Minoxidil 2% prescrizionale ?

paolo

Utente
2 Dicembre 2003
7
0
5
Buongiorno,

Dalle informazioni che ho, attualmente la versione al 2% del minoxidil (ad esempio Minoximen) non dovrebbe essere prescrizionale, a differenza di quella al 5% (o magari al 2% ma con additivi).

Qualche farmacista tuttavia mi ha chiesto ugualmente la ricetta per una semplice preparazione analoga (2% pura, ma galenica).

Sono forse in possesso di informazioni sbagliate, o la legge è cambiata ?

Saluti
Paolo
 

paolo

Utente
2 Dicembre 2003
7
0
5
Buongiorno,

Dalle informazioni che ho, attualmente la versione al 2% del minoxidil (ad esempio Minoximen) non dovrebbe essere prescrizionale, a differenza di quella al 5% (o magari al 2% ma con additivi).

Qualche farmacista tuttavia mi ha chiesto ugualmente la ricetta per una semplice preparazione analoga (2% pura, ma galenica).

Sono forse in possesso di informazioni sbagliate, o la legge è cambiata ?

Saluti
Paolo
 

paolo

Utente
2 Dicembre 2003
7
0
5
Buongiorno,

Dalle informazioni che ho, attualmente la versione al 2% del minoxidil (ad esempio Minoximen) non dovrebbe essere prescrizionale, a differenza di quella al 5% (o magari al 2% ma con additivi).

Qualche farmacista tuttavia mi ha chiesto ugualmente la ricetta per una semplice preparazione analoga (2% pura, ma galenica).

Sono forse in possesso di informazioni sbagliate, o la legge è cambiata ?

Saluti
Paolo
 

paolo

Utente
2 Dicembre 2003
7
0
5
Scusa F.Web, ma questo significa che a parità di componenti e soprattutto di Principio attivo, un farmaco può essere prescrizionale o meno a seconda che lo produca un farmacista piuttosto che una ditta ?

Mi sembra un tantino incoerente e molto poco scientifico...

Ciao
Paolo
 

way

Utente
17 Giugno 2003
227
0
165
mi hanno dato tricoxidil 2% senza ricetta e anche il minoximen 5% senza ricetta. ho chiesto se serviva, loro hanno guardato sul computer e mi hanno detto no...
 

dr_paolo gigli

Moderatore
Staff
16 Marzo 2003
30,505
813
2,015
E' una novita' anche per me, non si finisce mai di imparare.Comunque ho l'impressione che il ministero della salute voglia fare guerra ai galenici.
saluti
 

f_web

Utente
21 Maggio 2003
1,761
0
615
Nelle preparazioni Galenica c'è Molta più responsabilità per il Farmacista, penso sia questa la motivazione più ovvia..[;)]
Oltre agli interessi economici delle cause farmaceutiche (forse è questo il punto più importante ripensandoci[:p])
 

paolo

Utente
2 Dicembre 2003
7
0
5
Io non la vedrei poi così ovvia.

Supponiamo io vada da un farmacista, con una ricetta, firmata da un medico, che ricalca, molecola per molecola, gli esatti ingredienti ad esempio del Minoximen (non è che poi ci si possa sbizzarrire tanto con la fantasia...si tratta tutto sommato di Minoxidil ed alcool...).

Se in conseguenza di quel prodotto io accuso dei distrubi alla salute, allora:

1) il farmacista può aver sbagliato (in buona o mala fede) nella preparazione del prodotto. Questo però è indipendente dalla presenza o meno di una ricetta. Se un farmacista è un incompetente oppure un criminale (dentro ci mette la stricnina) non è certo un pezzo di carta firmato da un medico a farlo diventare più bravo e più buono.

2) il medico, dal lato suo, può dire di aver fatto riferimento ad un farmaco identico (anche se industriale) per il quale la ricetta non è prescritta, ergo è dimotsrato non causare problemi rilevanti.

Alla fine di tutto, chi è responsabile ?
Il medico può cavarsela con il pretesto del punto 2). Per cui la colpa potrebbe essere del farmacista che non ha fatto una preparazione corretta. In questo caso però la ricetta non serve sicuramente a dirimere la questione (vedi punto 1).

Risultato: da un punto di vista strettamente legale e formale, non vedo alcun motivo di richiedere una ricetta o non richiederla a seconda che uno stesso prodotto riporti una etichetta piuttosto che un' altra.

Naturalmente parlo di mere considerazioni legali. Dal punto di vista etico e morale so bene che il discorso è diverso..

Saluti
Paolo