Ovaio policistico e calvizie femminile - aiuto da più esperte ed esperti

supperspike

Utente
31 Ottobre 2021
8
2
5
Ciao a tutte e a tutti,

non sono nuovo del forum che seguo da moltissimo tempo per miei problemi di calvizie che negli anni sono riuscito a tamponare con terapie a base di minoxidil e anti dht naturali.
Questa volta però scrivo per avere l'opinione delle più esperte e dei più esperti per mia moglie.
Mia moglie a 30 anni ed ha l'vaio policistico (diagnosticato tramite visita dermatologica). Fin da quando era molto giovane (17 anni) ha preso Diane 35 e non aveva mai avuto problemi nè di capelli nè di irsutismo.
Da circa 10 mesi ha sospeso la pillola perchè stiamo provando ad avere un bambino e sono scoppiati i problemi (capelli, irsutismo e acne).
Inoltre con il covid ha anche sospeso attività sportiva e sicuramente mangiato un pò peggio, è ingrassata qualche chilo (5-6) che però di per sé non è un problema visto che era magra, tuttavia mi pare di capire che l'alimentazione e l'attività fisica siano molto importanti in che ha questa sindrome.
Relativamente agli ormoni maschili, dalle analisi del sangue, sta in range normali.
E' però da agosto che sta affrontando un effluvium molto importante con tantissimi capelli che le cadono e, ad entrambi, sembra che oltre al diradamento causato dall'effluvio i capelli siano anche un pò più sottili di prima.
Il diradamento adesso è evidente e coinvolge area frontale, vertex, area sopra le orecchie verso le tempie e mid (anche se mid in maniera meno importante).
La ginecologa le ha dato myo inositol che prende da un mese ma mi sembra non stia facendo ancora nulla (anche da un punto di vista dell'ovulazione).
Siamo in attesa di visita anche dal dermatologo ma lo specialista ha tempi di attesa molto lunghi.
So, dalla mia personale esperienza, che la calvizie è un problema complesso e, nelle donne, soprattutto se associata a PCOS diventa difficile da gestire. Allo stesso tempo sono convinto che alimentazione, stile di vita e magari anche qualche integratore naturale possano aiutare molto a bloccare o rallentare il problema.
Per questo chiedo a tutti voi cosa in termini di integratori, lozione ed alimentazione si possa fare soprattutto per il problema capelli.
Grazie mille in anticipo
 

Kumy

Utente
12 Ottobre 2021
53
14
65
Ciao, non sono un’esperta ma ho lo stesso identico problema di tua moglie. Anche se nel mio caso ancora non è stato accertato l’ovaio policistico dalle analisi ormonali. All’ecografia le cisti invece sono presenti da tempo...Non ho irsutismo. Anche a me la caduta è esplosa alla sospensione del Diane. Sicuramente alimentazione e sport aiutano. Non so se ha già fatto le analisi per controllare androgeni e insulino resistenza. Per tamponare il problema capelli può solo andare da un tricologo che le prescriverà una cura da poter eseguire anche durante la ricerca della gravidanza. Nel mio caso purtroppo non ho avuto gli stessi riscontri in termini di miglioramento, rispetto all’assunzione del Diane. Sto ancora indagando attraverso le analisi, sempre più convinta che il problema in questi casi, più che aga vera e propria, sia carenziale da deficit di estrogeni.
 

marlin

Amministratore
Staff
9 Maggio 2004
32,330
2,458
2,015
Milano
Dovrebbe rivolgersi a uno specialista perché magari degli estrogeni deboli in un topico li può prescrivere. Altrimenti con la gravidanza c'è un boom estrogenico e un recupero dei capelli, ma bisogna aspettare almeno sei mesi dal concepimento.

