Glutine e lattosio

trainer995

Utente
22 Settembre 2017
229
0
165
Domanda per chi ha studiato o si è informato al riguardo di queste due lipoproteine:
Ipotizzando che un soggetto sviluppa una certa intolleranza verso glutine e lattosio (quindi non allergico, celiacia nel caso del glutine), ma non lo sa e quindi continua ad alimentarsi di queste cose si può andare incontro ad infiammazione del colon e intestino e quindi questo collegarsi ad una caduta di capelli?
Se quindi un eventuale caduta fosse dovuta a questo, cosa bisogna fare?
È necessario il solo eliminare dalla dieta glutine e lattosio e aspettare che si riequilibra l'organismo o bisognerebbe fare qualcos altro?
I capelli caduti causa glutine e lattosio, rientrano tutti?
 

marlin

Amministratore
Staff
9 Maggio 2004
27,840
161
2,015
Milano
Nel senso che la combatte essendo ricco di fattori di crescita.

Ciao

MA - r l i n
 

giuseppe 17

Utente
17 Luglio 2018
19
0
5
Il fatto che sia ricco di fattori di crescita non vuol dire niente.
È anche ricchissimo di calcio ma non combatte l'osteoporosi, anzi...

 

juliensorel

Utente
21 Marzo 2005
6,223
1
1,415
>>È necessario il solo eliminare dalla dieta glutine e lattosio e aspettare che si riequilibra l'organismo o bisognerebbe fare qualcos altro?

- si è intolleranti al lattosio se dopo aver mangiato prodotti con lattosio o bevuto latte si soffre di diarrea? è il tuo caso? se anche fossi intollerante al lattosio potresti comunque concederti dei formaggi stagionati, che di lattosio non ne contengono più.

- questione intolleranza al glutine è una fake news, allestita ad arte dai media per promuovere l'immissione sul mercato di molti prodotti che non contengono grano e che solitamente sono più cari. Non è detto che questi prodotti siano più nutrienti e più sicuri. La quinoa ad esempio è un cereali più nutriente del grano ma contiene anch'esso dei fattori antinutritivi e non è esente da allergie.
Chi è che deve evitare il glutine? solo tre classi di soggetti: i celiaci, colore che presentano intolleranza allergica al grano. La questione della sensibilità al grano non celiaca è ad oggi connessa non a una intolleranza al glutine quanto piuttosto ad alcuni tipi di polisaccaridi presenti nel grano, quindi il glutine non centra nulla.
 

giuseppe 17

Utente
17 Luglio 2018
19
0
5
Credo il problema sia un po' più complesso.
La percentuale di glutine contenuta nelle farine di grani antichi è del 5%, max 7%. Pensiamo tra gli altri alla varietà Timilia e al Senatore Cappelli. Bufala invece quella del grano Kamut, perché contiene molto glutine, come i moderni.
La percentuale delle farine ricavate dai grani moderni è intorno al 17-18%, con punte al 21%. Secondo una parte dei medici questo forte aumento della percentuale del glutine nelle farine crea problemi alla nostra salute. Questo considerando anche il fatto cha da noi si consuma grano dalla mattina alla sera.
La dottoressa Di fazio (oncologa) con un linguaggio terra-terra, per farsi capire dai comuni mortali dice ad esempio che questo eccesso di glutine asfaltail nostro intestino, essendo il glutine colloso, e crea vari problemi, ad esempio al sistema immunitario.
Le multinazionali alimentari e produttrici dei grani moderni inevitabilmente parlano di fake news. Se infatti si desse credito alle preoccupazioni di questi medici i loro profiti ne risenterebbero.
 

giuseppe 17

Utente
17 Luglio 2018
19
0
5
https://www.youtube.com/watch?v=M2oNLBartRA

Anche se tutti i grandi dottoroni e professoroni della medicina più ortodossa si scandalizzeranno o si faranno una bella risata. Guardiamo e ognuno mediti con la propria testa.