Finasteride: annebbiamento mentale, astenia, poca memoria

marco antonio

Utente
14 Dicembre 2017
8
0
5
Ciao a tutti. Sono un utilizzatore di finasteride ( finastid diviso in 4 parti) da ben oltre dieci anni. Il medicinale mi ha permesso di mantenere una buona capigliatura. Negli anni non ho avuto sides devastanti, anche se marcati. Libido diminuita, leggera astenia, meno memoria, erezioni meno vigorose, modifiche dello sperma; ho sempre chiuso un occhio perchè ritenevo il compromesso favorevole, desiderando non perdere i capelli.
A settembre del 2017 ho fatto la mia prima pausa di 3 mesi ( con ripresa effluvio) per poi recuperare nei mesi la capigliatura precedente alla pausa. Ho ripensato a quel periodo cercando di trovare una genesi ad una situazione che mi sta rendendo difficile la vita sociale e lavorativa.
Da quasi due anni ( coincide con la ripresa della cura) ho un'accentuazione fortissima di questi effetti collaterali. Ho un continuo annebbiamento mentale, stanchezza cronica sin dalla mattina. Inizialmente non ho pensato alla finasteride. Ho iniziato così il giro delle sette chiese tra due psichiatri, un neurologo e una logopedista. Agli effetti collaterali già citati, si aggiunge infatti una difficoltà estrema a reperire le parole, ad articolarle e renderle comprensibili; questi deficit stanno minando fortemente il mio lavoro ( sono un formatore in una multinazionale). Sono sempre stato dotato di un ottimo eloquio, sono laureato in Filosofia e la comunicazione è sempre stata una zona di comfort. Ora mi sento in continuo deficit, anche le situazioni più banali diventano ostiche. Sono confuso, ho poca memoria, non sono più me stesso e questo alimenta una piattezza, una anedonia che mi strema.
La psichiatra che mi segue ha diagnosticato una distimia ( io inizialmente nemmeno le avevo parlato della cura con la finasteride, senza pensare ad una possibile correlazione). Ho provato persino una cura con la vortioxetina, senza esito. Il neurologo non ha riscontrato nessun problema organico. La logopedista mi ha insegnato dei trucchi sulla respirazione che non hanno alleviato il problema.
Analizzando la mia storia, con la poca lucidità rimasta, credo che la cura ultradecennale con la finasteride abbia causato questa situazione e da qualche giorno ne ho interrotto l'assunzione. Qualcuno si riconosce nella mia storia? Dovrei forse scalare il farmaco? Chiedo anche solo un consiglio.
Grazie mille a tutti
 

simwe9one

Utente
10 Settembre 2018
1,748
196
615
40
COMO
ma i dottori dai quali sei stato sanno che hai preso finasteride? se si cosa dicono?
prova a sospenderla per qualche mese, i sides dovrebbero rientrare, poi eventualmente puoi reintrodurlo provando a scalare la dose
 

proxy

Amministratore
Staff
12 Febbraio 2003
23,077
232
2,015
A scusa non hai sospeso?
Ne avrai parlato con il tuo psicologico adesso.
Ma non hai mai avuto problemi di tipo psicologico nella tua vita?
 

marco antonio

Utente
14 Dicembre 2017
8
0
5
ma i dottori dai quali sei stato sanno che hai preso finasteride? se si cosa dicono?
prova a sospenderla per qualche mese, i sides dovrebbero rientrare, poi eventualmente puoi reintrodurlo provando a scalare la dose
Si, la psichiatra mi ha consigliato una interruzione dell'assunzione, in via cautelativa. Ovviamente mi farebbe star male una ripresa dell'alopecia, ma il deficit cognitivo è davvero troppo invalidante per rischiare.
 

marco antonio

Utente
14 Dicembre 2017
8
0
5
A scusa non hai sospeso?
Ne avrai parlato con il tuo psicologico adesso.
Ma non hai mai avuto problemi di tipo psicologico nella tua vita?
Mai avuto nessun sintomo depressivo. Ho sempre avuto un'attitudine artistica, praticamente azzerata. Durante la cura ho percepito delle modifiche anche mentali; le ho ignorate perchè felice dei risultati sui capelli e non così forti da impedirmi di studiare o lavorare ( anche se avevo perso un pò di smalto) . Il deficit cognitivo e l'impatto sul linguaggio mi hanno obbligato ad affrontare di petto il problema. L'apatia sta compromettendo anche la mia vita sociale, ingrigendola e portandomi alla ricerca dell'isolamento.
 

finnikola

Utente
31 Dicembre 2008
1,517
72
615
Veneto
calviziehelp.it
Hai fatto bene a sospendere dietro consiglio della tua psichiatra.
Non credo serva scalare il farmaco... anche perché se ormai lo hai già sospeso.