Ciao

MA - r l i n
 

supperspike

Utente
31 Ottobre 2021
8
2
5
Grazie ad entrambi per la risposta.
Sicuramente il percorso del dermatologo tricologo è quello da seguire e che stiamo seguendo anche noi (purtroppo primo appuntamento disponibile era a fine dicembre).
Anche io personalmente sono convinto che AGA ed in generale i problemi di capelli siano spesso determinati da uno squilibrio di androgeni ed estrogeni e che la materia sia molto complicata perchè dipende dalla sensibilità del follicolo pilifero ad entrambi quindi c'è genetica, risposta personale alle stesse cure e dosaggi (anche molto diversa) ed anche i tricologi vanno un pò per tentativi.
Da questo punto di vista Marlin mi sono imbattuto leggendo un pò in rete in alcuni studi sull'effetto delle piante medicinali nell'ovaio policistico. Te ne posto uno in basso. La mia sensazione è, vedendo quello che funziona nelle donne per la cura dell'androgenismo come per esempio l'associazione di anti androgeni orali e metformina, è che molto possa essere collegato ai livelli di SHBG quindi sarebbe interessante trovare una dieta o una integrazione che consenta di modulare (in questo senso direi aumentare) i livelli di SHBG.
Da questo punto di vista quali naturali si potrebbero provare o meglio quali naturali hanno studi fatti beni che dimostrano un incremento di SHBG.
Leggevo semi di lino e di sesamo, radice di ortica e thè verde ma non trovo studi fatti bene in tal senso

 

marlin

Amministratore
Staff
9 Maggio 2004
32,330
2,458
2,015
Milano
Beh, qui con l'aumento dell'Shbg ai tempi, ossia nei primi 2000 ci abbiamo dato dentro, ma non si è rivelata una soluzione decisiva per la calvizie. Per esempio il dott. Marliani ci ha sempre detto che è inutile, per questioni di saturazione, ossia ci sono sempre molte più proteine leganti di quanto testosterone ci sia, quindi aumentarle non cambia molto le cose, anche se un pochino per me le può cambiare. Se vuoi restare sul naturale puoi puntare su soia ed isoflavoni, ma ricordiamoci che questi sono stati scoperti per la loro attività anticoncezionale sugli animali al pascolo.

Ciao

MA - r l i n
 

supperspike

Utente
31 Ottobre 2021
8
2
5
Beh, qui con l'aumento dell'Shbg ai tempi, ossia nei primi 2000 ci abbiamo dato dentro, ma non si è rivelata una soluzione decisiva per la calvizie. Per esempio il dott. Marliani ci ha sempre detto che è inutile, per questioni di saturazione, ossia ci sono sempre molte più proteine leganti di quanto testosterone ci sia, quindi aumentarle non cambia molto le cose, anche se un pochino per me le può cambiare. Se vuoi restare sul naturale puoi puntare su soia ed isoflavoni, ma ricordiamoci che questi sono stati scoperti per la loro attività anticoncezionale sugli animali al pascolo.

Ciao

MA - r l i n
Sulla soia e gli isoflavoni trovo studi contrastanti. Tra quelli più positivi che ho trovato te ne posto 2:


Che ne pensate invece del ruolo dei probiotici nella PCOS? Ho trovato alcuni studi interessanti (e chissà che in generale possano essere di utilità anche per chi ha AGA senza ovaio policistico) e che tra l'altro potrebbero avere una correlazione con la soia per l'attività probiotica dei polifenoli

 

marlin

Amministratore
Staff
9 Maggio 2004
32,330
2,458
2,015
Milano
Sono estrogeni molto deboli, ma possono interferire col metabolismo degli estrogeni endogeni, rendendo meno immediato il loro legame col recettore.

Ciao

MA - r l i n
 

supperspike

Utente
31 Ottobre 2021
8
2
5
Sono estrogeni molto deboli, ma possono interferire col metabolismo degli estrogeni endogeni, rendendo meno immediato il loro legame col recettore.

