
8
1,415
il mio consiglio è pleonastico: segui quello che dice il medico ed evita l'automedicazione almeno per quanto riguarda con le vitamine liposolubili.
 

marlin

Amministratore
Staff
9 Maggio 2004
32,046
2,302
2,015
Milano
La vitamina A è nel range, non prendiamo i valori bassi del range per carenze perché non lo sono.

Attenzione anche al fatto che la vitamina A ha un rapporto conflittuale coi capelli, secondo alcuni luminari potrebbe portare almeno ad effluvi, non è una cosa sorprendente perché i più potenti derivati (tipo isotretinoina) danno problemi sitemicamente (e magari non topicamente).

Ciao

MA - r l i n
 

romero

Utente
10 Maggio 2010
709
0
265
Vi è da considerare che le vit. D ed A lavorano in tandem. La vitamina A è necessaria perchè la D lavori al meglio. E' il retinolo infatti che attiva il recettore della D. Senza questa mediazione, la D semplicemente non si lega al proprio recettore , in quanto certe molecole chiamate co-repressori non lo consentono. La vit D in questo caso non determinerà alcuna espressione genica.

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/16936639



Non a caso gli alimenti che contengono più vit D, come fegato di pesce, olio di pesce, uova, burro etc, contengono anche importanti quantità di vit A..
Se si assumono dosi massive di vit D, l'organismo richiederà più vit A e a quel punto dovrà aumentare la conversione da betacarotene, sempre che vi siano scorte adeguate e che la conversione funzioni...
 

il moro

Utente
8 Settembre 2008
91
4
65
pongo una domanda: ma se volessimo integrare vit d e a(come retinolo) senza doverci sottoporre alle analisi del sangue per verificare la concentrazione del metabolita 25 calciqualcosa come ci dovremmo regolare?
i dosaggi e relativa tossicità vanno dalle 1000 ui alle 10000 per la d...un range un pò troppo elevato....in media stat virtus senza troppe paranoie?
 

romero

Utente
10 Maggio 2010
709
0
265
Naturalmente è meglio fare le analisi. Secondo me, se si volesse stare in un range di sicurezza, visto che, a spanne, 100 UI di D3 ne aumenterebbero di 1 ng/ml il livello sierico, l'assunzione di 2000 UI non dovrebbe dare preoccupazioni, vista anche la stagione. Per il retinolo (che andrebbe sempre assunto in presenza di D3), dovrebbero bastare anche 2000 UI. Io attualmente faccio quasi 1:1 (2700 di D3 e 2500 di retinolo da olio di fegato di merluzzo)
 

il moro

Utente
8 Settembre 2008
91
4
65
grazie...è vero che la stagione primaverile è iniziata, ma quanti di noi possono esporsi con braccia e gambe quotidianamente?...io pensavo a qualcosina di più alto ora per poi decrementare andando verso l'estate.
ottima l'imbeccata del rapporto 1:1
 

lomaxino

Utente
28 Aprile 2012
379
1
265
JulienSorel ha scritto:
è meglio fare prima le analisi.


Ma qual'e' l'esame esatto? .. probabilmente i laboratori ne eseguono uno solo e quindi non si puo' sbagliare, ma vedo che a questo ci si riferisce con diverse descrizioni:
1) Vitamina D
2) Vitamina D3
3) Vitamina D 25-OH
..e' sempre lo stesso esame?
 

marlin

Amministratore
Staff
9 Maggio 2004
32,046
2,302
2,015
Milano
Se la 3) dovesse essere 1,25-OH (colecaliferolo), ossia calcitriolo, sarebbe perlomeno la descrizione meno approssimativa.

Ciao

MA - r l i n
 

pierre83

Utente
15 Gennaio 2012
2,312
1
615
Marlin ha scritto:
La vitamina A è nel range, non prendiamo i valori bassi del range per carenze perché non lo sono.

Attenzione anche al fatto che la vitamina A ha un rapporto conflittuale coi capelli, secondo alcuni luminari potrebbe portare almeno ad effluvi, non è una cosa sorprendente perché i più potenti derivati (tipo isotretinoina) danno problemi sitemicamente (e magari non topicamente).

Ciao

MA - r l i n


certo che sono molto deciso se usare l'isotretinoina tra disturbi psichiatrici e danni ai capelli...
 

lomaxino

Utente
28 Aprile 2012
379
1
265
Marlin ha scritto:
Se la 3) dovesse essere 1,25-OH (colecaliferolo), ossia calcitriolo, sarebbe perlomeno la descrizione meno approssimativa.


JulienSorel ha scritto:
Vitamina D 25-OH
che è in pratica il precursore della 1,25 OH cholecalciferol, la forma attiva.



Grazie.. fatto il prelievo questa mattina.
Chissa' quanto dovro' aspettare per i risultati perche' l'esame e' fatto in service. Ma costano cosi' tanto i reagenti visto che sono in pochi che la eseguono?
 

romero

Utente
10 Maggio 2010
709
0
265
giuliosak ha scritto:
Non è meglio assumere betacarotene invece del retinolo?

Bah, la conversione betacarotene-retinolo sembra essere estremamente variabile da individuo ad individuo e a quanto pare spesso deficitaria

http://ajcn.nutrition.org/content/75/5/900.full

Il retinolo è risultato non tossico anche a dosi di 300.000 IU per 1 anno

http://link.springer.com/article/10.1007%2FBF01613140#page-2
 

giuliosak

Utente
27 Aprile 2009
197
1
165
Grazie Romero...

Premetto che prendo pochissimo sole e sto assumendo 800 UI/giorno di vitamina D3 da circa 2 mesi... In questi giorni ho fatto le analisi e ho la vit.D a 23 mcg/l che risulta insufficiente secondo i parametri (carenza sotto i 20 e insufficienza tra 20 e 30). Cosa mi consigliate di fare? Aumento l'integrazione a 1200 UI/giorno?
Grazie.
 

romero

Utente
10 Maggio 2010
709
0
265
Naturalmente sarrebbe molto meglio qualche bel bagno di sole... Comunque con 1200 UI combini poco. Io passerei tranquillamente a 5000 UI se non di più. Poi ci vogliono i cofattori. Ti consiglio il magnesio e il boro, 6 mg. Quest'ultimo costa poco e allontana, assieme al magnesio, il pericolo della calcificazione dei tessuti molli, oltre a fare altre cose interessanti. Ovviamente ci vuole anche la vit A. Qui mica ci accontentiamo delle vetero prescrizioni dei medici della mutua...[:)]
 

marlin

Amministratore
Staff
9 Maggio 2004
32,046
2,302
2,015
Milano
Tieni conto che è solo questione di tempo perché la D3 si accumula, come vedi ti è salita, difficile invece trovare qualcuno che ti prescriva dosi massicce di vit.D3. L'integrazione con vit.D3 è sempre stata intesa per il lungo periodo, anche negli USA, dove hanno la mega-dose facile, tanto che si prevedono 3 controlli dei livelli in circa 2 anni. Tu in due mesi con quella dose sei già passato di categoria, quindi la cura funziona, anche se potresti prendere calcitriolo a 1000/UI che è il modo di integrare più efficace e sicuro (il sole alla fine fa anche male, per esempio invecchia la pelle, questo è ormai accertato...).

Ciao

MA - r l i n