Per curiosità quanti anni hai? E per quanto tempo hai assunto fina? Parli di cura ultradecennale ma potrebbero essere 11 come 19 anni.
Inoltre nel periodo di sospensione di 3 mesi avevi notato scomparsa dei sides?
 

marco antonio

Utente
14 Dicembre 2017
8
0
5
Hai fatto bene a sospendere dietro consiglio della tua psichiatra.
Non credo serva scalare il farmaco... anche perché se ormai lo hai già sospeso.

Per curiosità quanti anni hai? E per quanto tempo hai assunto fina? Parli di cura ultradecennale ma potrebbero essere 11 come 19 anni.
Inoltre nel periodo di sospensione di 3 mesi avevi notato scomparsa dei sides?
Ho verificato. Pensavo 15 anni. In realtà assumo il farmaco in maniera continuativa dall'inizio del 2007, quindi da 12 anni e mezzo. Compio 39 anni tra pochi mesi. Durante la sospensione avevo notato la ricomparsa costante delle erezioni mattutine e un leggero aumento della libido; i capelli invece avevano ripreso a cadere copiosi, complice forse un effluvio stagionale. Sui sides cognitivi non ho ricordi, anche perchè non erano da me attenzionati non essendo ancora così invalidanti. L' ho sospeso da due giorni.
 
21 Novembre 2016
960
11
265
Ciao Marco Antonio, io dal 2002 prendo finasteride a fasi alterne, tipo un anno sì e uno no, oppure uno sì e due no. Fortunatamente non ho una calvizie fulminante, sono Norwood 3, progressivo, con capelli non ancora del tutto miniaturizzati. Ti posso dire con sicurezza che negli anni in cui prendo finasteride le erezioni spontanee mattutine scompaiono del tutto, cosa che dicono pure altre persone (e solo questo mi basta per dire che Finasteride rende la gente mezza ricchiona). L'anno in cui non la prendo torna tutto ok, dopo un mese circa. (Anche questo per me un dato di fatto per ribadire la mezza ricchionaggine indotta dal farmaco). Per quanto riguarda la memoria, ho avuto il sentore qualche volta di essere un po' confuso e affaticato, ma non agli stessi livelli tuoi. A te sembra una cosa eclatante. Comunque sospendi per un po'. Il discorso suggestione può essere vero da sveglio, ma quando si dorme e ci si risveglia con strani sintomi (tipo assenza erezioni per chi abitualmente le ha) non credo certo sia suggestione. Durante il sonno uno non sta a pensare, perché non può, di essere condizionato dal farmaco.
 

phen

Utente
8 Maggio 2018
153
15
165
Ciao Marco Antonio, io dal 2002 prendo finasteride a fasi alterne, tipo un anno sì e uno no, oppure uno sì e due no. Fortunatamente non ho una calvizie fulminante, sono Norwood 3, progressivo, con capelli non ancora del tutto miniaturizzati. Ti posso dire con sicurezza che negli anni in cui prendo finasteride le erezioni spontanee mattutine scompaiono del tutto, cosa che dicono pure altre persone (e solo questo mi basta per dire che Finasteride rende la gente mezza ricchiona). L'anno in cui non la prendo torna tutto ok, dopo un mese circa. (Anche questo per me un dato di fatto per ribadire la mezza ricchionaggine indotta dal farmaco). Per quanto riguarda la memoria, ho avuto il sentore qualche volta di essere un po' confuso e affaticato, ma non agli stessi livelli tuoi. A te sembra una cosa eclatante. Comunque sospendi per un po'. Il discorso suggestione può essere vero da sveglio, ma quando si dorme e ci si risveglia con strani sintomi (tipo assenza erezioni per chi abitualmente le ha) non credo certo sia suggestione. Durante il sonno uno non sta a pensare, perché non può, di essere condizionato dal farmaco.
Sono d'accordo con te con la fina. Ti toglie parzialmente l'esser uomo... Ma quando hai smesso fina non hai avuto una caduta già dopo 1 mese? Io l'ho fermata per 1/2 mesi e ho avuto una caduta potente, si è fermata dopo 1/2 mesi che ho ripreso fina...
 