Ciao

MA - r l i n
E quindi diminuire gli estrogeni come effetto finale? Perchè credevo che si dovesse cercare di limitare l'iperandrogenitismo diminuendo gli androgeni non gli estrogeni
 

marlin

Amministratore
Staff
9 Maggio 2004
32,330
2,458
2,015
Milano
Ho presente il dibattito sul loro ruolo nel tumore al seno, vengono proposti perché intralciano il legame col recettore degli estrogeni endogeni, ma altri dicono che essendo estrogenici contribuiscono al tumore. La verità potrebbe stare in mezzo, infatti si parla di attività di regolazione, ossia suppliscono gli estrogeni quando questi sono pochi e li limitano quando questi sono in eccesso.

Ciao

MA - r l i n
 

BibiK

Utente
11 Novembre 2021
10
2
5
Ciao, io ho passato lo stesso di tua moglie. Pillola dall'età di 17 anni, a 29 sospendo per iniziare a pensare a un figlio. Effluvio pazzesco, capelli svuotati e dermatite seborroica tremenda. Vado dalla dermatologa, diagnosi telogen effluvio acuto post interruzione pillola, ma non mi prescrive nulla a parte qualche integratore vista la mia intenzione di cercare un figlio. Resto incinta ed effettivamente tempo qualche mese e i miei capelli riprendono tono e massa. La caduta si assesta. Purtroppo partorito tempo 4/6 mesi perdo tutto quello che avevo recuperato. Sto dietro alla bimba e mi interesso meno dei capelli.. so che son brutti ma almeno non sono proprio diradati. Li taglio alle spalle e spesso li lego. Poi ho un secondo figlio e noto la stessa oscillazione. Ora ho 35 anni e mi son decisa a tornare dalla dermatologa: diagnosi attuale telogen effluvio cronico. In pratica all'epoca fu "ingannata" dalla pillola, in realtà io ho sempre avuto una caduta rapida dei capelli che mi cascano corti..ma con la pillola non me ne accorgevo! Ora mi ha prescritto Minoxidil anche se io sono un po' titubante.. ma penso che tenterò.. per la tua moglie bisognerebbe capire se ha sempre avuto questo problema che veniva mascherato dalla pillola o se è solo il Classic effluvio post piccola (che poi è lo stesso che si ha in seguito a una gravidanza). In questo secondo caso non avrà problemi.. tutto tornerà nella norma
 

BibiK

Utente
11 Novembre 2021
10
2
5
Aggiungo che ho deciso di non riprendere più la pillola perché ho avuto grandi benefici dall'interruzione.. nonostante i miei capelli ora siano più brutti.
 

Kumy

Utente
12 Ottobre 2021
53
14
65
Ciao, io ho passato lo stesso di tua moglie. Pillola dall'età di 17 anni, a 29 sospendo per iniziare a pensare a un figlio. Effluvio pazzesco, capelli svuotati e dermatite seborroica tremenda. Vado dalla dermatologa, diagnosi telogen effluvio acuto post interruzione pillola, ma non mi prescrive nulla a parte qualche integratore vista la mia intenzione di cercare un figlio. Resto incinta ed effettivamente tempo qualche mese e i miei capelli riprendono tono e massa. La caduta si assesta. Purtroppo partorito tempo 4/6 mesi perdo tutto quello che avevo recuperato. Sto dietro alla bimba e mi interesso meno dei capelli.. so che son brutti ma almeno non sono proprio diradati. Li taglio alle spalle e spesso li lego. Poi ho un secondo figlio e noto la stessa oscillazione. Ora ho 35 anni e mi son decisa a tornare dalla dermatologa: diagnosi attuale telogen effluvio cronico. In pratica all'epoca fu "ingannata" dalla pillola, in realtà io ho sempre avuto una caduta rapida dei capelli che mi cascano corti..ma con la pillola non me ne accorgevo! Ora mi ha prescritto Minoxidil anche se io sono un po' titubante.. ma penso che tenterò.. per la tua moglie bisognerebbe capire se ha sempre avuto questo problema che veniva mascherato dalla pillola o se è solo il Classic effluvio post piccola (che poi è lo stesso che si ha in seguito a una gravidanza). In questo secondo caso non avrà problemi.. tutto tornerà nella norma

