Rapporti con calvizie

saintnear

Utente
28 Maggio 2012
620
0
265
Qualcuno di voi ha avuto problemi con la propria partner a causa della caduta? Lei come si è comportata?
 

superman84

Utente
11 Dicembre 2005
1,374
2
415
secondo me, per mia esperienza almeno, è una cosa che può influenzare l'inizio di un rapporto, nel senso che uno quando si frequenta da poco con un possibile partner bada di più all'estetica e se ti capita una ragazza che ama i ragazzi pieni di capelli è dura instaurare un rapporto che và oltre ad una conoscenza o a un'amicizia. a meno che non trovi in te conoscendoti meglio qualcosa di gradevole che compensi quello che per lei è una mancanza, e a questo punto se nè può anche dimenticare: non è che stà li a contarti i capelli.
cosa diversa quando ormai la persona ti conosce per chi sei essenzialmente, perchè è di questo che le persone si innamorano (non è più un infatuazione)... a quel punto i peggioramenti estetici, a meno che non siano veramente drastici, possono poco influire su l'idea che la ragazza si è fatta di te.
quello che può veramente peggiorare il rapporto è come tu valuti la tua calvizie. come tutte le cose, se per te è un problema che ti rende debole, austero e insicuro, ecco si: questo può veramente influire sulla continuazione del rapporto, di qualsiasi genere esso sia.
per risponderti ti posso dire che dopo qualche anno, la ragazza che ha vissuto la mia caduta dei capelli, che ha seguito proprio lo svolgersi della mia calvizie partita da una situazione in cui neanche si notava, si è stufata di me perchè io non accettavo la situazione ed ero sempre giù di morale. anche se a a suo tempo ero ignaro di tutto ciò.

 

superman84

Utente
11 Dicembre 2005
1,374
2
415
del fatto che lei si stava stufando di me non per colpa dei capelli, cosa di cui ero convinto, ma del mio modo di affrontare la cosa: non mi sono dimostrato un uomo.
 

sšlavy

Utente
17 Gennaio 2011
486
2
265
alec ha scritto:
un uomo non si giudica da queste cose.please.


Esatto, ma non bisognerebbe parlare proprio di uomo... è uno di quei concetti davvero (come tutti i concetti) nebulosi, a meno che non ci si riferisca meramente al genere sessuale. Però ciò che dice Superman è emblematico: spesso le persone -e non solo le donne- hanno bisogno di sicurezze... i capelli che perdi non sono di per sé condizionanti, ma condizionante per l'altra persona è il tuo approccio alla sciagura.
 

1981

Utente
3 Febbraio 2013
1,062
0
415
concordo Selavy.... è come si affrontano le sciagure...
Se una persona si lascia condizionare troppo, in questo caso dalla caduta di capelli o altro ancora... l' immagine che darà di sè , sarà un immagine debole e insicura.
Situazione che non piace sia alle donne che agli altri.....
 

saintnear

Utente
28 Maggio 2012
620
0
265
In effetti è sempre rischioso mostrare le proprie debolezze ma credo che una persona che ci tiene dovrebbe starti vicino e aiutarti, non andarsene....
 

sšlavy

Utente
17 Gennaio 2011
486
2
265
saintnear ha scritto:
In effetti è sempre rischioso mostrare le proprie debolezze ma credo che una persona che ci tiene dovrebbe starti vicino e aiutarti, non andarsene....


Certo, ma i rapporti sono sempre così complessi e complicati...
 

1981

Utente
3 Febbraio 2013
1,062
0
415
Si, ma al di la di tutto quando una persona ti vuole veramente bene ti accetta per come sei...Con pregi e difetti...
E di certo non si metterà a contare i capelli che hai in testa.....
 

bret hart

Utente
19 Agosto 2005
261
0
265
alec ha scritto:
un uomo non si giudica da queste cose.please.

secondo me invece si, perchè una donna dovrebbe stimare un uomo che non riesce ad accettare nemmeno la caduta di capelli, e che per quanto possiamo dire e quanto ci soffriamo tutti, rimane solo un difetto estetico. IO stesso non lo accetto, e mi rendo conto di quanta debolezza mostri in tutto ciò
 

sšlavy

Utente
17 Gennaio 2011
486
2
265
Bret Hart ha scritto:
alec ha scritto:
un uomo non si giudica da queste cose.please.

secondo me invece si, perchè una donna dovrebbe stimare un uomo che non riesce ad accettare nemmeno la caduta di capelli, e che per quanto possiamo dire e quanto ci soffriamo tutti, rimane solo un difetto estetico. IO stesso non lo accetto, e mi rendo conto di quanta debolezza mostri in tutto ciò


E chi lo dice che un uomo non possa essere debole? Non facciamoci infinocchiare da questa smania di sicurezze. Se un rapporto (e spesso, quasi sempre è così) è fondato semplicemente sulla stima (uso le tue parole) per un'ostentata forza, stabilità e quant'altro... è davvero poca roba.
 

bret hart

Utente
19 Agosto 2005
261
0
265
stima era una della tante cose che potevo scrivere, sta di fatto che una donna, almeno a partire da una certa età, in un uomo cerca appunto una sicurezza, tra le tante cose
Io ho 26 anni e mi vergogno di soffrire per l'aga, di aver permesso che si prendesse tante cose belle della mia vita, di aver perso persone che mi amavano da morire solo perchè condizionato dal mio difetto estetico: vorrei diventare un uomo in grado di superare ben altri problemi della calvizie.
Essere tristi è una cosa, ma lasciarsi condizionare la vita come tanti di noi fanno, imho significa che non sei ancora un uomo.

