Minoxidil: delusione e voglia di mollare...

luther

Utente
17 Novembre 2003
197
0
165
Ciao a tutti sono nuovo,
ho letto molto su Calvizie.net e anche sui
forum più specifici, poi ho deciso di postare
perché devo assolutamente condividere il mio
disagio.

Vi racconto brevemente la mia storia.
Non ho mai avuto una capigliatura folta e robusta
come mio padre (che ha delle travi in testa al
posto dei capelli!), piuttosto ho preso da mia
madre che ha capelli fini e deboli.

Essendo arrivato a 27 anni credevo di aver passato
il momento critico... invece i capelli hanno
iniziato a cadere e a diradarsi sempre di più,
purtroppo soprattutto nella parte anteriore
centrale!

Sono andato da un 1° dermatologo, che senza avermi
fatto alcun esame prima mi prescrive una lozione
con finasteride galenica e poi proprio il finastid.

Passa un anno ma le cose non sembrano migliorare,
allora cambio dermatologo, perché il 1° era troppo
costoso e non me lo potevo più permettere e il
2° dermatologo mi rassicura dandomi una terapia
di minoxidil 2%, sempre senza farmi fare alcun esame.

Dopo un anno di cura ormai inizio a sentirmi depresso
perché le cose sono lentamente peggiorate: non potete
capire come invidio quelli stempiati!
La mia calvizie è orribile, perché è maggiore al
centro della parte frontale, ed ogni volta che mi
specchio cerco di capire quanto scalpo si intraveda...

Ormai è quasi un'ossessione, per strada osservo i
capelli di tutti, e ci penso continuamente. Inoltre
essendo fini e deboli ho difficoltà a farli rimanere
a posto, diciamo in piega.

Ho chiesto al dermatologo di aumentare il minox, ma
non vuole, inoltre in farmacia costa molto...
E poi questa cosa di applicarlo ogni sera, avere i
capelli stoppacciosi... sto entrando in paranoia.

Lo so che esistono problemi molto più seri, ed infatti
avevo deciso di farla finita con tutte queste menate,
tagliarmi i capelli a zero, e accettare l'ineluttabile.

Ciao e scusate lo sfogo.
 

luther

Utente
17 Novembre 2003
197
0
165
Ciao a tutti sono nuovo,
ho letto molto su Calvizie.net e anche sui
forum più specifici, poi ho deciso di postare
perché devo assolutamente condividere il mio
disagio.

Vi racconto brevemente la mia storia.
Non ho mai avuto una capigliatura folta e robusta
come mio padre (che ha delle travi in testa al
posto dei capelli!), piuttosto ho preso da mia
madre che ha capelli fini e deboli.

Essendo arrivato a 27 anni credevo di aver passato
il momento critico... invece i capelli hanno
iniziato a cadere e a diradarsi sempre di più,
purtroppo soprattutto nella parte anteriore
centrale!

Sono andato da un 1° dermatologo, che senza avermi
fatto alcun esame prima mi prescrive una lozione
con finasteride galenica e poi proprio il finastid.

Passa un anno ma le cose non sembrano migliorare,
allora cambio dermatologo, perché il 1° era troppo
costoso e non me lo potevo più permettere e il
2° dermatologo mi rassicura dandomi una terapia
di minoxidil 2%, sempre senza farmi fare alcun esame.

Dopo un anno di cura ormai inizio a sentirmi depresso
perché le cose sono lentamente peggiorate: non potete
capire come invidio quelli stempiati!
La mia calvizie è orribile, perché è maggiore al
centro della parte frontale, ed ogni volta che mi
specchio cerco di capire quanto scalpo si intraveda...

Ormai è quasi un'ossessione, per strada osservo i
capelli di tutti, e ci penso continuamente. Inoltre
essendo fini e deboli ho difficoltà a farli rimanere
a posto, diciamo in piega.

Ho chiesto al dermatologo di aumentare il minox, ma
non vuole, inoltre in farmacia costa molto...
E poi questa cosa di applicarlo ogni sera, avere i
capelli stoppacciosi... sto entrando in paranoia.

Lo so che esistono problemi molto più seri, ed infatti
avevo deciso di farla finita con tutte queste menate,
tagliarmi i capelli a zero, e accettare l'ineluttabile.

Ciao e scusate lo sfogo.
 

luther

Utente
17 Novembre 2003
197
0
165
Ciao a tutti sono nuovo,
ho letto molto su Calvizie.net e anche sui
forum più specifici, poi ho deciso di postare
perché devo assolutamente condividere il mio
disagio.

Vi racconto brevemente la mia storia.
Non ho mai avuto una capigliatura folta e robusta
come mio padre (che ha delle travi in testa al
posto dei capelli!), piuttosto ho preso da mia
madre che ha capelli fini e deboli.

Essendo arrivato a 27 anni credevo di aver passato
il momento critico... invece i capelli hanno
iniziato a cadere e a diradarsi sempre di più,
purtroppo soprattutto nella parte anteriore
centrale!