Mah a me la storia dell’effluvio post pillola non convince fino in fondo. Milioni di persone interrompono la pillola senza mai avere di questi problemi. O comunque se c’è un minimo di caduta superiore alla norma la situazione dovrebbe rientrare in poco tempo, senza arrivare a percepire di avere un problema. Come nel caso degli effluvi stagionali. Evidentemente c’è comunque una predisposizione di base...
 

marlin

Amministratore
Staff
9 Maggio 2004
32,330
2,458
2,015
Milano
La predisposizione alla calvizie è molto diffusa anche tra le donne, lo si capisce dalle percentuali di donne che soffrono di alopecia dopo la menopausa, che è di almeno il 50%, quasi la stessa percentuale dei trans da donna a uomo che con l'assunzione di androgeni sviluppano appunto calvizie. Gli estrogeni nella maggior parte dei casi nascondono per anni questa predisposizione che si direbbe presente in una donna su due.

Ciao

MA - r l i n
 
  • Wow
Reazioni: BibiK

BibiK

Utente
11 Novembre 2021
10
2
5
Mah a me la storia dell’effluvio post pillola non convince fino in fondo. Milioni di persone interrompono la pillola senza mai avere di questi problemi. O comunque se c’è un minimo di caduta superiore alla norma la situazione dovrebbe rientrare in poco tempo, senza arrivare a percepire di avere un problema. Come nel caso degli effluvi stagionali. Evidentemente c’è comunque una predisposizione di base...
No, ti posso assicurare che la caduta post interruzione pillola e post parto è veramente importante, non paragonabile a quella stagionale. Tutte le donne se ne accorgono. Però solitamente ricrescono e tornano circa come prima, se non c'è un problema di fondo ovviamente. In ogni modo... Se cercate un figlio dedicatevi a quello, poi penserete al resto 🙂
PS. Ad esempio mia madre 58 anni ha i capelli esattamente come i miei... le cadono corti e sono fini, in alcuni punti più lunghi, ma pochi. Lei non lo sa ma sicuramente soffre di telogen effluvio cronico! Voi avete altre situazioni in Famiglia?
 
Ultima modifica:

supperspike

Utente
31 Ottobre 2021
8
2
5
No, ti posso assicurare che la caduta post interruzione pillola e post parto è veramente importante, non paragonabile a quella stagionale. Tutte le donne se ne accorgono. Però solitamente ricrescono e tornano circa come prima, se non c'è un problema di fondo ovviamente. In ogni modo... Se cercate un figlio dedicatevi a quello, poi penserete al resto 🙂
PS. Ad esempio mia madre 58 anni ha i capelli esattamente come i miei... le cadono corti e sono fini, in alcuni punti più lunghi, ma pochi. Lei non lo sa ma sicuramente soffre di telogen effluvio cronico! Voi avete altre situazioni in Famiglia?
Grazie Bibik per la condivisione
 
  • Mi Piace
Reazioni: BibiK

supperspike

Utente
31 Ottobre 2021
8
2
5
I casi come quelli di @BibiK in cui come accennava @marlin la gestazione produce degli effetti benefici in termini di capelli non dovrebbero far pensare che quello che sia davvero utile per le donne in questa condizione sia la ricreazione del boom estrogenico che si ha in gravidanza?
Mi spiego meglio sicuramente l'interruzione della pillola porta ad una alterazione nel rapporto androgeni:estrogeni che quello che poi conta sulla calvizie sia maschile che femminile ma mentre negli uomini l'unica strada possibile è quella di usare anti androgeni perchè gli estrogeni sarebbero femminizzanti nelle donne al contrario non dovrebbero essere preferite terapie che aumentano gli estrogeni piuttosto che ridurre gli androgeni (che oltretutto da anche sides e non è percorribile per chi cerca una gravidanza). Secondo voi fa senso? Quale alimentazione, stile di vita o naturali possono essere usati per questa strada e quali effetti collaterali si rischiano nelle donne nell'aumentare i livelli di estrogeni?
 