21 Novembre 2016
960
11
265
Be', è inevitabile. Non dopo un mese però. A me il processo di decadimento ricomincia tra i tre mesi e i sei. Ripeto, non ho calvizie fulminante, questo mi ha aiutato molto, nonostante la progressione verso un destino è certa. Ho traccheggiato, perché me lo potevo permettere. E solo così che mi sono accorto di quanto mi stava fottendo questo farmaco.
 

proxy

Amministratore
Staff
12 Febbraio 2003
23,077
232
2,015
Ancora con sto erezione mattutine,ma quando serve vi funziona?
 
21 Novembre 2016
960
11
265
Io mi devo svegliare a palla. Se questo non avviene significa che qualcosa si è inceppato. Funziona, ma non in maniera molto spontanea.
 

marco antonio

Utente
14 Dicembre 2017
8
0
5
Ciao Marco Antonio, io dal 2002 prendo finasteride a fasi alterne, tipo un anno sì e uno no, oppure uno sì e due no. Fortunatamente non ho una calvizie fulminante, sono Norwood 3, progressivo, con capelli non ancora del tutto miniaturizzati. Ti posso dire con sicurezza che negli anni in cui prendo finasteride le erezioni spontanee mattutine scompaiono del tutto, cosa che dicono pure altre persone (e solo questo mi basta per dire che Finasteride rende la gente mezza ricchiona). L'anno in cui non la prendo torna tutto ok, dopo un mese circa. (Anche questo per me un dato di fatto per ribadire la mezza ricchionaggine indotta dal farmaco). Per quanto riguarda la memoria, ho avuto il sentore qualche volta di essere un po' confuso e affaticato, ma non agli stessi livelli tuoi. A te sembra una cosa eclatante. Comunque sospendi per un po'. Il discorso suggestione può essere vero da sveglio, ma quando si dorme e ci si risveglia con strani sintomi (tipo assenza erezioni per chi abitualmente le ha) non credo certo sia suggestione. Durante il sonno uno non sta a pensare, perché non può, di essere condizionato dal farmaco.
Ciao. Allora per me i sides sessuali non sono stati così invalidanti. Considera che partivo da una carica sessuale davvero importante; è difficile capire il reale impatto degli effetti collaterali perchè nel corso degli anni ci si abitua allo status acquisito e ci si convive. Certamente si è smorzata parecchio la libido e la reattività delle erezioni. Modifiche anche nella eiaculazione.
Quello che vorrei però indagare sono le modifiche a lungo termine sulla sfera cognitiva. Le modifiche in tal senso per me sono state davvero significative. Nei forum ( non solo italiani) emerge spesso questo tema, il brain fog e affini. Ma non esiste una linea medica comune e onestamente non so ancora come muovermi correttamente. Se non, ovviamente, interrompendo l'assunzione della finasteride.
 

simwe9one

Utente
10 Settembre 2018
1,748
196
615
40
COMO
mah, io non capirò mai la storia delle erezioni mattutine o spontanee, ma cosa vuol dire? che senso avrebbe averlo in tiro tutte le mattine????? a me sinceramente non succedeva quasi mai nemmeno prima di finasteride e anche adesso succede poche volte esattamente come prima.
L'importante è che funzioni quando serve.
Sembra che tutti quelli che prendono finasteride prima di prenderla fossero dei piccoli rocco siffredi, con libido sempre a palla e pantaloni sempre gonfi, posso capire a 20 anni ma dopo è normale che non sia più cosi .
 

