teoria su eziologia aga

yanez

Utente
10 Ottobre 2009
566
14
265
Riporto


Che ne pensate?
 
  • Mi Piace
Reazioni: petrazz4

yanez

Utente
10 Ottobre 2009
566
14
265
Che ne pensate?

Quella sulla forma del cranio e la predisposizione all'aga in base all'etnia è affascinante.

Però se fosse vera la sua teoria e dipendesse dall'assottigliamento del grasso e dalla gravità ..come sarebbero possibili i trapianti? A meno che anche i capelli trapiantati cadano pure loro.


Come correlazione mi é subito venuto alla mente il successo che hanno avuto dei ricercatori iraniani nel trapiantare grasso sottocutaneo nello scalpo avendo ottimi risultati contro varie forme di alopecia.







Loro parlano anche delle proprietà del grasso ricco di cellule staminali, ma non é da escludere una azione meccanica di cuscinetto che allevierebbe il peso della galera sui follicoli e che si integra con la prima teoria.

Che ne pensate?
 

yanez

Utente
10 Ottobre 2009
566
14
265
Interessante questo video


Al minuto 4.25 afferma che chi ha avuto un trapianto di grasso arricchito con cellule staminali ha avuto una ricrescita di 31 capelli per cm^2 , mentre chi ha avuto un trapianto di grasso senza l'arricchimento di cellule staminali ha avuto una ricrescita di 14 capelli per cm^2.

Inoltre questo dottore afferma che non si sa bene perchè funzioni, quale sia il meccanismo, ma funziona..


Fa pensare che laddove non agisca l'effetto delle cellule staminali la ricrescita sia proprio dovuta a quella azione meccanica che allevia i follicoli dal peso della galea come affermava il tizio turco nel primo studio postato nel primo post.

Interessante, molto interessante.
 
Ultima modifica:

marlin

Amministratore
Staff
9 Maggio 2004
33,442
3,239
2,015
Milano
Interessante, ma anche vecchiotti come concetti, risalenti a qualche tempo fa e probabilmente già sperimentati con esiti non eccezionali.

Ciao

MA - r l i n
 
  • Mi Piace
Reazioni: proxy and yanez

yanez

Utente
10 Ottobre 2009
566
14
265
Ma quella teoria è stata confutata secondo te?

Cioè vi sono studi scientifici che dimostrino che la differenza nel diradamento tra nuca e vertex e tempie dipenda dalla sensibilità differente al dht ..o..è solo una teoria..?

Credo che solo i risultati dei trapianti potrebbero dare delle indicazioni a riguardo e da quanto ho letto anche i capelli trapiantati alla lunga cadono. O sbaglio?
 

marlin

Amministratore
Staff
9 Maggio 2004
33,442
3,239
2,015
Milano
Nasce per confutare la teoria ufficiale che è ormai e da anni più che accertata, non sta alla teoria ufficiale confutare questa, semmai il contrario.

Sono cose campate per aria per non voler ammettere che è una questione genetica che pare brutto 😅

Ciao

MA - r l i n
 

yanez

Utente
10 Ottobre 2009
566
14
265
Ma la teoria ufficiale ha studi che dimostrano la differenza di sensitività al dht? Che prove avrebbero?

Giorni fa lessi che si penserebbe che la presunta differenza di sensibilità dei follicoli tra nuca e vertex e tempie dipenderebbe dal fatto di essersi sviluppate in ambito fetale in settori diversi, tipo mesoderma, endoderma etc..

Però non ho mai visto uno studio che dimostrasse la teoria ufficiale.
 

yanez

Utente
10 Ottobre 2009
566
14
265
Ma la teoria ufficiale ha studi che dimostrano la differenza di sensitività al dht? Che prove avrebbero?

Giorni fa lessi che si penserebbe che la presunta differenza di sensibilità dei follicoli tra nuca e vertex e tempie dipenderebbe dal fatto di essersi sviluppate in ambito fetale in settori diversi, tipo mesoderma, endoderma etc..

Però non ho mai visto uno studio che dimostrasse la teoria ufficiale.


Ho trovato questo

The level of androgen receptors is 1.5 times higher in the frontal scalp compared to the occipital region. Male pattern alopecia never occurs in the temporal area and the region below the occipital area.


This action explains the clinical differences of androgenetic alopecia in men and women. The concentration of aromatase in women is between 2 and 5 times higher in the skin of the scalp, particularly in the frontal region, which probably determines the retention of hair. In men, lower levels of this enzyme seem to affect hair loss in this region.


E anche qua


La cosa che trovo interessante é il ruolo in loco dei citocromi aromatase.

Nessuno ha mai pensato di aumentarli nella regione frontale maschile? Devo riflettere su come si possa fare in qualche modo. É un argomento nuovo.
In effetti peró il grasso iniettato dovrebbe avere questo effetto, gli ormoni androgeni nel tessuto adiposo vengono convertiti dall'aromatase in estrogeni.
Sarà per questo che le iniezioni di grasso aiutano nell'aga ?
 

marlin

Amministratore
Staff
9 Maggio 2004
33,442
3,239
2,015
Milano
Si ci sono ne abbiamo parlato anche anni fa. Per esempio quelli su Hic-5 e gli stessi studi sulla prolattina.

Ciao

MA - r l i n
 

marlin

Amministratore
Staff
9 Maggio 2004
33,442
3,239
2,015
Milano
The level of androgen receptors is 1.5 times higher in the frontal scalp compared to the occipital region. Male pattern alopecia never occurs in the temporal area and the region below the occipital area.


This action explains the clinical differences of androgenetic alopecia in men and women. The concentration of aromatase in women is between 2 and 5 times higher in the skin of the scalp, particularly in the frontal region, which probably determines the retention of hair. In men, lower levels of this enzyme seem to affect hair loss in this region.


E anche qua


La cosa che trovo interessante é il ruolo in loco dei citocromi aromatase.

Nessuno ha mai pensato di aumentarli nella regione frontale maschile? Devo riflettere su come si possa fare in qualche modo. É un argomento nuovo.
In effetti peró il grasso iniettato dovrebbe avere questo effetto, gli ormoni androgeni nel tessuto adiposo vengono convertiti dall'aromatase in estrogeni.
Sarà per questo che le iniezioni di grasso aiutano nell'aga ?
È per questo motivo che si usano gli estrogeni topici.

Ciao

MA - r l i n
 

yanez

Utente
10 Ottobre 2009
566
14
265
È per questo motivo che si usano gli estrogeni topici.

Ciao

MA - r l i n
Marliani me li prescrisse, in una lozione con estrone. Mi diede ginecomastia.

Forse l'uso del grasso sottocutaneo in loco avrebbe meno problemi sistemici.
 

yanez

Utente
10 Ottobre 2009
566
14
265
Gli estrogeni topici concorrono nell'occupare il recettore androgeno per affinità.
Ma gli androgeni circolanti rimarrebbero e potrebbero continuare a concorrere se non fosse un effetto puntuale.

Il grasso sottocutaneo depriva la zona di androgeni sottraendoli (?).
 

marlin

Amministratore
Staff
9 Maggio 2004
33,442
3,239
2,015
Milano
Gli estrogeni come tutti gli steroidi quando si incrementano anche localmente portano a una maggiore sintesi degli enzimi a loro connessi e dei loro recettori.

Per il grasso sottocutaneo ricorda che è un rimedio che andava di moda qualche anno fa si andava anche in Svizzera a fare questa somministrazione e ricordo un'utente del forum che lo ha fatto, senza grossi risultati.



Ciao

MA - r l i n
 
  • Mi Piace
Reazioni: yanez

Andrew1979

Utente
11 Settembre 2022
38
12
15
Non credo sia determinante cercare prove sulla maggiore sensibilità agli androgeni dei follicoli piliferi della parte superiore del capo rispetto a quelli della altre zone del corpo, è un dato da prendere per buono senza preoccuparsene troppo, a patto di trovare poi soluzioni efficaci per contrastare la miniaturizzazione dei capelli. Questa teoria della forma della testa non è una novità, circola in rete da diversi anni, e non mi pare sia in contrasto così netto con la teoria ufficiale della calvizie: entrambe vedono gli androgeni come i principali colpevoli e entrambe purtroppo si scontrano con la genetica - se nasci con una certa forma della testa non è che puoi prenderti a martellate per tentare di cambiarla -, io credo abbastanza ai possibili rimedi, nel senso che metto in atto tutte quelle strategie volte ad evitare la pressione sui follicoli causata dalla forza di gravità e ad alterare il metabolismo locale degli androgeni, e di altre sostanze, tramite l'esercizio fisico (insomma faccio ginnastica facciale e metto la fascia elastica quando posso). Risultati? Chi può dirlo, se è una questione squisitamente genetica i miei capelli "programmati" per restare resteranno. E gli altri andranno via... prima o poi.
 
  • Mi Piace
Reazioni: joehope and yanez

marlin

Amministratore
Staff
9 Maggio 2004
33,442
3,239
2,015
Milano
In pratica hai mantenimento che qui non viene valorizzato (anche quando ce l'hai da oltre 20 anni e questi 20 anni sono stati dai 40 ai 60 che sono gli anni in cui la maggior parte degli uomini, anche senza aga, dimezzano i capelli sani 😅 )

La teoria alternativa anche se riporta agli androgeni e alla genetica nasce dalla paura di affrontare gli androgeni per la possibile perdita di mascolinità, quindi cerca percorsi alternativi, a questo punto si deve capire se è efficace e se è più efficace delle terapie standard e di solito non lo è.

Ciao

MA - r l i n
 

Andrew1979

Utente
11 Settembre 2022
38
12
15
Esatto, Marlin.
La partita è lunga, e la differenza di efficacia tra le cure, o metodi alternativi, andrebbe sempre valutata nel lungo periodo, eccetto il caso in cui qualcuno abbia un evento importante nei due anni successivi e voglia andarci col maggior numero possibile di capelli in testa :).
L'aga a mio avviso è da intendersi, più che come un tratto genetico ineluttabile, come una malattia genetica vera e propria, cronica, e come tale andrebbe trattata. Quindi bene una terapia specifica, ma anche attenzione alla salute e al benessere generale di tutto l'organismo, e proprio per questo io sono stato sempre un grande fan degli androgeni, non per motivi legati solo ai muscoli o alla virilità.
 

marlin

Amministratore
Staff
9 Maggio 2004
33,442
3,239
2,015
Milano
L'aga pare sia nata magari per caso, ma si sia diffusa a difesa della salute dell'intero corpo, quindi proprio una malattia non è, anche se si può trattarla come se fosse una malattia genetica. Gli androgeni come tutti gli steroidi non sono solo salute e benessere, hanno una faccia buona e una cattiva e quella cattiva non è tanto per la calvizie, ma per i tumori, le malattie cardiovascolari e la prostata.

Ciao

MA - r l i n
 

Andrew1979

Utente
11 Settembre 2022
38
12
15
Penso che, come del resto quasi tutte le sostanze, sia la dose a fare la differenza. Quello che pare abbastanza certo è che avere gli androgeni troppo bassi equivalga ad averli troppo alti in termini di rischi per la salute.