 

superman84

Utente
11 Dicembre 2005
1,374
2
415
saintnear ha scritto:
In effetti è sempre rischioso mostrare le proprie debolezze ma credo che una persona che ci tiene dovrebbe starti vicino e aiutarti, non andarsene....


e perchè mai dovrebbe starsene con una persona debole?
cioè secondo voi una persona che non riesce a convivere con la calvizie può definirsi un uomo (nel senso di una persona che lotta ma che sà anche accettare le avversità della vita)?
 

sšlavy

Utente
17 Gennaio 2011
486
2
265
Essere uomo come obiettivo dell'esistenza... quando invece dovreste mirare a tornare bambini, semmai... via, verso gorilleschi lidi! Famiglia, lavoro, ecco il tanfo dell'esistenza che ci ruba all'umanità, al gioire, all'occuparci davvero dei rapporti umani! Ne ho le palle piene di questa retorica immonda... la realtà è quella che io stesso ho descritto, sì... Ma bisognerebbe tentare di elevarsi, elevarsi realmente, non soltanto far finta di credere ai ruoli: l'uomo, il maschio, il forte, sicuro, il marito, il padre, il lavoratore... così ci facciamo fregare la vita. Dirsi saggi e credersi forti solo per aver superato la sofferenza per i capelli (che vuol dire solo essersi un po' lobotomizzati, poi, nulla di che) è miserabile.

Diciamo questo allora: tu soffri per i tuoi capelli perché sei malato, sei malato soltanto perché vivi in un mondo malato. La tua sofferenza allontanerà la maggior parte delle persone, perché malate anch'esse, dipendenti (come te, del resto) da una omologata idea di forza, sicurezza ed apparenza che viene propugnata dalla società umana. Semplificando... però, insomma, i problemi sono a monte: non si tratta dei tuoi capelli, né del tuo malessere che ti porta a soffrirne.
 

bret hart

Utente
19 Agosto 2005
261
0
265
Appunto, la calvizie va a portare fuori problematiche inespresse, tant è vero la maggior parte degli agati non si fa tanti problemi e continua a vivere normalmente. Essere uomo per me significa tante cose, tra cui discernere ciò che è importante da ciò che non lo è, come I capelli appunto.
Che la società sia malata sarà pur vero, ma non è una scusa per esserne contagiati.
 

bret hart

Utente
19 Agosto 2005
261
0
265
Appunto, la calvizie va a portare fuori problematiche inespresse, tant è vero la maggior parte degli agati non si fa tanti problemi e continua a vivere normalmente. Essere uomo per me significa tante cose, tra cui discernere ciò che è importante da ciò che non lo è, come I capelli appunto.
 

saintnear

Utente
28 Maggio 2012
620
0
265
Il fatto è che avere una ragazza di quasi 18 anni, quindi più piccola di me,mi condiziona molto mentalmente ma non lo mostro mai e se si litiga è per i suoi atteggiamenti e non per un senso mio di insicurezza verso il mio lato estetico. Cerco sempre di mostrarmi sicuro su di me, sarò falso ma è così. Io mi sono stempiato, da dicembre si nota abbastanza e lei dice spesso che le foto con me non le piacciono perché non le piace come stiamo, anche se forse in cuor mio so che il motivo è un altro ma non l'ho mai messo in mezzo per non mostrare troppo le mie insicurezze. Cmq servirebbe il parere di una donna secondo me.
 

1981

Utente
3 Febbraio 2013
1,062
0
415
Il parere lo trovi dentro di te.... Anche se una donna ti dicesse che stai bene con la stempiatura e questa stempiatura non la accetti affatto...La guerra interiore la fai con te stesso....
 

superman84

Utente
11 Dicembre 2005
1,374
2
415
io personalmente sono convinto che ci facciamo molti più problemi noi per i nostri capelli che le donne per un uomo che soffre di calvizie.
probabilmente se parliamo di donne, non di ragazze immature, la loro opinione sarebbe che devi accettarti come sei ed essere te stesso perchè i capelli passano in secondo piano. (fonti io: ho chiesto a parecchie ragazze cosa ne pensavano e le risposte negative le davano quelle che mi sono sembrate più immature.)