marco antonio

Utente
14 Dicembre 2017
8
0
5
mah, io non capirò mai la storia delle erezioni mattutine o spontanee, ma cosa vuol dire? che senso avrebbe averlo in tiro tutte le mattine????? a me sinceramente non succedeva quasi mai nemmeno prima di finasteride e anche adesso succede poche volte esattamente come prima.
L'importante è che funzioni quando serve.
Sembra che tutti quelli che prendono finasteride prima di prenderla fossero dei piccoli rocco siffredi, con libido sempre a palla e pantaloni sempre gonfi, posso capire a 20 anni ma dopo è normale che non sia più cosi .
Il mio post non vuole parlare delle erezioni, tema ampiamente discusso in 10000 post precedenti.
Vorrei approfondire il tema legato ai sides sulla sfera cognitva, per avere, attraverso un confronto attivo, una mano nel capire come gestire la mia problematica.
Chiedo ancora a chi ha avuto questi effetti ( a quanto pare non così rari) di condividere il percorso intrapreso per ritrovare il proprio benessere mentale.
 

sanfed74

Utente
2 Novembre 2016
28
7
15
Ha dato lo stesso identico problema anche a me dopo 7 mesi di assunzione di 1 mg die , assolutamente spaventato da tutto ciò ho interrotto e dopo qualche mese tutto è rientrato, pur avendo avuto ottimi risultati per i capelli, dopo qualche mese ho iniziato con fina topica e devo dire che dopo anno e mezzo di utilizzo non mi ha dato nessun tipo di sides
 

robben

Utente
4 Agosto 2009
190
1
165
Anch'io ho avuto i tuoi stessi problemi. Passato a fina topica e sistemica 0,25 mg/die. Oltre non posso andare. Peccato perché con 1 mg/die avevo avuto risultati eccellenti.
 

matter86

Utente
20 Gennaio 2019
436
114
265
Sono d'accordo con te con la fina. Ti toglie parzialmente l'esser uomo... Ma quando hai smesso fina non hai avuto una caduta già dopo 1 mese? Io l'ho fermata per 1/2 mesi e ho avuto una caduta potente, si è fermata dopo 1/2 mesi che ho ripreso fina...
Le erezioni mattutine non hanno nulla a che vedere con la Finasteride.
Più nello specifico riguardano una fase del sonno, che è divisa a cicli.
Il sonno è suddiviso in circa 4-6 cicli da circa 60-90 minuti ogni ciclo, e l'ultimo di questi cicli è chiamato "fase rem".
Nella fase REM la nostra mente è molto attiva e siamo soliti sognare.
Visto che i sogni causano movimenti del corpo, in questa fase in via "preventiva" (per evitare che facciamo danni) il sistema nervoso ci immobilizza i muscoli volontari.
In questa fase è molto più facile avere erezioni in quanto durante i sogni è più facile che a livello di subconscio si stia sognando qualcosa di erotico.
Le erezioni in un giovane sono di circa 3-4 volte a notte, per un uomo anziano circa 2 volte a notte.
Ogni erezione dura circa 10 minuti. Questo significa che OGNI uomo a seconda dei sogni, a seconda della biologia, a seconda della qualità del sonno, a seconda DEL MOMENTO IN CUI SI SVEGLIA potrà avere un'erezione o meno. Perchè se ti svegli e non sei nel ciclo della fase REM è normale che tu non veda un'erezione.
Se sei in un periodo di forte ansia, stress, o più semplicemente se ti svegli ed avevi avuto un'erezione 1 ora prima come fai a saperlo?
L'erezione mattutina potresti averla avuta sempre, ma non essertene accorto perchè quando ti sei svegliato era un evento già passato.
Nei giovani è più facile che succeda di svegliarsi con un'erezione semplicemente perchè i sogni sono maggiormente a carico sessuale, e soprattutto perchè facendo più erezioni notturne (fino a 5) la coincidenza con il trovarsi una situazione di alzabandiera appena svegli è molto più semplice.
 

proxy

Amministratore
Staff
12 Febbraio 2003
23,077
232
2,015
Io mi devo svegliare a palla. Se questo non avviene significa che qualcosa si è inceppato. Funziona, ma non in maniera molto spontanea.
Mah....siete fissati voi 😁
Ok se non ti funziona quando serve,ma mettitela via che le erezione mattutine è solo una vostra fissa
 