Sono andato da un 1° dermatologo, che senza avermi
fatto alcun esame prima mi prescrive una lozione
con finasteride galenica e poi proprio il finastid.

Passa un anno ma le cose non sembrano migliorare,
allora cambio dermatologo, perché il 1° era troppo
costoso e non me lo potevo più permettere e il
2° dermatologo mi rassicura dandomi una terapia
di minoxidil 2%, sempre senza farmi fare alcun esame.

Dopo un anno di cura ormai inizio a sentirmi depresso
perché le cose sono lentamente peggiorate: non potete
capire come invidio quelli stempiati!
La mia calvizie è orribile, perché è maggiore al
centro della parte frontale, ed ogni volta che mi
specchio cerco di capire quanto scalpo si intraveda...

Ormai è quasi un'ossessione, per strada osservo i
capelli di tutti, e ci penso continuamente. Inoltre
essendo fini e deboli ho difficoltà a farli rimanere
a posto, diciamo in piega.

Ho chiesto al dermatologo di aumentare il minox, ma
non vuole, inoltre in farmacia costa molto...
E poi questa cosa di applicarlo ogni sera, avere i
capelli stoppacciosi... sto entrando in paranoia.

Lo so che esistono problemi molto più seri, ed infatti
avevo deciso di farla finita con tutte queste menate,
tagliarmi i capelli a zero, e accettare l'ineluttabile.

Ciao e scusate lo sfogo.
 

xxenergyxx

Utente
14 Marzo 2004
1,641
3
615
Ciao Luther...ti capisco benissimo perchè anch'io quando sono stato visitato dai dermatologi a cui mi sono rivolto neanche una volta mi è stato fatto un tricogramma o un esame nel vero senso della parola per capire cosa avessi...a quel punto ho deciso di arrangiarmi da solo,senza assumere cose orali ma provando esclusivamente topici...ho iniziato col minoxidil e ho avuto una pessima esperienza come te...poi dal momento che ho la dermatite seborroica ho provato ad usare l'aloe(che speravo avesse effetti miracolosi) e inizialmente posso dire che come l'applicavo il prurito scompariva ma a distanza di un po' di ore si ripresentava puntualmente!Così stufo della situazione ho deciso di provare sto benedetto revivogen,di cui tanti utenti parlavano male e solamente una minima percentuale parlava bene...a dire il vero mi ha convinto il post di Foonjah,un utente di questo forum che diceva di aver usato il revivogen da 4 mesi senza nessun'altro farmaco o topico e affermava che la situazione si era totalmente ripristinata!Se vuoi sapere con precisione i miglioramenti che ho avuto sulla sezione dedicata al revivogen ho inserito qualche post...io ti consiglierei di provarlo,soprattutto se hai la dermatite però se te la senti di arrenderti forse troverai la pace con te stesso..non saprei cosa consigliarti dal momento che poi metti caso che il revivogen con te non abbia lo stesso effetto che ha avuto con me mi malediresti per averti fatto spendere ulteriore denaro per combattere una lotta impari!!In bocca al lupo comunque,spero tanto che riuscirai ad accettarti in qualche modo...
 

dr_paolo gigli

Moderatore
Staff
16 Marzo 2003
30,573
851
2,015
Con buone probabilita sei saffetto da un androgenetica che e' stata accellerata nella parte anteriore del cuoio capelluto da cofattori le cosidette incidenze.ti consiglio di farti visitare da u n dermatologo esperto in caspelli ed eseguire una tricoanalisi in luce polarizzata.
saluti
 

luther

Utente
17 Novembre 2003
197
0
165
Grazie a tutti per le risposte.

Energy, non ci crederai ma il tuo post mi ha
motivato! In effetti lo sai che anche io ho
a volte un forte prurito nella zona frontale?

Ma solo da quando un anno fa ho iniziato ad
applicare il minox 2%, ora sto finendo
l'ultima confezione...

Inoltre mi è tornato alla mente un problema
che mi fu diagnosticato dal 1° dermatologo
più di 2 anni fa: non ricordo il termine
tecnico, ma in pratica avevo un eccesso di
sebo che in pratica stritolava i bulbi.

Non so se ce l'ho ancora, e in effetti
non ho mai eseguito una tricoanalisi (grazie
Dott. Gigli). Io però sono di Napoli e non
so proprio a chi rivolgermi ormai. Vorrei
andare da qualcuno che sia veramente al
corrente di tutte queste problematiche ed
eventualmente non mi neghi la terapia
(come ha fatto il 2° dermatologo).

Sul sito ho visto che c'è un dermatologo
a Casoria, non è che qualcuno me ne consiglia
uno a Napoli (magari mediante msg privato)?

Un grazie anche a criniera, questi forum
sono una manna, lo sapete che già mi sento
un pochino meglio?

Ciao
Luther