  • Mi Piace
Reazioni: BibiK

Kumy

Utente
12 Ottobre 2021
53
14
65
I casi come quelli di @BibiK in cui come accennava @marlin la gestazione produce degli effetti benefici in termini di capelli non dovrebbero far pensare che quello che sia davvero utile per le donne in questa condizione sia la ricreazione del boom estrogenico che si ha in gravidanza?
Mi spiego meglio sicuramente l'interruzione della pillola porta ad una alterazione nel rapporto androgeni:estrogeni che quello che poi conta sulla calvizie sia maschile che femminile ma mentre negli uomini l'unica strada possibile è quella di usare anti androgeni perchè gli estrogeni sarebbero femminizzanti nelle donne al contrario non dovrebbero essere preferite terapie che aumentano gli estrogeni piuttosto che ridurre gli androgeni (che oltretutto da anche sides e non è percorribile per chi cerca una gravidanza). Secondo voi fa senso? Quale alimentazione, stile di vita o naturali possono essere usati per questa strada e quali effetti collaterali si rischiano nelle donne nell'aumentare i livelli di estrogeni?

Sono perfettamente d’accordo. In moltissimi casi il problema è unicamente relativo a questo squilibrio. Per scrupolo ho fatto anche altre indagini( ferro, tiroide etc...) ma appena riprendo la pillola il problema si stoppa immediatamente e tutto torna a posto. Qualcosa vorrà dire. Infatti mi sto dannando per trovare altri elementi che possano mimare la situazione ormonale data dall’estroprogestinico. L’ultimo ginecologo che ho consultato mi ha detto di provare con l’inositolo. Sono decisamente scettica, ma alla fine tentar non nuoce.
 
  • Mi Piace
Reazioni: BibiK

supperspike

Utente
31 Ottobre 2021
8
2
5
Sono perfettamente d’accordo. In moltissimi casi il problema è unicamente relativo a questo squilibrio. Per scrupolo ho fatto anche altre indagini( ferro, tiroide etc...) ma appena riprendo la pillola il problema si stoppa immediatamente e tutto torna a posto. Qualcosa vorrà dire. Infatti mi sto dannando per trovare altri elementi che possano mimare la situazione ormonale data dall’estroprogestinico. L’ultimo ginecologo che ho consultato mi ha detto di provare con l’inositolo. Sono decisamente scettica, ma alla fine tentar non nuoce.
Mia moglie l'inositolo lo prova da 1 mese circa (sotto consiglio di ginecologo). Risultati sul ciclo iniziano a vedersi, sui capelli direi zero
 

BibiK

Utente
11 Novembre 2021
10
2
5
Sono perfettamente d’accordo. In moltissimi casi il problema è unicamente relativo a questo squilibrio. Per scrupolo ho fatto anche altre indagini( ferro, tiroide etc...) ma appena riprendo la pillola il problema si stoppa immediatamente e tutto torna a posto. Qualcosa vorrà dire. Infatti mi sto dannando per trovare altri elementi che possano mimare la situazione ormonale data dall’estroprogestinico. L’ultimo ginecologo che ho consultato mi ha detto di provare con l’inositolo. Sono decisamente scettica, ma alla fine tentar non nuoce.
Ciao capisco perfettamente, sono messa uguale. Visto che la pillola su di me aveva evidenti risultati, o almeno mi bastava, ora sono indecisa: la dermatologa mi ha prescritto Minoxidil orale ma non so se iniziare la terapia o eventualmente ripartire con la pillola. Quale delle due avrà meno sides effect? La pillola l'ho presa molti Anni e aveva anche effetti benefici a livello di pelle ma dei contro correlati principalmente all'ovulazione.