21 Novembre 2016
960
11
265
Le erezioni mattutine non hanno nulla a che vedere con la Finasteride.
Più nello specifico riguardano una fase del sonno, che è divisa a cicli.
Il sonno è suddiviso in circa 4-6 cicli da circa 60-90 minuti ogni ciclo, e l'ultimo di questi cicli è chiamato "fase rem".
Nella fase REM la nostra mente è molto attiva e siamo soliti sognare.
Visto che i sogni causano movimenti del corpo, in questa fase in via "preventiva" (per evitare che facciamo danni) il sistema nervoso ci immobilizza i muscoli volontari.
In questa fase è molto più facile avere erezioni in quanto durante i sogni è più facile che a livello di subconscio si stia sognando qualcosa di erotico.
Le erezioni in un giovane sono di circa 3-4 volte a notte, per un uomo anziano circa 2 volte a notte.
Ogni erezione dura circa 10 minuti. Questo significa che OGNI uomo a seconda dei sogni, a seconda della biologia, a seconda della qualità del sonno, a seconda DEL MOMENTO IN CUI SI SVEGLIA potrà avere un'erezione o meno. Perchè se ti svegli e non sei nel ciclo della fase REM è normale che tu non veda un'erezione.
Se sei in un periodo di forte ansia, stress, o più semplicemente se ti svegli ed avevi avuto un'erezione 1 ora prima come fai a saperlo?
L'erezione mattutina potresti averla avuta sempre, ma non essertene accorto perchè quando ti sei svegliato era un evento già passato.
Nei giovani è più facile che succeda di svegliarsi con un'erezione semplicemente perchè i sogni sono maggiormente a carico sessuale, e soprattutto perchè facendo più erezioni notturne (fino a 5) la coincidenza con il trovarsi una situazione di alzabandiera appena svegli è molto più semplice.
Io sono sempre possibilista, fino a che le cose non le sperimento sulla mia pelle. Siccome, a differenza di molti qui sopra, che assumono finasteride senza soluzione di continuità, io sono uno che ha sempre introdotto il dubbio nelle cose, ho deciso da anni che l'anima al diavolo a ciò che si sa oggi, ma che domani potrebbe variare, non me la sarei mai venduta ( un po' come ci dimostrano le notizie sulle protesi al seno, che appena uscite erano "fantastiche", "sicure", "finalmente" ecc ecc. poi si è detto trent'anni dopo: "scusate, abbiamo un problema". Intanto milioni di pollastre devono fare i conti con quello che non sapevano ieri, ma che oggi sta emergendo e non finirà qui). Siccome sono molti anni che alterno periodi di finasteride a periodi puliti, e immancabilmente i cicli delle mie erezioni spontanee notturne vengono cambiati, sapete che penso? Che questo farmaco agisce sul cervello, nel complesso. E questo cambiamento, penso nasca dall'alterazione dell'assetto ormonale, seppur piccola, ma d'altronde l'equilibrio ormonale è fatto di piccole percentuali. Inoltre questo avviene su tempi lunghi che possono creare assuefazione e dubbio. Quello che io sento sul mio corpo, non lo tollero. Quindi le erezioni "notturne", che a molti scompaiono (a me sono mattutine, per questo lo so), non andrebbero liquidate, come sta provando a fare il buon Proxy (sempre simpatico e sornione), ma dovrebbero essere valutate all'interno di un sistema di equilibro molto più complesso, che peraltro si dipana su tempi lenti. Di conseguenza non mi stupisco di persone che lamentano alterazione del bioritmo, della percezione della fatica, del tono muscolare, della mancanza di desiderio sessuale. Non mi stupisco nemmeno di possibili alterazioni della fase REM del sonno, o inversioni dei bioritmi durante il riposo, per citare Matter, che determinano la perdita di "certe abitudini erettive al risveglio". E' il comportamento del cervello che potrebbe cambiare. Questa è la mia percezione, dopo quasi vent'anni di tira e molla con questo farmaco. Personalmente consiglierei a chi "tira dritto" con fina, di sperimentare il dubbio e di provare a stare tre mesi senza, non credo succeda nulla. E vedere come ci si sente. Potrei benissimo farmi gli affari miei, però percepisco la disperazione di molti che vivono male tutto ciòe provo a dire la mia, se può essere utile a qualche bravo cristiano. Se uno ha un moto di ottimismo e meglio non sprecarlo. Mi auguro sempre di sbagliare, sarebbe la cosa più felice da sapere.
 
Last edited: